Aggiornato alle: 13:11 Venerdì, 24 Marzo 2023 cielo coperto (MC)
Cronaca Altri comuni

Colpito da un proiettile in un agguato: il giovane Thomas Bricca non ce l’ha fatta

Colpito da un proiettile in un agguato: il giovane Thomas Bricca non ce l’ha fatta

"Thomas, amore di papà resisti", erano state le parole disperate del papà di Thomas, lasciate su Facebook dopo il terribile agguato di cui è stato vittima il figlio, avvenuto ad Alatri lunedì sera. Thomas Bricca, 18 anni, si trovava nei pressi di un bar molto frequentato da giovanissimi, insieme ai suoi amici, quando è stato raggiunto da un proiettile in testa. A sparare sarebbe stato un soggetto sopraggiunto in sella ad uno scooter guidato da un complice.

Nella notte Thomas, già in condizioni disperate, era stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico all’ospedale San Camillo di Roma; poche ore fa i medici purtroppo l’hanno dichiarato clinicamente morto con una nota della direzione del San Camillo nella quale si legge che il paziente, ricoverato già in gravissime condizioni, nella mattina di oggi ha presentato le caratteristiche del coma irreversibile con elettroencefalogramma piatto per assenza di attività elettrica cerebrale. Trattandosi di paziente clinicamente morto, si è riunita una commissione medica aziendale per la certificazione della morte, come prescritto dalla legge.

Non è stato ancora possibile chiarire se fosse proprio Thomas l’obiettivo dell’agguato: le indagini stanno proseguendo, gli inquirenti avrebbero già individuato dei sospettati. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori ci sarebbe anche quella di una 'vendetta' seguita ad una rissa avvenuta nei giorni precedenti: un regolamento di conti tra bande di giovanissimi.

Il Procuratore di Frosinone ha dichiarato: "Sul piano delle ipotesi possiamo presumere che si tratti di uno scontro tra bande contrapposte. Evidentemente il ragazzo stava con persone che erano attribuite dagli sparatori al gruppo contrapposto. Se ne facesse parte? Lo stiamo ancora accertando".

Il sindaco di Alatri, Maurizio Cianfrocca, aveva lanciato l'allarme per le risse avvenute nel paese tra giovani nel fine settimana e, come annunciato ieri nel suo profilo Facebook, aveva chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. "Già questa mattina, considerate le risse avvenute nel centro storico nel fine settimana, avevo sentito e scritto al Comando dei Carabinieri di Alatri chiedendo maggiori controlli al fine di assicurare l'incolumità e la serenità della cittadinanza intera, che ha pieno diritto di vivere la città in piena sicurezza".

 

 

Commenti

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni