Altri comuni

Calcio: l'associazione allenatori delle Marche ha individuato i suoi candidati

Calcio: l'associazione allenatori delle Marche ha individuato i suoi candidati

Dal presidente AIAC Marche, Angelo Ortolani (nella foto), riceviamo e pubblichiamo: Il collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI, riunitosi ieri 18/10, ha espresso parere favorevole alle candidature a Consigliere Federale di Zoi Gloria Giatras e Mario Beretta in quanto in  possesso dei requisiti di Legge. Quindi i suddetti saranno i candidati che andrannmo a rappresentare la nostra associazione in vista delle elezioni Federali del giorno 22 P.V. che vede come candidato unico alla presidenza  Gabriele Gravina, che puo’ contare sul 63% dei consensi. Il presidente regionale marche Angelo Ortolani, comunica inoltre , che nel corso dell’assemblea generale aiac tenutasi a Coverciano il giorno 16 u.s., sono state approvate le modifiche statutarie inerenti all’accorpamento dell’AIPAC, associazione italiana preparatori atletici calcio, all’interno dell’associazione  allenatori.   Si comunica inoltre , che in data 5 novembre prossimo , si svolgerà in Ancona il 4 modulo dei corso territoriale obbligatori di aggiornamento, per la conservazione dell’abilitazione alla qualifica allenatori uefa B . Docente Stefano Baldoni

19/10/2018
Fast and furious in pieno centro: arrestato un ventiduenne

Fast and furious in pieno centro: arrestato un ventiduenne

Una folle corsa con la sua auto, tra derapate e sorpassi azzardati. Per questo un 22enne di Tortoreto è stato arrestato dai carabinieri a San Benedetto del Tronto: si era fatto notare per una serie di manovre azzardate e sorpassi pericolosi, addirittura utilizzando la corsia ciclabile come una vera a propria corsia di emergenza. I militari lo hanno inseguito con sirene e lampeggianti, ma il giovane non ha interrotto la sua folle corsa e solo grazie all'esperienza dei carabinieri si è potuto evitare il peggio: conoscendo bene il territorio, sono riusciti a portare il fuggitivo in una strada senza uscita.Sceso dalla macchina, il 22enne ha ingaggiato subito una colluttazione con i Cc che sono riusciti a bloccarlo ed arrestarlo. E' stato trovato in possesso di una dose di cocaina per cui è stato anche segnalato al prefetto come assuntore di stupefacenti. (Ansa)

19/10/2018
Ecosistema Scuola 2018, i dati marchigiani

Ecosistema Scuola 2018, i dati marchigiani

Sono solo Macerata, alla posizione n°15 della classifica nazionale, e Pesaro, che occupa il 30° posto, le città marchigiane ad aver fornito i dati per “Ecosistema Scuola”, l’indagine annuale sulla qualità dell’edilizia scolastica presentata questa mattina a Napoli promossa da Legambiente insieme a Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, con il contributo di Fassa Bortolo e Iccrea BancaIntesa, in partenariato con Ecomondo e Vastarredo. Escluse Ascoli Piceno per incompletezza di dati, Ancona, che quest’anno non ha risposto, e Fermo, che non ha mai partecipato all’indagine. Nati prevalentemente come scuole (97,2%), gli edifici scolastici delle due città, edificati dopo l’entrata in vigore della normativa antisismica del ’74, sono il 58,3% contro il 36,4% della media nazionale. Il dato più preoccupante, però, è quello relativo agli edifici di più recente costruzione, che mostra come solo l’1,4% risulta edificato secondo criteri antisismici. Addirittura, la verifica di vulnerabilità sismica risulta eseguita solo su un esiguo 5,9% delle scuole, tutto questo in un territorio posto in zona sismica 2 e colpito, nel caso di Macerata, dal recente sisma del 2016. Riguardo la manutenzione, le amministrazioni comunicano che ben l’80,6% delle scuole ha goduto di manutenzione straordinaria negli ultimi 5 anni, a fronte del 49,7% della media nazionale, arrivando oggi a un’esigenza di interventi urgenti solo per il 2,8%. La spesa per la manutenzione straordinaria nel 2017, però, si colloca molto al di sotto della media nazionale, mentre è al di sopra della media quella per la manutenzione ordinaria. Da ciò scaturisce un quadro sulle certificazioni con molte luci e qualche ombra: tutti gli edifici dispongono di certificazione igienico-sanitaria, di porte antipanico, di impianti elettrici a norma, dei requisiti di accessibilità; ben il 92,9% del certificato di prevenzione incendi. Sono sotto la media nazionale, invece, gli edifici con certificato di agibilità (52,9%) e quelli con collaudo statico (17,6%). Inoltre solo il 17,6% degli edifici presenta indagini diagnostiche sui solai e su appena il 5,9% sono stati realizzati interventi per la loro messa in sicurezza. “Abbiamo sempre di fronte un quadro dell’edilizia scolastica marchigiana non del tutto soddisfacente – commenta Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche –. I dati relativi alla mancanza del certificato di agibilità scolastica e delle verifiche di vulnerabilità sismica, in particolare, sono piuttosto preoccupanti. Per sanare questa situazione e assicurare lo stesso grado di sicurezza agli alunni, occorre conoscere lo stato di salute degli edifici scolastici situati nelle aree a rischio sismico maggiore, così da programmare le priorità d’intervento e la messa in sicurezza delle scuole maggiormente esposte, e, in generale, accelerare gli interventi di riqualificazione in tutte le scuole che ne necessitano. A questo scopo, ci appelliamo agli enti locali, che vanno aiutati con una semplificazione delle linee di finanziamento e sostenuti in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori”. Nel dossier, comunque, non mancano esperienze positive. Entrambe le amministrazioni marchigiane, infatti, sono impegnate a finanziare progetti educativi delle scuole e risultano abbastanza attente alla mobilità casa-scuola e alla sicurezza nelle aree antistanti gli edifici scolastici: il 65,3% usufruisce di scuolabus (a Macerata tutte le scuole), il 31,9% di pedibus, il 98,6% ha attraversamenti pedonali, il 27,8% vede presenti i nonni vigili durante l’entrata e l’uscita da scuola. Buone notizie anche per quanto riguarda il servizio mensa: prodotti biologici sono presenti in tutte le scuole, con una media del 70% e a Macerata vengono privilegiati anche i prodotti a km0. Entrambe le amministrazioni nei bandi di appalto richiedono criteri ecologici nelle procedure d’acquisto, la stagionalità degli alimenti e menù alternativi per motivi culturali o religiosi. Il 27,9% delle mense ha una cucina interna, nel 20,6% si serve acqua del rubinetto e in tutte si utilizzano stoviglie monouso. La raccolta differenziata dei vari materiali viene effettuata in tutte le scuole, quella delle pile per il 76,4%. Il 16,7% di edifici utilizza energie rinnovabili, con una maggiore presenza di impianti solari termici (58,3%) rispetto ai fotovoltaici (41,7%), dato in controtendenza rispetto a quello nazionale che vede un maggior utilizzo del fotovoltaico rispetto al termico. Relativamente al rischio ambientale, solo Pesaro ha effettuato monitoraggi sulla presenza di amianto nelle scuole, con nessun caso certificato rilevato, mentre nessun monitoraggio del radon risulta eseguito dalle due città. Le scuole con wifi sono il 52,8%, il 41,7% ha adottato il principio di precauzione implementando reti completamente cablate. L’innovazione tecnologica e ambientale degli edifici scolastici spesso passa attraverso scelte più ampie, come un progetto di rigenerazione sociale, educativo e ambientale di un territorio o un quartiere, come narrano molte delle Storie di scuole sostenibili, i dieci casi virtuosi di edifici scolastici nuovi o riqualificati contenuti nel dossier di Legambiente, tra cui rientra la Scuola Primaria Felice Socciarelli di Ancona, costruita interamente con materiale antisismico e all’insegna del risparmio energetico.

Avviso nei supermercati maceratesi: "Rischio salmonella, richiamo per il salame morbido"

Avviso nei supermercati maceratesi: "Rischio salmonella, richiamo per il salame morbido"

Un cartello, affisso in alcuni supermercati e punti vendita, che invita quanti hanno acquistato il Salame Morbido della Norcineria Alto Nera a non consumarlo e restituirlo per i dovuti controlli, contattando lo stesso punto vendita o la ditta produttrice. E' il singolare avviso su cui si é imbattuto un cliente, che ha poi fotografato il cartello e lo ha postato su Facebook. 

18/10/2018
#Ripartidaisibilliniexperience: per la 3° edizione il progetto social racconta "da dentro" la montagna colpita dal sisma

#Ripartidaisibilliniexperience: per la 3° edizione il progetto social racconta "da dentro" la montagna colpita dal sisma

Una terza edizione speciale per il progetto #RipartidaiSibillini, nato all'inizio dell'ottobre 2016 per supportare le comunità colpite dal terremoto.L'ideatore Luca Tombesi, blogger e promotore del territorio, insieme ai suoi collaboratori ha infatti scelto di dedicare la due giorni, in programma sabato 20 e domenica 21 ottobre, ad esperienze dirette con allevatori, produttori, guide, proprietari di strutture ricettive, gestori di rifugi e persone impegnate a vario titolo nella valorizzazione dell'area montana.“Quest'anno ci siamo per così dire allargati - spiega Tombesi - nei contenuti e anche nella denominazione: la terza edizione del social tour si chiamerà #RipartidaiSibilliniExperience, proprio a rimarcare la volontà di far trascorrere almeno un'intera giornata ai blogger e agli instagramer che abbiamo invitato accanto a qualcuno che sui Sibillini vive e ha scelto di continuare ad investire”.Nell'elenco degli ospiti (“Tutti rigorosamente a titolo gratuito”, rimarca Tombesi) figurano nomi come gli instagramers Aivenn, Kilbilla, Danny_Vero, Panguizzo e bloggher come Simona Sacri, Milly Bimbi e Viaggi, Racconti di Marche, I Viaggi dei Mesupi e molti altri.Il progetto si avvale anche della fondamentale collaborazione della community Igers Marche, a partire dai gruppi delle province maggiormente danneggiate dal terremoto, vale a dire Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno. Numerose le tappe programmate, che toccheranno i Comuni di Amandola, Montefortino, Sarnano, Roccafluvione, Smerillo, Montefalcone, Cessapalombo, Ussita.“Un grazie di cuore va a tutti quelli che ogni anno ci permettono di realizzare questa iniziativa - conclude Tombesi -, dall'associazione Sibillini Segreti e Sapori a quanti, condividendone il senso, ci supportano mettendo a disposizione mezzi, pasti, posti letto e, soprattutto, la loro passione per queste terre meravigliose. Noi, consapevoli di questa profondità umana e culturale, andiamo avanti continuando a pubblicare immagini, video e testi che, almeno dal nostro punto di vista, raccontino quanto sia necessario insistere sulla ricostruzione post sisma e, soprattutto, investire con ancora più determinazione su tutte le forme di turismo praticabili in queste zone”.

18/10/2018
La rivoluzione silenziosa dei casinò online

La rivoluzione silenziosa dei casinò online

Per anni, se non per secoli, i casinò sono stati considerati dagli appassionati del gioco d’azzardo come un luogo “sacro”, un luogo capace di rappresentare una perfetta metafora della vita. Gioie e dolori, felicità e tristezza, trionfo e disfatta, nel mondo dei casinò, camminano a braccetto, in un’eterna alternanza di profonde emozioni. Non a caso anche nel cinema e nella letteratura i casinò sono sempre stati rappresentati come dei luoghi misteriosi: luoghi in cui ognuno di noi può essere, per qualche ora, ciò che non è nel tentativo di cambiare per sempre il proprio destino. Nonostante ciò, negli ultimi anni, i casinò di tutto il mondo versano in condizioni economiche sempre più difficili, sia a causa di investimenti sbagliati che a causa di un lungo ed inesorabile calo negli incassi. L’avvento dei casinò online Dati alla mano, i principali artefici della “crisi” dei casinò tradizionali sono sicuramente i casinò online. La spesa delle persone nel gioco d’azzardo è in costante crescita, ma i casinò tradizionali non riescono a beneficiare di questo trend. Perché? Qual è il motivo? Le ragioni sono rinvenibili nell’avvento sul mercato  del gioco dei casinò online: portali telematici che permettono agli utenti di giocare liberamente a qualsiasi gioco si possa trovare anche in un casinò “terrestre”. Ne è un esempio William Hill che permette a tutti i propri clienti di spaziare agevolmente con un semplice clic tra giochi di roulette, poker, blackjack e slot machine, il tutto rimanendo comodamente nelle proprie abitazioni. La rivoluzione silenziosa Il passaggio di testimone dai casinò classici ai casinò tradizionali è stato tanto rapido quanto imprevedibile. La colpa dei casinò tradizionali è stata sicuramente quella di non aver capito sin da subito l’impatto che avrebbero potuto avere nel breve-lungo periodo i diretti competitor telematici. E così, nel giro di pochi anni, i casinò online hanno iniziato a guadagnare sempre più clienti ai vecchi casinò, provocando una crisi senza precedenti. Le armi dei casinò online La continua ed inesorabile crescita dei casinò online è stata determinata da una serie di fattori che, ognuna in modo diverso, ha fatto si che i profitti dei nuovi casinò aumentassero in modo esponenziale nel giro di pochi anni. La comodità Un fattore che gioca a favore dei casinò online è sicuramente rinvenibile nella loro comodità: come detto, di fatto, questo nuovo genere di casinò offre tutti i servizi presenti nei casinò terrestri a cui, però, si aggiunge la comodità di potervi accedere tramite pc dalla propria scrivania o, addirittura, tramite smartphone rimanendo comodamente seduti sul proprio divano. I costi di gestione Altro fattore che sta incidendo in modo decisivo sulla crescita dei casinò online in danno di quelli “tradizionali” è sicuramente rinvenibile nell’enorme differenza dei costi di gestione d’impresa. Un casinò tradizionale, solo in servizi, personale ed utenze, spende ogni anno milioni di euro, mentre un casinò online, di fatto, ha un costo di gestione riconducibile principalmente alla programmazione iniziale ed alla costante manutenzione del sito: costi ridicoli se relazionati ai profitti. Da quanto appena rappresentato emerge con estrema evidenza come, al momento, la lotta tra i casinò tradizionali ed i casinò online appaia come uno scontro impari. La sensazione è che, nel prossimo futuro, la tendenza sarà per un sempre maggiore utilizzo degli strumenti digitali e i vecchi casinò, per non soccombere definitivamente, dovranno essere bravi a trovare delle soluzioni che possano invogliare gli utenti a tornare da loro.  

17/10/2018
Danni causati dai cinghiali: agricoltore inizia  lo sciopero della fame

Danni causati dai cinghiali: agricoltore inizia lo sciopero della fame

Andrea Busetto, 58 anni, agricoltore di Montecalvo in Foglia, in lotta da anni contro i cinghiali che gli rovinano i raccolti, ha deciso di iniziare uno sciopero della fame in piazza del Popolo a Pesaro, di fronte alla Prefettura. "Rimarrò qui finché il prefetto non ci autorizzerà a installare dei recinti di cattura dei cinghiali - ha spiegato -. Non lo pretendo senza una legge, ma protesto perché la legge esiste ed è disattesa. La Regione Marche nel maggio scorso ha approvato un regolamento che autorizza gli agricoltori a creare questi recinti, ma prima occorre partecipare ad un corso di formazione, non ancora fatto dall'Atc. Nel frattempo i cinghiali continuano a mangiarci il raccolto. Su sei ettari di mais, ne ho raccolti nemmeno 22 quintali, solo il 20% del previsto. L'80% è stato mangiato da branchi di cinghiali che continuano ad impazzare liberi nei nostri campi". Così Busetto si è seduto in una panchina di piazza del Popolo, col cartello 'vendesi azienda agricola per impossibilità di coltivare'. (Fonte Ansa)

17/10/2018
Tragico investimento: muore per salvare la vita alla moglie

Tragico investimento: muore per salvare la vita alla moglie

Attraversano mano nella mano, Enrico si sacrifica e salva la moglie prima dello schianto„ Muore per salvare la vita alla moglie. È così che ha perso al vita Enrico Orlandini, 68 anni di Falconara Marittima. L'uomo stava tornando a casa insieme alla moglie, attraversando la strada mano nella mano quando lui ha visto un’auto arrivare e ha spinto via la moglie, sacrificandosi, prima di essere centrato in pieno dalla Mini Cooper condotta da un uomo.  La donna è caduta a terra sull'asfalto, a pochi passi dal marito, ma sufficienti per salvarsi mentre Orlandini, centrato in pieno dall'auto è morto sul colpo.   Sul posto sono intervenuti i soccorsi con l’automedica e l’ambulanza della Croce Gialla di Falconara, i cui volontari hanno portato al Pronto Soccorso la donna in stato di choc. Per l'uomo, che è morto dopo aver stretto per l'ultima volta, la mano di sua moglie non c’era più nulla da fare.  “

16/10/2018
Partono i lavori all’interno del Terminal dell’aeroporto dell’Umbria “San Francesco d’Assisi”

Partono i lavori all’interno del Terminal dell’aeroporto dell’Umbria “San Francesco d’Assisi”

Dopo quasi due anni di studio e di progettazione partono i primi lavori legati al PUA – il nuovo piano di utilizzo dell’aerostazione – che permetteranno di avere, attraverso una nuova configurazione dei servizi di sicurezza e degli spazi dedicati agli Enti di Stato (Guardia di Finanza, Dogana, Polizia), comfort e spazi maggiori per i passeggeri e per le maestranze, con un nuovo percorso che includerà al suo interno una nuova serie di servizi. Anche l’area commerciale trarrà benefici dalla nuova configurazione, permettendone un miglior utilizzo e maggiori flussi. La novità più importante prevede l’apertura di una nuova sala di imbarco, che potrà permettere una migliore gestione dei passeggeri in partenza durante giornate con voli concomitanti. Altre novità saranno una saletta “Business Lounge” ed il nuovo punto di ristorazione previsto all’interno dell’area sterile. I lavori, che saranno realizzati in varie fasi, non impatteranno sull’operatività dello scalo ed il loro completamento è previsto entro la fine di marzo 2019.    

15/10/2018
Regione: é Federico Talè (PD) il nuovo delegato alla sanità

Regione: é Federico Talè (PD) il nuovo delegato alla sanità

Federico Talè (Pd) è stato nominato consigliere delegato alla Sanità. Sostituisce Fabrizio Volpini che aveva rassegnato le proprie dimissioni dall'incarico il 4 ottobre scorso. Lo ha deciso il Presidente della Giunta regionale delle Marche Luca Ceriscioli per "dare continuità e forza al lavoro svolto con competenza dal consigliere Volpini e soprattutto per proseguire nell'azione di governo sui temi sanitari strategici, dalle liste di attesa, agli investimenti programmati, all'innovazione, alla prosecuzione della riorganizzazione del sistema sanitario regionale al servizio del territorio". "Una figura essenziale voluta dal Presidente - fa sapere in una nota la Regione - necessaria per ottimizzare e rendere sempre più efficace l'azione in ambito sanitario, garantendo una presenza capillare sul territorio. Una scelta che permette anche al Presidente di proseguire ad affrontare con efficacia l'azione di governo sul sisma, entrato nella delicata fase della ricostruzione". (Ansa Marche)

15/10/2018
Dovevano sposarsi, ma avevano dimenticato le fedi a casa: i Vigili del Fuoco salvano il matrimonio

Dovevano sposarsi, ma avevano dimenticato le fedi a casa: i Vigili del Fuoco salvano il matrimonio

Il lavoro dei Vigili del Fuoco é noto e, soprattutto nelle Marche e nell'Umbria ci si é potuti, e dovuti, rendere conto della straordinarietà anche umana di chi veste la divisa dei VdF. E proprio dalla vicina Umbria: é stato "salvato" dai vigili del fuoco, infatti, il matrimonio di una coppia di Terni: i due una volta in chiesa si sono resi conto di avere dimenticato le fedi nuziali a casa. Inoltre erano state dimenticate all'interno dell'abitazione anche le chiavi di casa.Immediato, dopo la richiesta d'aiuto al 115, l'intervento dei pompieri, che hanno aperto la porta dell'appartamento e recuperato chiavi e fedi, permettendo così alla cerimonia di svolgersi regolarmente. (Ansa)

15/10/2018
Rissa tra italiani e albanesi: coltellate e colpi di pistola. Un ferito operato d'urgenza.

Rissa tra italiani e albanesi: coltellate e colpi di pistola. Un ferito operato d'urgenza.

È di due feriti, dei quali uno in prognosi riservata e sottoposto a un intervento chirurgico nella notte, il bilancio di una rissa scoppiata all'esterno di un locale tra le Marche e l'Abruzzo la scorsa notte attorno alle 3. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Teramo e di Alba Adriatica, nella discussione degenerata a colpi di coltello tra un gruppo di italiani e di albanesi, qualcuno ha estratto una pistola ed ha esploso due colpi all'indirizzo di un 38enne che cercava di allontanarsi dalla zona. L'uomo, un sorvegliato speciale di Alba, è stato raggiunto alla schiena all'altezza di un rene.Trasferito dapprima all'ospedale di Sant'Omero dal 118, è stato poi portato in quello di Atri: è in prognosi riservata, ma non correrebbe pericolo di vita. Un altro ferito, un albanese di 21 anni, è stato ricoverato all'ospedale di Giulianova per ferite d'arma da taglio al corpo e ad un avambraccio. (Ansa)

14/10/2018
Esce a pescare con la barca: disperso in mare un trentacinquenne

Esce a pescare con la barca: disperso in mare un trentacinquenne

Si sono estese anche nelle Marche le ricerce del trentacinquenne disperso in mare sulla costa teramana. Il giovane era uscito in barca per una battuta di pesca, ma non è tornato a casa. Alle attività, coordinate dalla Capitaneria di Porto di Pescara, partecipano Guardia Costiera, Vigili del Fuoco e Polizia. Oltre alle motovedette, sono in azione gli elicotteri della Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco, presenti anche con il nucleo sommozzatori arrivato da Ancona. Sono stati proprio i mezzi aerei a individuare la barca da piccola pesca ribaltata, otto miglia al largo di Martinsicuro. (Ansa)

14/10/2018
Dice ai poliziotti di essere Batman, ma era solo ubriaco: denunciato un 29enne

Dice ai poliziotti di essere Batman, ma era solo ubriaco: denunciato un 29enne

"Lasciatemi stare...sono Batman". E' la risposta di un 29enne, con cappuccio in testa, agli agenti che stavano procedendo ad un controllo vicino a piazza Ugo Bassi ad Ancona. L'uomo, che intanto alzava le braccia al cielo allargando la felpa, è stato denunciato per ubriachezza molesta.E' solo uno dei controlli coordinati del territorio disposti dal Questore Oreste Capocasa che hanno visto impegnati nelle ultime 48 ore Volanti, Reparto Prevenzione Crimine, Squadra Nautica, Unità cinofile e di primo intervento per contrastare criminalità diffusa, reati predatori, spaccio di droga, immigrazione clandestina, accattonaggio e bivacco. Otto automobilisti sono stati multati per mancata copertura assicurativa auto. Nel corso dell'operazione sono state controllate 257 persone, identificati 189 cittadini extracomunitari e monitorati 236 veicoli. Una ventina i posti di blocco e le verifiche amministrative a locali pubblici. (fonte Ansa)

14/10/2018
Esplode il cellulare e la coperta prende fuoco, bimba di 3 mesi in ospedale

Esplode il cellulare e la coperta prende fuoco, bimba di 3 mesi in ospedale

Un cellulare che esplode, le coperte che iniziano a prendere fuoco. Una madre che riesce a intervenire in tempo per salvare la bimba di tre mesi, ora ricoverati per un principino di intossicazione. È successo oggi pomeriggio in un appartamento di Ponte San Giovanni, quartiere di Perugia.  Ricoverata in stato di choc anche la donna. 

13/10/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433