Altri comuni

Matrimonio a tema: Chiara e Francesco dicono si 'sulle note' del Trono di Spade

Matrimonio a tema: Chiara e Francesco dicono si 'sulle note' del Trono di Spade

È stato un matrimonio davvero speciale quello andato in scena qualche giorno fa tra Chiara e Francesco, due giovani di Monte Urano, che hanno voluto rendere omaggio alla loro serie televisiva preferita, addobbando il ristorante dove hanno tenuto il banchetto con le decorazioni del Trono di Spade. Per le decorazioni, centrotavola, bomboniere e tableau, sono stati utilizzati elementi che rimandano alla natura delle foreste irlandesi, dove sono state girate molte scene di Game of Thrones, ogni tavolo un regno o un luogo importante che hanno visto le gesta di Jon Snow e compagni. Mentre per il tavolo degli sposi non poteva mancare il nido con le tre uova di drago, le "stesse" che Daenerys Targaryen riceve in dono da Illyrio Mopatis in occasione delle sue nozze con Khal Drogo. Anche i papillon degli invitati sono stati personalizzati con gli stemmi delle casate: il lupo degli Stark, il drago dei Targaryen, il pesce dei Tully, il leone dei Lannister, il falco degli Arryn, la rosa dei Tyrrel o il sole dei Martell e l'immancabile video degli amici è stato uno dei momenti più divertenti, con le immagini della celebre saga doppiate in dialetto marchigiano, alternate alle loro foto da bambini. A concludere degnamente il pomeriggio di festa, uno spettacolo finale dedicato ai Dothraki, popolo nomade presente nella saga Cronache del ghiaccio e del fuoco sempre in Game of Thrones: uno spettacolo di fuoco che vede i due artisti prima sfidarsi per poi allearsi tra evoluzioni con i bastoni e ventagli di fuoco, bolas e catene infuocate, con virtuosismi di equilibrismo e mano a mano. Un matrimonio veramente fuori dal comune, la cui organizzazione è stata curata dal direttore artistico civitanovese Joel Giustozzi della Spettacoli Eventi.

16/05/2019
Meteo, maggio incredibile: in arrivo il terzo weekend di forte maltempo

Meteo, maggio incredibile: in arrivo il terzo weekend di forte maltempo

È un maggio davvero anomalo quello che stiamo vivendo dal punto di vista meteorologico, tanto che, come certificano i numerosi siti meteo, bisogna tornare indietro di qualche decennio per trovarne uno così freddo. Rispettando in pieno il proverbio "non c'è due senza tre", anche il weekend che sta per arrivare non promette niente di buono. Anzi, preannuncia il meteorologo Marco Castelli de ilMeteo.it, "nei prossimi giorni l'atmosfera ci darà un ulteriore carico da novanta proponendoci condizioni di rinnovato maltempo su parecchie regioni del Paese". Le prime piogge investiranno parzialmente il nord ovest dell'Italia già dalla giornata di domani per poi estendersi nella giornata di sabato a tutto il nord e buona parte del centro, fino alla Toscana e alle Marche. Ma questo sarà solamente il preludio a un ulteriore e serio peggioramento atteso tra sabato e domenica, quando avremo il terzo weekend di fila di forte maltempo, con rovesci sparsi e temporali su tutte le regioni del nord che toccheranno anche la nostra regione, l'Umbria e la Toscana. Le temperature, per via della ventilazione meridionale, da noi resteranno sui valori medi del periodo. La giornata di domenica, rovinata dal maltempo su quasi tutto il nord, sulla nostra regione vedrà invece delle schiarite, intervallate a qualche breve e isolato piovasco.  

16/05/2019
I cinque braccialetti estivi più amati dai giovani

I cinque braccialetti estivi più amati dai giovani

I braccialetti sono tra gli accessori più diffusi; li usano tutti, uomini e donne, a tutte le età e in qualsiasi situazione. Si tratta per altro di un accessorio molto “semplice”, che si porta senza problemi, anche senza doverlo abbinare al proprio abbigliamento. Ma quali sono i braccialetti estivi più amati, soprattutto dai giovani? Il classico è di cotone Il più classico e noto braccialetto estivo è di cotone e simula quelle sottili stringhe che a volte ci vengono regalate anche sulla spiaggia. In commercio ce ne sono di mille modelli, colori e materiali, anche se il cotone è spesso tra i più diffusi. Stiamo parlando dei braccialetti in filato, che alcuni possiedono anche in corda in nylon o in altro materiale sintetico. Oggi se ne trovano anche con piccoli ciondoli, charms, oppure con oggetti in metallo prezioso. Il classico braccialetto in corda è quindi perfetto per l’estate con il suo aspetto scanzonato e casual, adatto anche per essere indossato 24 ore al giorno. Braccialetti multicolore Sono il must dell’estate, soprattutto negli ultimi anni; stiamo parlando dei braccialetti a più giri attorno al braccio, costituiti da un mix di colori, materiali e consistenze. Sono particolarmente apprezzati dai giovani, anche se in commercio sono disponibili di varie tipologie, alcuni anche con alcuni elementi preziosi, o semi preziosi. Semplici fili d’oro Sempre sul tema del braccialetto semplice e delicato, come quelli in filo di cotone, se ne trovano anche d’oro o d’argento. Alcuni sono in un leggero filo, altri in una versione più rigida e preziosa. La scelta dipende prettamente dai gusti personali, visto che ognuno dovrà poi abbinare il bracciale al proprio stile di abbigliamento. In estate però si sa molti tendono ad avere un aspetto più scanzonato e meno serioso, via libera quindi anche a questo tipo di bracciali, anche per l’uomo. In cuoio o plastica Altro classico bracciale per l’estate è quello in cuoio, soprattutto per l’uomo, ma non solo. Stiamo parlando comunque di un intero genere di accessori, reperibili ovunque, anche sulle bancarelle di artigianato locale. C’è chi li decora con il nome del proprietario, o anche chi li annoda semplicemente, senza chiusure o arzigogoli. Braccialetti con ciondoli La moda oggi dice la sua in ogni ambito, anche per quanto riguarda i bracciali. Negli ultimi anni sono particolarmente diffusi e apprezzati i bracciali con mille ciondoli e charms, in materiale vario, preziosi e non. Tra i più classici ci sono quelli in sottile catena dorata, cui si può aggiungere un ciondolo ogni volta che lo si desidera oppure ci sono anche braccialetti estivi con ciondoli fissi, spesso correlati da un singolo tema unitario. Articolo pubbli-redazionale   

16/05/2019
"Dai Beatles a Vasco Rossi": Musicultura festeggia i 50 anni della fondazione dell’Univpm

"Dai Beatles a Vasco Rossi": Musicultura festeggia i 50 anni della fondazione dell’Univpm

Domani sera, venerdì 17 maggio, al Your Future Festival si apre l’atteso sipario di Musicultura che, in occasione dei 50 anni dalla fondazione dell’Università Politecnica delle Marche, ha creato un nuovo appassionante spettacolo musicale dal titolo “Dai Beatles a Vasco Rossi: 50 anni di storia, tra emozioni, musica e canzoni” alle ore 21 nell’Aula Magna Polo Universitario di Monte Dago ad ingresso gratuito. Uno spettacolo appositamente scritto da Piero Cesanelli, Direttore Artistico di Musicultura, per celebrare l’importante anniversario, con l’intento di ricordare questi ultimi 50 anni di storia con immagini, parole e canzoni, un affascinante viaggio sulle note di brani che sono stati la colonna sonora della società di questi anni. Dai Beatles a Vasco Rossi sono fiorite innumerevoli canzoni, tra cui brani che sono rimasti nel nostro angolo dei ricordi e che quando il pubblico li riascolterà rimarrà emozionato e suggestivamente contaminato. Verrà ripercorsa anche la storia della nostra società, dal periodo delle contestazioni giovanili degli anni 60, fino ad arrivare all’analisi introspettiva dei nostri ultimi tempi. Come sempre, Piero Cesanelli, autore ed arrangiatore dello spettacolo, proporrà le canzoni cercando di ricreare le atmosfere dei tempi in cui sono nate ma attualizzandole con sonorità rinnovate. “La canzone è quella magica amica che ci è sempre a fianco, sottolinea con grande sensibilità sia i momenti belli che meno belli; - ha dichiarato Piero Cesanelli - riascoltandola ci sentiamo tutti protagonisti della sua storia e non ci disturba affatto crogiolarci tra i nostri più profondi sentimenti." A condurre il viaggio musicale, l’ensemble de La Compagna di Musicultura che non mancherà di mettere in mostra le sue capacità, usando le nuove e le vecchie strumentazioni; gli interpreti vocali saranno a tutti gli effetti artisti che hanno metabolizzato le proposte musicali e che le riproporranno sottolineando l’aspetto interiore dei brani. L’Ensemble musicale "La Compagnia" di Musicultura è composta da: Adriano Taborro, chitarre violino mandolino; Nicola Camilletti, basso mandolino; Andrea Casta, voce chitarra armonica; Riccardo Andrenacci, batteria; Chopas, voce chitarra; Alessandra Tamburrini, tastiere keyboard; Bobby Bottegoni, sax; voci: Alessandra Rogante, Valentina Guardabassi, Elisa Ridolfi, Francesco Caprari; Giulia Poeta e Maurizio Marchegiani, narratori; Andrea Pompei, contributi video.

16/05/2019
Arrigoni (Lega): "SAE? Ceriscioli datti una mossa e cancella la tua vergogna"

Arrigoni (Lega): "SAE? Ceriscioli datti una mossa e cancella la tua vergogna"

“Perché la vergogna delle SAE continua a lasciare indifferente la giunta regionale che non smette di far pagare alle famiglie terremotate il prezzo dei suoi mancati controlli? È scandaloso gli italiani pagando le tasse abbiano scucito fino a 5.000 euro al metro quadro per queste scatole colabrodo e la Regione Marche non faccia di tutto perché il fornitore rispetti i suoi obblighi”. Il senatore Paolo Arrigoni, responsabile Lega Marche, interviene sugli ultimi sviluppi della vicenda SAE: dopo funghi e muffa, con il maltempo di questi giorni emergono ulteriori conseguenze. A Pievetorina, Valentina Giacinti, il marito e i due bimbi piccoli si trovano senz’acqua da giorni per un difetto di montaggio e la mancata manutenzione della caldaia della SAE in cui vive e nella quale l’acqua si infiltra continuamente. “Che aspettano il presidente Ceriscioli e i suoi a darsi una mossa perché il consorzio fornitore delle SAE rispetti gli obblighi? – si chiede il senatore leghista che aggiunge - La smettano di fare tutti orecchie da mercante al calduccio degli uffici direzionali e facciano ina buona volta il proprio dovere”.  Arrigoni  suggerisce al governo delle Marche di fare mea culpa e rompere ogni indugio: “Ceriscioli si ricordi che essere vice commissario per il terremoto non significa solo dettare le regole ma, prima di tutto, rispettarle e la prima regola di un amministratore è fare il bene dei cittadini – conclude Arrigoni – Richiami il fornitore ai suoi doveri e, già che c’è, pure il suo Ufficio per la Ricostruzione che impiega fino ad un anno per l’istruttoria di una pratica da danni lievi”.   

15/05/2019
Ambalt parla spagnolo con il principe del flamenco Nyno Vargas

Ambalt parla spagnolo con il principe del flamenco Nyno Vargas

AmbaltOnlus trova un testimonial d’eccezione dal valore internazionale, il cantante spagnolo Nyno Vargas,  ed un nuovo ‘giocoso’ strumento per far crescere le proprie iniziative: un’app attraverso la quale sia possibile incrementare il volume delle donazioni a beneficio dell’associazione. Anche la app ha una dimensione internazionale in quanto rappresenta il suggello di una recente collaborazione tra Ambalt e la società spagnola Blue Light GameSl, la quale, gratuitamente, ha realizzato il dispositivo tecnologico pronto da subito ad entrare nel mercato.  L’importanza della sinergia è ulteriormente confermata dal fatto che per la prima volta viene realizzata un’app a scopo benefico per un’associazione onlus con finalità sociali legate alla salute. “Ne vengono giustamente create molte a diversi scopi, ci sembrava opportuno poter diffondere il messaggio di Ambalt anche con questo strumento che è ormai diventato di uso quotidiano per tutti, anche per i più piccoli che in questo caso possono sia divertirsi sia contribuire a raccogliere risorse solidali”, ha detto il Presidente della Onlus marchigiana Sergio Santomo, il quale spiega che il ‘gioco’, scaricabile anche dal sito www.ambalt.it, prevede lo spostamento di un camion nel tentativo di raccogliere pacchi scesi dall’alto, dal cielo in sostanza. Ogni pacco che finisce all’interno del mezzo equivale ad una donazione.  Fondamentale nello sviluppo del progetto, che ha messo radici anche in Spagna, la collaborazione con Agro Moringa, la società, sempre di matrice spagnola già sostenitrice di Ambalt attraverso il ricavato delle vendite di confezioni di  Moringa oleifera, pianta tradizionalmente usata in fitoterapia. Agro Moringa è stato un ponte per la realizzazione della app e soprattutto per il coinvolgimento di Nyno Vargas, autentica celebrità nel settore della musica urbana in stile flamenco, che ha voluto sposare le finalità di AmbaltOnlus: “Sono orgoglioso ed emozionato di poter far conoscere anche in Spagna questa associazione così meritevole. Le onlus sono realtà fondamentali e Ambalt lo è sostenendo le famiglie costrette a vivere momenti molto delicati a causa delle gravi patologie che colpiscono i loro figli,  in integrazione allo Stato e alla sanità pubblica. Metterò a disposizione la mia immagine e in circuito le mie conoscenze affinché l’associazione possa ottenere nuovi amici anche in Spagna e in Europa”.  Il sogno inconfessato del Presidente Santomo sarebbe quello di poter organizzare in futuro una serata con la stella spagnola del flamenco, ora in Italia per concerti e per lanciare il proprio disco, intanto ringrazia la task force made in Espana, che ad Ancona ha anche visitato la Casa della Vita inaugurata ad aprile, protagonista di una collaborazione assolutamente straordinaria, impensata sino a qualche tempo fa: “Siamo pronti al lancio della app che è anche un modo per poter non solo diffondere meglio le finalità dell’associazione ma per darle un futuro più solido. Le persone e i presidenti passano, Ambalt resterà ancora a lungo”, chiude Santomo.   

15/05/2019
Mancati rimborsi per i malati oncologici, Azione in Movimento: "Scelta grave e vergognosa"

Mancati rimborsi per i malati oncologici, Azione in Movimento: "Scelta grave e vergognosa"

"Qualcosa di scandaloso sta accadendo sul fronte sanitario della nostra Regione e noi intendiamo metterlo in evidenza", così in una nota si sono espressi i membri del partito "Azione in Movimento" tornando sulla questione mancati rimborsi spese per i malati oncologici che devono curarsi fuori dalla propria sede di residenza o domicilio. Argomento che ha creato, come era lecito aspettarsi, un vespaio di polemiche, ed in parte smentito dal governatore regionale Ceriscioli (leggi qui). "L’Assemblea regionale con l’approvazione della legge n. 8 del 18/04/2019 ha infatti, tra le altre cose, abrogato una norma che era in vigore dal 1987 (L.R. n. 30 del 18/06/1987) - affermano nella nota i componenti di "Azione in Movimento" Tale dispositivo legislativo all’art. 1 prevedeva che …“I cittadini residenti nei comuni della regione Marche che necessitano di trattamento radioterapico e chemioterapico, nonché di altre prestazioni terapeutiche finalizzate alla cura delle patologie oncologiche hanno diritto: Al rimborso totale delle spese di viaggio dal luogo di residenza o domicilio a quello di cura effettuato con comuni mezzi di trasporto pubblico o con autoambulanza. La misura del rimborso per le spese di viaggio effettuato con mezzi propri, di famiglia o di terzi è pari a 1/5 del costo della benzina super, vigente nel tempo, per ogni chilometro percorso. Al rimborso, nella misura massima del 70%, delle spese di mantenimento nel luogo di cura limitatamente al periodo previsto per le prestazioni, purché adeguatamente documentate”. Ebbene questo sussidio, posto in essere 32 anni fa, è stato rimosso dall’art. 46 della citata legge regionale approvata nello scorso aprile. Azione in Movimento ritiene questa scelta molto grave e vergognosa, tanto più perché perpetrata nei confronti di persone sofferenti e bisognose che vivono momenti particolari e delicati della propria vita e necessitano anche della vicinanza delle Istituzioni"- continuano nella nota - . "L’attuale maggioranza regionale a guida PD purtroppo non si smentisce mai e continua  sulla strada della cattiva amministrazione, producendo danni su danni a scapito di una collettività sempre più stanca ed arrabbiata. La certezza è che nel 2020 i cittadini marchigiani sapranno scegliere il cambiamento e mandare a casa questa classe politica deleteria ed il nostro Movimento in qualche modo sarà coinvolto in questo percorso al fine di ridare dignità ad una comunità e ad un territorio fin troppo mortificati". 

14/05/2019
Conad rileva i supermercati Auchan lanciando la sfida alla Coop

Conad rileva i supermercati Auchan lanciando la sfida alla Coop

Il gruppo Conad rileva i supermercati e ipermercati Auchan in Italia. È stato firmato l'accordo con Auchan Retail per l'acquisizione della quasi totalità di attività nel Paese, 1600 punti vendita del territorio nazionale entrano nella rete Conad. Per il perfezionamento però dell'accordo servirà che si pronunci l'Antitrust, il closing è comunque previsto per il secondo semestre di quest'anno. Con l'acquisizione delle attività italiana di Auchan, Conad diventerà il gruppo leader in Italia nella grande distribuzione, scalzando così la Coop, con una quota di mercato che salirà dal 13 al 19% e un fatturato aggregato che, su base pro-forma e facendo riferimento ai dati 2018, si attesta a 17,1 miliardi di euro.    

14/05/2019
Lauretum 3: esercitazione di protezione civile a Loreto (FOTO E VIDEO)

Lauretum 3: esercitazione di protezione civile a Loreto (FOTO E VIDEO)

Si è svolta venerdì 10 maggio la fase centrale dell’esercitazione di protezione civile denominata Lauretum 3, giunta alla terza edizione e organizzata dall’Aeronautica Militare- Centro di Formazione Aviation English (Cen.For.Av.En.) e il Comune di Loreto (AN) con la collaborazione della Protezione Civile di Loreto. L’attività ha visto il coinvolgimento anche della Croce Rossa Italiana, Vigili del fuoco, Carabinieri e Polizia Municipale di Loreto, la Prefettura di Ancona e la partecipazione dell’Istituto “Einstein-Nebbia” di Loreto.        A dare il via all’esercitazione è stata la simulazione di un evento sismico di magnitudo 5.1 con epicentro sulla costa tra Marcelli e Porto Recanati.  In particolare la richiesta di soccorso da parte del dirigente scolastico dell’Istituto “Einstein-Nebbia”,  ha avviato l’attività di ricerca e recupero dei dispersi con squadre di soccorso congiunte e, per l’occasione, sono state impiegate anche le squadre cinofile della Croce Rossa.   Il Cen.For.Av.En. è stato configurato come base logistica per l’allestimento di una postazione medica avanzata e come area di atterraggio di un HH-139 dell’83° gruppo del 15° Stormo di Cervia (FC) per l’evacuazione sanitaria d’emergenza dei feriti gravi. Come sottolineato dal Colonello Davide Salerno, comandante del Cen.For.Av.En., al termine della Lauretum, "l’esercitazione, in linea con le direttive del Comando delle Scuole dell’A.M./3° R.A. di Bari, ha lo scopo di addestrare il personale ad affrontare una reale emergenza sul territorio, lavorando in sinergia con tutti gli operatori dello Stato coinvolti nel supporto alla popolazione locale e testare così il funzionamento della macchina dei soccorsi".  A seguire l'attività anche un AM-X del 51° Storno di Istrana che ha effettuato attività di ricognizione grazie alla presenza, sotto la fusoliera, di un POD reccelite che consente di effettuare attività di ricognizione video-fotografica su obiettivi terrestri da media e alta quota, sia di giorno che di notte. Importante il coinvolgimento diretto degli istituti scolastici per formare e sensibilizzare la componente più recettiva della popolazione contribuendo a diffondere la cultura della prevenzione. L’esercitazione si concluderà il giorno 14 maggio con un seminario finale presso l’aula magna del Cen.For.Av.En. che ospiterà gli studenti dell’ Istituto “Einstein-Nebbia” e durante il quale saranno illustrati i momenti salienti dell’esercitazione a cura dei diversi organismi che hanno preso parte all’iniziativa.  

13/05/2019
Monsignor Fabio Dal Cin Arcivescovo di Loreto in visita al Centro di Formazione Aviation English

Monsignor Fabio Dal Cin Arcivescovo di Loreto in visita al Centro di Formazione Aviation English

Lunedì 13 maggio S.E. Mons Fabio Dal Cin, Arcivescovo di Loreto e Delegato Pontificio per il Santuario della Santa Casa e per la Basilica di Sant’Antonio di Padova, ha visitato il Centro di Formazione Aviation English (Cen.For.Av.En.) di Loreto. Ad accoglierlo, il Colonnello Davide Salerno, comandante del Cen.For.Av.En. che, insieme al Vice Comandante, il Colonnello Luca Massimi, ha illustrato le attività del Reparto, in particolare  l’innovativa metodologia didattica che vede lo studente al centro dell’insegnamento grazie allo sviluppo di lavori di gruppo, all’utilizzo dei laboratori e allo studio di casi specifici. Sua Eccellenza Mons. Dal Cin, durante la visita, ha potuto assistere ad una presentazione dell’innovativo metodo d’insegnamento che viene utilizzato al Cen.For.Av.En. basato sulla tecnologia “Apple Educational” che offre il vantaggio ai frequentatori di avere accesso alla piattaforma didattica 24 ore su 24, di poter vedere filmati in lingua originale, con o senza sottotitoli, e di fare, contestualmente, il relativo quiz di comprensione. La visita è stata anche l'occasione per incontrare una classe del corso di inglese e per vedere le strutture didattiche, tra cui uno dei laboratori,  dove si effettuano i test che permettono, ogni anno, di certificare la conoscenza linguistica di oltre 2000 frequentatori. La visita si inserisce nel quadro delle consolidate relazioni esistenti tra l’Aeronautica Militare e le istituzioni ecclesiastiche, che proprio a Loreto si sono spesso trasformate in concrete iniziative di solidarietà. L’attuale Cen.For.Av.En. dell’Aeronautica Militare, è ubicato infatti all’interno delle strutture inizialmente sede dello storico Istituto Francesco Baracca che, dal 1930 per oltre 50 anni, svolse a Loreto attività meritorie a favore degli orfani di aeronauti caduti in servizio e che si trovavano in cattive condizioni finanziarie, attraverso l’Opera Nazionale Figli degli Aviatori. Un legame questo che a Loreto è ancor più sentito dato che la Virgo Lauretana è venerata in tutti i Reparti dell'Aeronautica Militare, quale patrona degli aeronauti. Al termine della visita S.E. Mons. Dal Cin ha firmato l’Albo d’Onore.      Il Cen.For.Av.En. dipende dal Comando Scuole /3^ Regione Aerea di Bari e si occupa della formazione e dell’accertamento delle competenze linguistiche del personale dell’Aeronautica Militare, e dell’accertamento e insegnamento dell’inglese aeronautico "Aviation English" ai controllori di volo e personale aeronavigante dell'Aeronautica Militare, ma anche di quello delle altre forze armate e dicasteri. Inoltre provvede alla formazione del personale appartenente a precise specialità che, in accordo a normative europee di settore, impongono un adeguato livello di conoscenza tecnico-linguistica per il conseguimento della “licenza di manutentore aeronautico”.

13/05/2019
Rimborso spese ai malati oncologici, Leonardi: "Parziale dietrofront di Ceriscioli è simbolo di una sanità alla deriva"

Rimborso spese ai malati oncologici, Leonardi: "Parziale dietrofront di Ceriscioli è simbolo di una sanità alla deriva"

"La vicenda dell'abrogazione della legge regionale n. 30 del 1987 che determinava i rimborsi spese ai malati oncologici sta assumendo i toni del grottesco" – a dichiararlo è la capogruppo regionale di Fratelli d'Italia Elena Leonardi.   "Ricordo – continua Leonardi – che è stata la cosiddetta legge regionale "omnibus" a eliminare quelle norme che permettevano ai malati di tumore di avere il rimborso per le spese di mantenimento nei luoghi di cura e i rimborsi per i viaggi con mezzi propri o di famiglia. Questa legge fu votata contro soltanto dalla sottoscritta e da un altro consigliere regionale, ma votata a favore da tutto il Pd che ha causato pertanto la decadenza della possibilità di rimborso per i malati oncologici che si fanno curare in zone diverse dal loro luogo di residenza".   "Come Vicepresidente Commissione Sanità, d'accordo con il Presidente Volpini e altri commissari, avevamo deciso di redigere un atto che ripristinasse questa pura ingiustizia, molte infatti, sono state le segnalazioni che mi sono arrivate da malati che si sono visti addirittura negare la consegna del modulo per chiedere il rimborso delle spese sostenute per le cure a causa dell'abrogazione improvvisa della legge - continua la Leonardi -. Uno "scivolone" quello del Pd che le dichiarazioni in conferenza stampa del presidente Ceriscioli non hanno saputo recuperare a pieno, non si sentono del tutto rassicurati quei malati che sono stati sino ad ora seguiti in reparti fuori dalla Regione a cui le decisioni della Giunta non garantisce la continuità del percorso intrapreso."   "La novità della Commissione esaminatrice che valuterà l'opportunità delle scelte fuori regione sa tanto di censura preventiva - si chiede Elena Leonardi - : è una forma coercitiva alla libera scelta? Chi afferma se un servizio qui è di qualità piuttosto che in un altro luogo per un malato oncologico che decide di fare centinaia di chilometri in viaggi con la speranza della guarigione? Per bloccare la mobilità passiva servono investimenti sui reparti che vanno valorizzati perchè siano eccellenze regionali e nazionali e non lo spauracchio per malati disperati di non potersi pagare le cure migliori! Un altra vicenda, prosegue l'esponente di Fratelli d'Italia, che la dice lunga sulla situazione della sanità pubblica regionale e sull'assenza di un vero e proprio assessore che si coordini in maniera trasparente e razionale con la IV Commissione Permanente."   "Quello che è scandaloso - conclude Leonardi - è che, come accade a volte in Consiglio Regionale, i consiglieri della maggioranza non sanno nemmeno bene cosa vanno a votare quando si tratta soprattutto di norme che la Giunta fa calare dall'alto. "

13/05/2019
A Fabriano la decima edizione del The Best Economic Forum ESG89 Umbria-Marche (FOTO E VIDEO)

A Fabriano la decima edizione del The Best Economic Forum ESG89 Umbria-Marche (FOTO E VIDEO)

Si è tenuta venerdì 10, nella splendida location del Resort Marchese Del Grillo di Fabriano, la decima edizione del The Best Economic Forum ESG89 Umbria-Marche. Presenti i rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali, delle associazioni di categoria industriali e artigiane, dei docenti universitari, degli imprenditori e dei sindacati. “Sarà questo il giorno dedicato alla conoscenza delle società più performanti invitate a confrontarsi in un contesto partecipativo aperto a tutti gli attori del panorama economico nazionale e internazionale” aveva riferito Giovanni Giorgetti, Presidente Esg89 Group, alla vigilia del convegno. Sono stati quattro i temi strategici che hanno scandito la giornata: infrastrutture materiali e immateriali; importanza della sub-fornitura della meccanica e le strategie per offrire i propri talenti a livello globale; i Fondi Europei per un nuovo modello di sviluppo economico e infine start-up e best companies, i nuovi imprenditori a confronto con quelli di successo per superare gli ostacoli dei primi anni di vita dell’impresa. Quattro temi cardine che hanno fatto da contorno alle due protagoniste della giornata: l’Umbria e le Marche. "Siamo oramai tutti consapevoli – ha aggiunto Giorgetti, coordinatore dei lavori – che i territori sono il motore di sviluppo per l’economia. Partendo da ciò è necessario investire e premiare quegli imprenditori che continuano a investire nelle due Regioni.” “Insieme possiamo sicuramente fare moltissimo – è stato il giudizio unanime di tutti gli attori che si sono seduti alla tavola rotonda organizzata da ESG89 – e combattere la desertificazione che, soprattutto negli ultimi due anni, ha colpito i nostri territori.” Concordi i protagonisti della giornata anche nel trovare un punto di accordo con l’Unione Europea e nel bisogno di creare un modello di sviluppo che restituisca lavoro ai giovani: proprio in questo senso è necessario fare rete e creare sinergia per combattere la desertificazione e anzi, portare le nostre eccellenze e il Made In Italy, oltre i confini nazionali. Tante le testimonianza di imprese e aziende che hanno resistito nelle Marche e nell’Umbria; tra queste la Nuova Simonelli Group, la Fileni Simar, l’Ariston Thermo Group.

13/05/2019
Inaugurato a San Benedetto del Tronto il "Poly_Lab", laboratorio scolastico a servizio di alunni e genitori

Inaugurato a San Benedetto del Tronto il "Poly_Lab", laboratorio scolastico a servizio di alunni e genitori

Inaugurato al plesso Manzoni Isc Nord di San Benedetto del Tronto il laboratorio polifunzionale “Poly_Lab”. Si tratta di un laboratorio al servizio delle discipline, della creatività degli alunni e dei genitori. La didattica vive un momento di stravolgimento ed innovazione tecnologica ma è importante non perdere il contatto con il mondo reale, con la creatività: l’idea di realizzare questo laboratorio nasce in risposta al bando FacciAmo Scuola, condiviso durante una specifica riunione del 2 maggio 2018, presieduta dal Dirigente Scolastico con la presenza di alcuni docenti dell’ISC NORD, dei rappresentanti dei genitori delle classi del Plesso Manzoni, della rappresentante di quartiere, degli alunni della classe 3AM e di alcune ex alunne tutor ora liceali. In tale seduta è stata condivisa la finalità di realizzare, nel plesso Manzoni, un laboratorio che avesse come nucleo centrale lo sviluppo e il potenziamento della capacità progettuale e della manualità dei nostri giovani, figli dell’epoca del digitale, molto abili con la tecnologia, in particolare con i cellulari, e meno nella progettualità e nella manualità semplice. “Poly_Lab” sarà un luogo del fare dove le attività che si svolgeranno richiedono azioni progettate e realizzate in contesti sociali, e “luogo del sapere” non solo in termini di conoscenze e abilità disciplinari ma di competenze e quindi di un sapere critico, metacognitivo orientato alla consapevolezza di sè. Autoconsapevolezza e strumenti di orientamento legati soprattutto verso la pratica di lavoro. Inoltre, in quanto capace di accogliere le diverse esigenze formative, esso assume un’impronta particolare soprattutto per l’accoglienza di quegli studenti che si discostano dal normale percorso scolastico al fine di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Nel contempo le attività del laboratorio saranno realizzate in modo da sviluppare le materie STEM acronimo che si riferisce alle discipline Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica. Compito dell’insegnante sarà cercare, individuare gli interessi dell’alunno, interessi che non vanno né repressi né lusingati, ma coltivati, in quanto offrono il riferimento, l’argomento e la materia sui quali operare con efficacia sul piano educativo. Compito dei familiari sarà quella di supportare i ragazzi e i docenti nel percorso dell’apprendimento-apprendistato. Ad accogliere gli invitati al taglio il Dirigente Scolastico Prof.ssa Giuseppina Carosi, la Fiduciaria del Plesso Miscia Sabrina Vallorani, la Fiduciaria del Plesso Manzoni Monica Domizi, il Referente del progetto Prof. Roberto Granato Raggi insieme alle  collaboratrici Prof.sse Grazia Caselli e Roberta Schifone. Presenti i consiglieri regionali Romina Pergolesi, Gianni Maggi, Piergiorgio Fabbri e Peppino Giorgini, i rappresentanti d’Istituto dei genitori, gli alunni della scuola primaria e secondaria del Plesso Manzoni, i genitori. Si è svolto anche un dibattito tra i partecipanti moderato da Marco Moscatelli a cui poi è seguita la visita e la presentazione degli spazi del nuovo laboratorio, dei lavori già realizzati e condivisione delle esperienze vissute nel laboratorio da parte degli allievi. Erano presenti: la dirigente scolastica Giuseppina Carosi, la professoressa Grazia Caselli e il prof Granato Raggi Roberto. Sono intervenuti inoltre il senatore M5S Giorgio Fede e i consiglieri regionali Pierpaolo Fabbri e Peppino Giorgini che hanno contribuito al finanziamento del progetto.

Scritto offensive sulle mura della Questure di Ancona: denunciato anche un 22enne maceratese

Scritto offensive sulle mura della Questure di Ancona: denunciato anche un 22enne maceratese

L'episodio si è verificato nella notte tra il 25 e il 26 aprile. Due persone, incappucciate, sono state riprese dalle telecamere di videosorveglianza intorno alla mezzanotte mentre erano intente a imbrattare i muri esterni della Questura di Ancona; tra le scritte anche "fuck police". I due non si sono però limitati alle mura del pubblico edificio ma hanno anche preso di mira alcune auto in sosta. Dopo che i due sono stati identificati, in seguito alle indagini condotte dal vice Questore Carlo Pinto, sono subito scattate le perquisizioni domiciliari. Le forze dell'ordine, all'interno delle abitazioni, hanno trovato materiale idoneo a provare la responsabilità per i reatidi imbrattamenti e deturpazione di cose esposte a fede pubblica. I due responsabili sono un ragazzo di Macerata e una ragazza di Ancona, entrambe 22enni. Oltre alla denuncia, per il giovane, il questore di Ancona Claudio Cracovia, ha emesso un foglio di via per tre anni dalla provincia dorica.  

12/05/2019
Il sindaco di Pesaro 'bacchetta' Google: "Su Maps va indicato percorso in bici"

Il sindaco di Pesaro 'bacchetta' Google: "Su Maps va indicato percorso in bici"

"Caro Google, così non va". Questo l'eloquente titolo di un post apparso sulla bacheca Facebook del sindaco di Pesaro Matteo Ricci, che "bacchetta" il colosso informatico per via della mancanza dell'indicazione del tempo di percorrenza in bici relativo ai tragitti nella propria città.  "In Italia, il principale navigatore on Line al mondo non indica la bicicletta come mezzo di trasporto per la mobilità in città. È un grande errore - sottolinea Ricci nel post - e abbiamo scritto a Google per modificarlo e per fare di Pesaro la prima città dove sperimentare l’indicazione in bici nei tragitti in città". "Grazie alla bicipolitana, la bicicletta è, molto spesso, il mezzo più comodo, più veloce e meno costoso.  Tutta l’Italia deve spingere la mobilità ciclabile, - sottolinea Ricci - anche perché con le nuove e-Bike (con pedalata assistita) sarà più agevole fare percorsi più lunghi e con salite!". "Caro Google così proprio non va. Bisogna cambiare e noi ci siamo" conclude il primo cittadino pesarese su Facebook. 

12/05/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Direttore Editoriale: Alessandra Bastarè

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433