Fermo

Tenta di aggredire la controllora sul treno: ragazza costretta a fuggire in un bar

Tenta di aggredire la controllora sul treno: ragazza costretta a fuggire in un bar

Tenta di aggredire la giovane controllora sul treno. La ragazza scappa e trova rifugio nel bar della stazione. Lui la insegue ma viene bloccato da alcuni avventori fino all'arrivo dei carabinieri. È successo ieri pomeriggio alla stazione ferroviaria di Porto San Giorgio (Fermo). Erano circa le 16.30 quando dai binari è scattata una richiesta di intervento al numero unico emergenze 112 per un uomo  che aveva tentato di aggredire la verificatrice a bordo di un treno. Non si conoscono con precisione i motivi che hanno portato quell'uomo a dare in escandescenze, ma la giovane è stata costretta a scendere di corsa dal treno (fermo in stazione) e trovando rifugio nel bar. L'uomo l'ha inseguita ma è stato bloccato da alcuni avventori. Pochi istanti dopo sono arrivati i carabinieri che hanno identificato l'uomo per poi mettersi al lavoro per ricostruire l'accaduto. Con l'ausilio dei cittadini intervenuti per proteggerla e dei carabinieri, la donna è risalita sul treno per continuare il suo lavoro. L'uomo è stata trattenuto fino alla ripartenza del convoglio: ora rischia la denuncia

27/04/2024 10:32
Scoppia incendio in una legnaia, le fiamme si propagano a un'auto e uno scooter

Scoppia incendio in una legnaia, le fiamme si propagano a un'auto e uno scooter

Scoppia incendio in una legnaia, le fiamme si propagano a un box auto. I vigili del fuoco sono intervenuti, alle 04:30 circa della mattinata di oggi, a Polverigi  in via Ripe, per l’incendio di un annesso adibito a legnaia adiacente a un box auto. Coinvolti nell’incendio anche un’autovettura e uno scooter che erano all’interno del box. Le squadre  di Osimo e Ancona, con due autobotti, hanno spento il fuoco con l’ausilio di liquido schiumogeno e messo in sicurezza l’intera zona dell’intervento. Nessuna persona è rimasta coinvolta, ma restano da capire le cause del rogo .

26/04/2024 10:13
Carenze igieniche in una ditta di macellazione e irregolarità in un'azienda agricola: due denunce

Carenze igieniche in una ditta di macellazione e irregolarità in un'azienda agricola: due denunce

Controlli sul lavoro: irregolarità riscontrate in un'azienda agricola di Fermo e in una ditta di macellazione di Grottazzolina. Denunciati dai carabinieri i titolari e sanzioni per un totale di 29mila euro. I militari dell'Arma hanno portato a termine due operazioni di controllo a Grottazzolina e Fermo, che hanno coinvolto il Nucleo Ispettorato del Lavoro, il Nas di Ancona, il Nucleo Operativo Ecologico di Ancona. A Grottazzolina, l'attività ispettiva ha portato alla luce "gravi carenze" in una ditta di macellazione, di proprietà di un 54enne di Montappone. Tra le irregolarità riscontrate la mancata idoneità dei dispositivi di estinzione incendi e il pericolo di caduta per i lavoratori. Denunciato in stato di libertà il titolare, con sanzioni pecuniarie per 9.000 euro. La ditta è stata sanzionata per carenze igieniche e per l'inosservanza delle procedure Haccp.  Contemporaneamente, controlli in una azienda agricola di Fermo dai quali sono emerse la mancanza di una viabilità interna adeguata, l'assenza di sistemi idonei per l'accesso ai posti di lavoro temporanei in quota e la non conformità delle attrezzature di lavoro. Mancanze che hanno portato alla denuncia del 35enne titolare dell'azienda, e all'applicazione di sanzioni amministrative per 20mila euro.   

24/04/2024 11:50
Falsifica testamenti del cugino morto per eredità da 1,8 milioni: denunciato un uomo

Falsifica testamenti del cugino morto per eredità da 1,8 milioni: denunciato un uomo

L’amministratore di sostegno falsifica due testamenti del cugino defunto e intasca un'eredità da 1,8 milioni di euro, ma viene scoperto dalla guardia di finanza e denunciato.  Le indagini sono partite dalla denuncia di un erede legittimo e hanno consentito ai finanzieri di Fermo di accertare la falsità dei testamenti pubblicati un mese dopo la morte dell'assistito, sottoposto ad amministrazione di sostegno per il suo stato vegetativo e incapacità di intendere e di volere. A pubblicarli l'amministratore di sostegno, cugino del defunto: in base ai due testamenti risultava che, con il primo, l'assistito aveva nominato il suo amministratore di sostegno erede universale e con il secondo la moglie dell'amministratore beneficiaria di una polizza vita.  Mediante consulenza grafologica-calligrafica è stata appurata la falsità dei testamenti, che sarebbero stati scritti dall'amministratore di sostegno di proprio pugno. Una volta acquisito il patrimonio di 1,8 milioni di euro, l'erede illegittimo e la sua famiglia hanno posto in essere una serie di operazioni finanziarie diversificate, investendo in titoli una parte della somma. Il denaro presente sui conti e i valori mobiliari acquistati sono stati sequestrati.  L'amministratore è stato denunciato per falsità in testamento olografo, cambiale o titoli di credito, falsità materiale commessa dal privato e falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

23/04/2024 16:10
Marche, "non esiste al momento un'emergenza Dengue": riunione operativa del Gores

Marche, "non esiste al momento un'emergenza Dengue": riunione operativa del Gores

Nelle Marche non esiste al momento una emergenza Dengue. Il Gruppo operativo regionale emergenze sanitarie (Gores) si è riunito nei giorni scorsi per individuare strategie al fine di ridurre il rischio di trasmissione del virus sul territorio regionale e migliorare le attività di sorveglianza e prevenzione, non solo della Dengue ma anche delle altre malattie trasmesse da vettori (come Zika, West Nile, Chikungunya, etc).   "La riunione del Gores ha prodotto una serie di indicazioni rivolte ai molteplici attori in campo. L’azione di monitoraggio e controllo parte da porti e aeroporti, potenziali siti a rischio di introduzione di nuove specie di zanzare invasive, che sono già presidiati grazie alle attività messe in essere dall’Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera" (Usmaf), comunica la Regione Marche. "Saranno presi accordi con Anci per dettare linee di indirizzo utili a migliorare le attività che vedono i Comuni tra i principali protagonisti, in special modo le azioni di monitoraggio entomologico e di lotta alla zanzara tigre, perseguendo la massima riduzione possibile della densità di popolazione delle zanzare". "I dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie territoriali delle Marche saranno progressivamente coinvolti nelle attività di sorveglianza integrata della Dengue mentre la rete trasfusionale della Regione ha già verificato le attività di emovigilanza e ha rafforzato le misure di prevenzione delle infezioni in caso di donazioni di sangue, organi, tessuti e cellule staminali emopoietiche". "Fondamentale sarà l’attività di collaborazione dei medici di Medicina Generale, dei pediatri di libera scelta, degli Ordini professionali e delle Società Scientifiche per le attività di sorveglianza dei casi umani di dengue su tutto il territorio regionale grazie alla individuazione precoce dei casi sospetti di malattia, per contrastare la catena di trasmissione del virus dalle zanzare infette alle persone". "Il materiale informativo ministeriale, di volta in volta disponibile, sarà diffuso sul territorio regionale con la finalità di incoraggiare l’adozione di misure preventive da parte dei singoli cittadini. La riunione del Gores ha rappresentato un importante momento di coinvolgimento istituzionale e confronto utile e necessario tra i molteplici attori coinvolti per garantire un approccio integrato e una risposta efficace".  

22/04/2024 16:00
Aggredisce la moglie poi si barrica in casa: arrestato un 67enne

Aggredisce la moglie poi si barrica in casa: arrestato un 67enne

Doppio episodio di violenza nei confronti delle donne nel Fermano: un 67enne è stato arrestato, mentre per una altro uomo è scattato l’ammonimento del questore. I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato di un individuo di 67 anni, residente a Porto San Giorgio per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. L'intervento ha preso avvio da una segnalazione d'emergenza ricevuta al numero 112, attraverso la quale si richiedeva aiuto per un episodio di violenza domestica in atto a Grottazzolina. L'indagato, al termine di una discussione riconducibile a questioni sentimentali, aveva aggredito la moglie causandole lesioni. Al momento dell'intervento, l'uomo ha mostrato un atteggiamento di forte resistenza, barricandosi in casa per sottrarsi all'identificazione e minacciando ritorsioni legali nei confronti dei militari intervenuti, che sono tuttavia riusciti ad accedere all'abitazione e a procedere con l'arresto. Il 67enne, denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale, è stato posto agli arresti domiciliari. Alcuni giorni fa i poliziotti sono intervenuti, su richiesta di una giovane donna, in un appartamento sul litorale fermano, residenza di un'amica della richiedente. La donna è riuscita a contattare il numero di emergenza mentre è stata aggredita dal compagno che, in preda a un incontrollabile raptus di gelosia, l’ha offesa con frasi ingiuriose e l’ha percossa storcendole le dita della mano. Nel corso della lite era presente l’amica della donna la quale ha fornito una completa descrizione dei fatti avvenuti motivo per il quale l’ufficio specializzato della Divisione Anticrimine, dopo il nulla osta dell’autorità giudiziaria, ha avviato a una rapida istruttoria che si è conclusa con la proposta al questore del provvedimento di ammonimento.

22/04/2024 12:00
La Virtus Servigliano fa la storia del tennistavolo: promossa in serie A1 da matricola

La Virtus Servigliano fa la storia del tennistavolo: promossa in serie A1 da matricola

Virtus in serie A1 nel tennistavolo maschile. Sabato 20 aprile, ore 17.32: un momento che resterà nella storia. La matricola di Servigliano, al primo anno in serie A2, stupisce tutti e conquista la promozione in serie A1, massimo campionato italiano. Nell’ultima giornata di campionato la squadra giallorossa ha battuto 4-2 l’Antoniana Pescara mandando in visibilio i tifosi che hanno gremito il palasport di Servigliano. In tribuna le massime cariche dello sport regionale: Fabio Luna, presidente del Coni Marche, e Marco Berzano, presidente del comitato regionale Marche della Federazione italiana tennistavolo. Tra il pubblico anche Rossano Romiti, presidente della Yuasa Battery Grottazzolina, e la leggenda Enrico Macerata, che con la maglia della Vita Mirella vinse 4 scudetti proprio nel tennistavolo. Un match tiratissimo, quello diretto dall’arbitro Alberto Sabbatini. Pescara avanti con la vittoria di Massarelli su Cerza (3-1), poi il pareggio grazie al baby prodigio Danilo Faso contro Galdieri (3-0). A questo punto è stato molto importante la vittoria del nigeriano Etim di fronte a Minervini (3-0). Sul 2-1, gli ospiti hanno avuto uno scatto d’orgoglio con Massarelli che ha regolato Faso (3-1). Sul punteggio di 2-2, con due partite ancora da disputare, la Virtus Servigliano ha tirato fuori gli artigli e ha trionfato negli ultimi due singolari: il capitano Cerza ha sconfitto 3-0 Minervini, poi ha pensato Etim a chiudere 3-2 contro Galdieri al termine di una gara tiratissima. Finale: Virtus Servigliano 4, Antoniana Pescara 2. "Si tratta di una giornata storica per la piccola Servigliano - dice Fabio Paci, fondatore e presidente della Virtus Servigliano -. Avevamo impostato la stagione per una salvezza tranquilla basata sulla crescita del 13enne Danilo Faso che è esploso in maniera esponenziale attestandosi tra i migliori giocatori della categoria. Ringrazio davvero tutti: giocatori, dirigenti, sponsor, soci. La Virtus è nata 12 anni e fa abbiamo centrato ben 7 promozioni. Abbiamo vinto tutti i campionati sul campo, partendo dalla D2 che è il campionato di base regionale. Una galoppata trionfale". "Grande Danilo Faso, basilare il capitano Matteo Cerza, una scoperta il nigeriano Orok Etim Effiong, importanti a dare solidità alla squadra il cinese Li Weimin e il bulgaro Daniel Gaybakyan”, aggiunge Paci. Renato Di Napoli, presidente nazionale della Fitet, è stato il primo a complimentarsi con la squadra serviglianese. Così il sindaco Marco Rotoni: "Un risultato storico, organizzerò un ricevimento ufficiale dedicato alla Virtus Servigliano".

21/04/2024 17:33
La Virtus Servigliano in Serie A1: un'utopia vicina a diventare realtà grazie al talento 13enne Danilo Faso

La Virtus Servigliano in Serie A1: un'utopia vicina a diventare realtà grazie al talento 13enne Danilo Faso

La Virtus tennistavolo Servigliano è a un passo dalla storica promozione in serie A1. Sabato 20 aprile, con inizio alle ore 15, i giallorossi ospiteranno l’Antoniana Pescara e i conti sono semplici da fare: basterà un pareggio per festeggiare la conquista della massima serie. Il match avrà luogo nella palestra comunale di via Trieste e sarà ad ingresso libero. Momento atteso da tutti, sono anni che le Marche non hanno un club in A1. Dopo gli scudetti conquistati dalla gloriosa Vita Mirella di Sant’Elpidio a Mare e dal Senigallia, il tennistavolo nella nostra regione aveva perso un po' di smalto e adesso con la scalata della Virtus il sogno di riconquistare la massima vetrina tricolore è davvero vicino. Al palasport di Servigliano, tra il pubblico, sono attesi Fabio Luna (presidente del Coni Marche), Marco Berzano (presidente della Fitet Marche) e Massimo Costantini, il più forte pongista italiano di tutti i tempi con ben 452 presenze con la maglia della Nazionale. In prima fila, come sempre, ci sarà il sindaco Marco Rotoni che è un super tifoso della Virtus. Massima concentrazione in seno alla squadra che sta portando a termine un campionato veramente importante contro team che vantano anche mezzo secolo di tradizione. Come sempre, la Virtus avrà come numero uno in campo il 13enne Danilo Faso, il miglior giovane della Nazionale italiana. La società un anno fa ha puntato decisamente sulla valorizzazione di Faso e lo "scugnizzo" italiano di origini francesi ha sbalordito tutti vincendo a ripetizione, anche a livello internazionale, con la Virtus e con la maglia della Nazionale. Su 25 incontri di campionato, Danilo Faso ne ha vinti ben 23 ed è il miglior giocatore della categoria. Faso avrà il supporto del capitano Matteo Cerza, del nigeriano Orok Etim Effiong, del cinese Li Weimin e del bulgaro Daniel Gaybakyan. Eccoli i magnifici cinque della Virtus (tre titolari e due riserve). Cerza e Li Weimin sono al quinto anno con la maglia della Virtus, che li ingaggiò dal Terni quando la società del presidente Fabio Paci era ancora in serie B2. Una lunga galoppata, dunque, con tante soddisfazioni reciproche. Orok, al debutto nel campionato italiano, è un’altra piacevole sorpresa e anche la settimana scorsa a Torre del Greco ha dato spettacolo. Importante poi il sostegno di Gaybakyan. L’Antoniana Pescara deve ottenere un punto per garantirsi la matematica permanenza in serie A2 e si affida al terzetto ormai collaudato composto da Maurizio Massarelli, Roberto Minervini e Mattia Galdieri. L’incontro è affidato all’arbitro Alberto Sabbatini e si annuncia molto spettacolare, viste le caratteristiche dei pongisti. La Virtus Servigliano, fondata appena 12 anni fa, ha già vinto sei campionati: D2 (nel 2014), D1 (2015), C2 (2018) a livello regionale; C1 (2019), B2 (2020) e B1 (2023) a livello nazionale. Tutte promozioni conquistate sul campo, con sacrifici e orgoglio da parte di una società che ha saputo dialogare con il territorio e portare avanti un progetto importante.

19/04/2024 19:05
Un premio in memoria della dottoressa Isabella Paolino: "I valori condivisi non si perdono mai"

Un premio in memoria della dottoressa Isabella Paolino: "I valori condivisi non si perdono mai"

L’associazione italiana di Psicogeriatria nazionale istituisce un premio in ricordo della dottoressa Isabella Paolino, neurologa dell’ospedale di Fermo, e presidente della stessa associazione, che è venuta a mancare alcuni giorni fa dopo una malattia che non le ha lasciato scampo. "Per tutti noi che abbiamo avuto il privilegio di conoscerla e lavorare insieme è un dolore immenso. Era una persona straordinaria con grandi doti umane e professionali”, si legge in una nota di Manuela Berardinelli, presidente dell’associazione Alzheimer Uniti Italia. “I valori condivisi però non si perdono mai – prosegue - diventano parte di noi e per questo, per onorarne la memoria e dare continuità al suo generoso impegno, che il professor Diego De Leo (presidente nazionale dell’associazione italiana di Psicogeriatria) unitamente al coordinatore dei presidenti delle sezioni regionali italiane Carlo Serrati, raccogliendo l’appello dei colleghi neurologi, geriatri, psichiatri, psicologi Aip delle Marche, ha deciso di istituire un premio a nome della dottoressa Paolino, un riconoscimento che sarà a favore di un giovane iscritto Aip e relatore al prossimo Consiglio nazionale". “Come Alzheimer Uniti Italia siamo veramente lieti di questo riconoscimento alla memoria di una dottoressa che  con generosità si dedicava agli altri – sottolinea Berardinelli - viveva la sua professione come una vera missione, con un grande rispetto ed attenzione per gli altri, in particolare per la persona fragile”.

19/04/2024 16:40
"Riapre la galleria Vinci e stop ai cantieri lungo l'A14": l'annuncio di Acquaroli

"Riapre la galleria Vinci e stop ai cantieri lungo l'A14": l'annuncio di Acquaroli

"Verrà riaperta dalle prime ore di domani mattina, giovedì 18 aprile, in anticipo di 6 giorni rispetto ai tempi previsti, la galleria Vinci dell'A14 tra Pedaso e Grottammare, danneggiata da un incendio in seguito all'incidente avvenuto lo scorso 4 aprile". Lo fa sapere in un post su Facebook il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli. "La riapertura al traffico - spiega Acquaroli - è stata possibile grazie al lavoro di una squadra di 40 uomini e 25 mezzi messa in campo dalla Direzione di Tronco di Pescara di Autostrade per l'Italia, che ha lavorato ininterrottamente in queste settimane e che ringrazio per aver reso possibile in tempo stretti il ripristino dell'opera". "Con la riapertura della Galleria Vinci, si avvia il periodo di sospensione dei cantieri lungo il tratto marchigiano - conclude - che partirà dalla ore 6 di domani e proseguirà fino alle ore 22 di lunedì 6 maggio, al fine di agevolare gli spostamenti per le festività del 25 aprile e del 1 maggio".

17/04/2024 19:50
Serie C, Recanatese ko a Cesena: si profila un play-out tutto marchigiano

Serie C, Recanatese ko a Cesena: si profila un play-out tutto marchigiano

La Recanatese si arrende alla capolista Cesena, già promossa in Serie B, nel posticipo della trentaseiesima giornata di Serie C. Vittoria netta per i cavallucci marini, che nel primo tempo hanno indirizzato il risultato con le reti di Berti e Corazza. Al 90' è arrivato poi anche il gol del definitivo 3-0, con la doppietta personale firmata da Berti. I giallorossi rimangono dunque a 37 punti e vedono superarsi in classifica dall'Ancona, che con la vittoria di sabato sul Sestri Levante è salita a quota 38. In questo momento, a due giornate dalla fine, i playout vedrebbero una battaglia tutta marchigiana, con Ancona, Recanatese, Vis Pesaro e Fermana coinvolte nella zona rossa. Nella prossima giornata l’Ancona sarà di scena a Pescara, la Recanatese ospiterà il Gubbio, la Fermana farà visita alla Juventus Next Gen, mentre la Vis Pesaro si giocherà l’ultima, seppur difficilissima, chance per la salvezza diretta contro il Sestri Levante. Tutte le squadre scenderanno in campo in contemporanea domenica 21 aprile alle 16:30.

16/04/2024 12:00
Sicurezza sul lavoro e salari dignitosi: Cgil e Uil dichiarano lo sciopero generale nelle Marche

Sicurezza sul lavoro e salari dignitosi: Cgil e Uil dichiarano lo sciopero generale nelle Marche

"Oltre 40 incidenti sul lavoro al giorno. I più penalizzati sono giovani e precari in un mercato del lavoro che vede meno del 10% dei contratti attivati nell’ultimo anno a tempo indeterminato".  Queste le motivazioni che hanno portato Cgil e Uil a dichiarare quattro ore di sciopero generale. Nelle Marche sono previste 5 manifestazioni nei capoluoghi di provincia in occasione dello sciopero generale dell’11 aprile, promosso da Cgil e Uil, esteso a 8 ore per tutti i settori privati in seguito ai gravi fatti accaduti sul bacino del lago di Suviana. Le manifestazioni saranno: ad Ancona, dalle 10, con corteo da piazza della Repubblica a piazza del Plebiscito, dove si svolgerà un flash mob in ricordo dei morti sul lavoro nelle Marche nel 2023; a Pesaro, dalle 10.30, in piazza del Popolo; a Macerata, dalle 9.30, in piazza della Libertà; a Fermo, dalle 9, in corso Cavour e ad Ascoli Piceno, dalle 10, in piazza Arringo. Lo sciopero generale è per chiedere maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro, salari e pensioni dignitosi e una riforma fiscale all’insegna dell’equità e della giustizia. Giuseppe Santarelli, segretario generale Cgil Marche, sottolinea che "si sciopera perché, ancora oggi, non c’è un tavolo di confronto a livello nazionale e regionale. Le proposte del ministro Calderone, oltre al fatto che non state condivise dai sindacati, non vanno nella direzione da noi auspicata. È tempo di agire con investimenti, a partire dalle assunzioni di migliaia di ispettori". "Da oltre due anni - spiega la segretaria generale della Uil Marche Claudia Mazzucchelli - abbiamo lanciato la campagna Zero Morti sul Lavoro per denunciare gli inaccettabili bollettini di guerra che siamo costretti a subire ogni giorno. Lo scorso anno nella nostra regione si sono verificati quasi 17mila infortuni, quasi 2 ogni ora. Sono morte 28 persone. Non è degno di un paese civile l’andare al lavoro e non sapere se si riuscirà a tornare a casa ed è per questo che chiediamo leggi più rigorose, lotta alla precarietà, formazione continua per tutti e controlli intensificati sulle norme di sicurezza".

10/04/2024 16:00
Si barrica in casa e minaccia il suicidio: dal terrazzo piatti contro la polizia, si "arrende" dopo 9 ore

Si barrica in casa e minaccia il suicidio: dal terrazzo piatti contro la polizia, si "arrende" dopo 9 ore

Si è barricato in casa, nel suo appartamento al secondo piano di una palazzina in via Nenni, a Lido Tre Archi e, dopo aver minacciato di togliersi la vita, ha iniziato a lanciare oggetti (anche piatti e uova, ndr) dal terrazzo, anche contro polizia e vigili del fuoco. Dopo 9 ore, da ieri notte a stamattina, il giovane ha finalmente deciso di desistere e di lasciarsi curare dal 118. La segnalazione era partita all'una di notte: arrivati sul posto, poliziotti e vigili del fuoco sono stati costretti a tenersi a debita distanza perché il ragazzo ha iniziato a lanciare, dal terrazzo di casa, utensili, bottiglie e ortaggi. Alcuni oggetti hanno anche centrato le Volanti. In casa, con il giovane, anche dei familiari che hanno tentato di farlo desistere ma invano. Le forze dell'ordine e il 115 sono rimasti tutta la notte a presidiare via Nenni che, nel frattempo, è stata chiusa al traffico per questioni di sicurezza. La strada è stata riaperta questa mattina alle 10 quando, dopo una lunga opera di convincimento da parte dei sanitari e delle forze dell'ordine (presente sul posto anche lo psichiatra che ha in cura il ragazzo), il giovane ha deciso di scendere in strada e sottoporsi alle cure dei sanitari che lo hanno accompagnato in ambulanza, scortato da una Volante, all'ospedale.

05/04/2024 14:15
Pensioni Marche? Cgil: "Sempre più povere, le donne le più penalizzate. Occorre invertire la rotta"

Pensioni Marche? Cgil: "Sempre più povere, le donne le più penalizzate. Occorre invertire la rotta"

Le pensioni nelle Marche? Siamo sempre più poveri e vicini a quelli del Sud, con le donne ancora super penalizzate. E’ il quadro che emerge dall’elaborazione Ires Cgil dei dati Inps 2024 sulle pensioni vigenti. Loredana Longhin, Cgil Marche e Vilma Bontempo, Spi Cgil regionale: “Le Marche scivolano verso la povertà, le donne  percepiscono una media di 815 euro in meno rispetto agli uomini. Non rassegniamoci a diventare una regione del Sud. La Regione inverta la rotta prima che sia troppo tardi”. I DATI - Sono 536.919 le prestazioni pensionistiche e assistenziali attualmente erogate dall’INPS nelle Marche di cui 301 mila pensioni di vecchiaia (pari al 56,2% del totale), 24 mila pensioni di invalidità (4,6%), 110 mila pensioni ai superstiti (20,5%), 14 mila pensioni/assegni sociali (2,7%) e 86 mila prestazioni a invalidi civili (16%). Pertanto, le prestazioni di naturale previdenziale rappresentano l’81,3% del totale mentre quelle di naturale assistenziale sono il 18,7%. È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio INPS sulle pensioni vigenti nel 2024 (escluse le gestioni dei lavoratori pubblici), elaborati dall’Ires CGIL Marche. L’importo medio mensile delle pensioni vigenti nelle Marche è di 956 euro lordi, con valori medi che variano dai 1.244 euro delle pensioni di vecchiaia ai 489 euro delle pensioni agli invalidi civili. Nelle Marche, gli importi delle pensioni di vecchiaia sono inferiori a quelli nazionali: -224 euro lordi medi mensili. Particolarmente significativa è la differenza negli importi delle pensioni dei lavoratori dipendenti che, nelle Marche, sono di 1.445 euro, ovvero -264 euro mensili rispetto ai valori medi nazionali e -358 euro rispetto alla media delle regioni del Centro. Ma non solo, considerando il complesso delle gestioni delle pensioni di vecchiaia,  le Marche si posizionano nella parte bassa della classifica,  per importo medio mensile, anche la Campania, la Sicilia e la Sardegna e la Puglia, hanno importi più alti. Nelle Marche 303mila prestazioni pensionistiche, pari al 56,5% del totale sono inferiori a 750 euro al mese (53,7% la media nazionale): dunque, circa 6 pensioni su 10 registrano un importo inferiore alla soglia della povertà. Sempre relativamente alle pensioni di vecchiaia, significativa è anche la differenza tra uomini e donne: se i primi percepiscono 1.530 euro lordi, l’importo corrisposto alle donne è di 902 euro, ovvero mediamente 628 euro in meno ogni mese rispetto agli uomini; la differenza per le pensionate ex lavoratrici dipendenti arriva a -815 euro mensili. Il divario delle pensionate marchigiane emerge anche con le donne delle altre regioni,  con una differenza media di 123 euro in meno al mese. L’ANALISI - Per Loredana Longhin, segretaria Cgil Marche, “questa situazione preoccupa perché ci racconta di quanto la nostra regione si stia impoverendo e stia scivolando inesorabilmente verso Sud. Risalire la parte bassa della classifica è possibile ma la Regione deve invertire la rotta subito, mettendo in atto politiche finalizzate alla creazione di  posti di lavoro stabile, in grado di garantire retribuzioni dignitose che si trasformino  alla fine della carriera lavorativa in una pensione equa. E invece anche chi lavora non può considerarsi al riparo dal rischio di povertà. Il fenomeno dei  working poor  non sta risparmiando nemmeno la nostra regione;  è, quindi,  necessario mettere in campo misure di contrasto alla povertà, a partire dal ripristino delle misure universali di contrasto alla povertà”. Vilma Bontempo, segretaria regionale dello Spi Cgil, a proposito del divario tra uomini e donne, sottolinea che ,“se confrontiamo il report 2024  con quello del  2023, si evince una tendenza all'aumento del gap tra uomini e donne  sugli importi delle pensioni di vecchiaia". "Mentre nel 2023 la differenza era di -747 euro per le donne rispetto agli uomini, nel 2024 si è passati a -815 euro. Una differenza che espone sempre più le donne a condizioni di povertà se non si interviene sulla domanda di lavoro che offre alle donne solo occupazioni precarie e a orario ridotto. Inoltre è necessario, come rivendichiamo da anni, introdurre una pensione di garanzia riconoscendo i contributi per il lavoro di cura, formazione e ricerca di lavoro. Una condizione pensionistica nella quale si conferma anche quest’anno il gap di genere: gli uomini con pensioni fino a 750 euro sono il 40,2% del totale, per le donne tale percentuale sale al 68,8%, a conferma di una maggiore esposizione alla povertà per il genere femminile”.        

04/04/2024 12:23
Rovinosa caduta lungo il sentiero: biker trasportato a Torrette in eliambulanza

Rovinosa caduta lungo il sentiero: biker trasportato a Torrette in eliambulanza

Rovinosa caduta con la bicicletta: 40enne a Torrette in eliambulanza. La stazione di Montefortino del Soccorso Alpino e Speleologico Marche è intervenuta questa mattina per un biker caduto sul sentiero “La Moscosa” nel territorio di Amandola. I tecnici del Cnsas, giunti sul posto insieme a una squadra di vigili del fuoco e agli operatori del 118, una volta valutate le condizioni sanitarie, hanno provveduto a stabilizzare e a imbarellare il paziente, per poi trasportarlo fino alla piazzola dell’elisoccorso. Ad attendere il biker vi era l’elicottero Icaro 02 che lo ha poi trasportato all’ospedale dorico di Torrette.

01/04/2024 12:05
Superbonus, Castelli rassicura: "La misura rimane per l'area del cratere"

Superbonus, Castelli rassicura: "La misura rimane per l'area del cratere"

"Le modifiche attese sul 110 non si applicheranno alle aree del sisma. 2016 e 2009, così recita testualmente la lettera b del comma 1 dell’articolo 1 del provvedimento appena bollinato e che domani sarà alla firma del presidente della Repubblica”. Lo ha affermato il commissario alla ricostruzione, Guido Castelli, in merito al decreto del Governo che riguarda il Superbonus.  “Anche in questo nuovo Decreto legge sul 110% diversamente dalle indiscrezioni iniziali - dichiara Castelli - le ragioni del cratere sono state rispettate sono certo che questa attenzione non verrà meno. Ho personalmente rappresentato al Governo le esigenze del cratere e la certezza di non essere lasciato solo. Il decreto consentirà ai proprietari degli immobili lesionati o distrutti dal sisma di continuare a sommare il contributo sisma alle agevolazioni offerte dal 110%”. “Peraltro, per le comunità del cratere l’uso del 110% si è reso necessario solo per integrare il contributo parametrico per la ricostruzione, dopo la fiammata inflazionistica che aveva fatto saltare ogni previsione di spesa, a fronte dell’aumento del 30-40% delle materie prime". "Mi auguro addirittura che aggiornando il contributo sisma si possa rapidamente fare a meno del 110%, che per i proprietari degli immobili danneggiati si era proposto come strumento difensivo e integrativo (non certo speculativo) rispetto al contributo parametrico sisma".

28/03/2024 22:19
Travolta e uccisa lungo la strada: investimento fatale per una lupa

Travolta e uccisa lungo la strada: investimento fatale per una lupa

Lupo travolto e ucciso lungo la strada Fermana, a Porto San Giorgio, a poche decine di metri dal cavalcavia dell'autostrada A14. La segnalazione della carcassa, che giaceva in mezzo alla strada, è arrivata mercoledì sera al numero unico 112.  Sul posto è intervenuta una volante della Questura di Fermo. Per l'animale l'impatto con la vettura in transito è risultato fatale. La carcassa era già stata spostata sul ciglio della strada da un automobilista. La polizia ha avvisato il Cras, centro recupero animali selvatici, che ne ha provveduto alla rimozione. Sul posto anche il veterinario che ha accertato che si tratta di una femmina di circa un anno. Non è da escludere che stesse inseguendo un cinghiale avvistato in zona Santa Petronilla di Fermo. Arrivato a ridosso della strada, si è ritrovato in mezzo alla carreggiata e, disorientato dalle auto in transito, non è riuscito a schivare quella che lo ha investito. In passato ci sono stati vari avvistamenti e anche attacchi ad animali domestici e da cortile. (Foto di repertorio)     

28/03/2024 12:30
Pallavolo giovanile, il torneo Easter volley compie 30 anni:  si gioca in 13 comuni marchigiani

Pallavolo giovanile, il torneo Easter volley compie 30 anni: si gioca in 13 comuni marchigiani

Easter Volley ‘memorial Flavio Brasili’, il Torneo Internazionale di Pallavolo Femminile Giovanile, compie 30 anni. Un compleanno speciale con la partecipazione di 124 squadre che, dal 28 al 30 marzo, disputeranno oltre 350 partite con 4 categorie al via, under 13 ‘trofeo Marco Vive’ under 14-16-18. Tre giornate di gara, per un totale di 400 partite circa, in 27 impianti di 13 comuni del territorio: Camerano, Osimo, Castelfidardo, Numana, Porto Recanati, Ancona, Loreto, Civitanova Marche, Offagna, Montelupone, Recanati, Polverigi, Sirolo. Dodici le regioni italiane e otto i Paesi rappresentati: Italia, Stati Uniti, Serbia, Croazia, Slovacchia, Lettonia, Ucraina (con le ragazze della formazione di Ivano Frankirsk) e per la prima volta la Polonia. Abbinata alla manifestazione anche una gara di solidarietà tra atleti, allenatori, dirigenti e familiari la cui raccolta dei fondi viene devoluta all’Associazione Ambalt di Ancona che si cura dei bambini leucemici e dell’assistenza dei familiari.La cerimonia di premiazione del pomeriggio di sabato 30 marzo si terrà al Palarossini Estra-Prometeo di Ancona in presenza di tutte le squadre, delle atlete, degli arbitri e la consegna di premi speciali ‘Lo Sport nel Cuore’. La manifestazione, nell’arco dei 3 giorni, ospita oltre 1.800 persone tra atlete, tecnici, accompagnatori e genitori che hanno la possibilità di conoscere anche la bellezza dei luoghi dove si disputano le gare. “Un torneo appassionante che concilia lo sport al turismo, alla solidarietà e alla socialità – è il commento dell’assessore regionale allo Sport, Chiara Biondi – è frutto dell'impegno costante degli organizzatori che instancabilmente promuovono lo sport e i suoi valori tra i giovani. In perfetta sintonia con la Regione Marche che crede nello sport, non solo veicolo di salute e benessere ma anche ottimo strumento di educazione e formazione che trasmette valori fondamentali come impegno, disciplina, aggregazione e gioco di squadra”. "Le manifestazioni sportive, aggiunge Biondi “rappresentano anche un volano per la promozione turistica della nostra regione, poiché eventi come questo attirano visitatori e contribuiscono alla vivacità delle nostre comunità coinvolgendo i nostri magnifici territori in una rete collaborativa fondamentale. Sosteniamo convintamente iniziative sportive come questa capaci di arricchire il tessuto sociale e culturale delle Marche. Ringrazio gli organizzatori e porgo gli auguri a tutti i partecipanti per un'esperienza indimenticabile". Accanto a Claudio Principi, che ideò il torneo 30 anni fa con il compianto fratello Daniele, tra gli organizzatori ci sono volontari e sponsor, oltre ad Ambalt, e un partenariato speciale con l’Ordine degli avvocati di Ancona che sensibilizzerà al diritto alla difesa premiando le migliori interpreti del ruolo di libero. “Il torneo – dichiara Principi - ha la caratteristica di conciliare gli aspetti sportivi e della competizione, della solidarietà, dell’inclusione, dell’amicizia, del rispetto e dell’accettazione della sconfitta, con la promozione e il turismo, considerando che la carovana di Easter Volley percorrerà le strade della Riviera del Conero”.

26/03/2024 16:53
"Andiamo in vacanza in Italia", ma è una trappola: costringe 25enne a prostituirsi, denunciato

"Andiamo in vacanza in Italia", ma è una trappola: costringe 25enne a prostituirsi, denunciato

"Andiamo in vacanza in Italia", la proposta del nuovo compagno si tramuta in un incubo. Quella che doveva essere una villeggiatura insieme ad un coetaneo e connazionale con cui aveva allacciato da poco una relazione, si è trasformata infatti in una prigionia per una 25enne romena, che una volta nel nostro Paese, è stata segregata e costretta a prostituirsi a Lido tre Archi di Fermo. È stata salvata dalla Polizia di Stato: il 21 marzo la ragazza è riuscita a chiedere aiuto telefonando ad un'amica, che si trova a Manchester, nel Regno Unito, mandandole la sua geolocalizzazione. L'amica ha allertato le autorità inglesi e grazie all'Interpol che ha inviato un alert urgentissimo, la Squadra mobile di Fermo è riuscita ad individuare e a liberare la vittima. La 25enne aveva conosciuto il suo coetaneo circa un mese fa e aveva accettato l'invito di fare con lui un viaggio in Italia. Il giovane l'ha segregata e ricattata, dicendole che, per riavere la libertà avrebbe dovuto risarcirlo delle spese da lui affrontate per il viaggio, circa 3.500 euro. Sola, senza soldi e senza sapere una parola di italiano è stata obbligata a farsi scattare delle foto in atteggiamenti ammiccanti, pubblicate su un sito di incontri e, infine, a intrattenersi con un cliente. Quando gli agenti hanno fatto irruzione nell'appartamento dove era rinchiusa, lei li ha abbracciati, scoppiando in lacrime. Ora la ragazza si trova in una casa protetta per vittime di violenza. Lui, incensurato, è stato accompagnato in Questura e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria. È stato denunciato a piede libero.

26/03/2024 10:08
Paura al Pronto Soccorso, paziente brandisce coltello e minaccia personale sanitario: fermato dalle guardie giurate

Paura al Pronto Soccorso, paziente brandisce coltello e minaccia personale sanitario: fermato dalle guardie giurate

Attimi di panico nella serata di domenica, intorno alle 20, dove un paziente ricoverato al pronto soccorso del "Murri" di  Fermo per uno stato di agitazione psico motoria all'improvviso ha tirato fuori un coltello a serramanico con l‘intento di aggredire medici e infermieri. Prontamente sono intervenute le guardie giurate della Cosmopol Spa di Avellino che sono riuscite a disarmare l'esagitato e consegnarlo ai carabinieri intervenuti. Di lì a poco, lo stesso è stato portato in caserma visto è stato anche trovato in possesso di un secondo coltello atto ad offendere. Complimenti all' operato delle guardie giurate della Cosmopol sono giunti dal presidente dell'associazione nazionale guardie particolari giurate, Giuseppe Alviti, che ha sottolineato “come sia importante la preparazione professionale delle guardie giurate per garantire sicurezza in un contesto di sicurezza sussidiaria e complementare”.

25/03/2024 12:51
Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.