Aggiornato alle: 22:00 Lunedì, 21 Settembre 2020 cielo coperto (MC)
Politica Macerata

Macerata, Tajani guarda oltre: "Forza Italia punterà all'assessorato per le attività produttive" (FOTO)

Macerata,  Tajani guarda oltre: "Forza Italia punterà all'assessorato per le attività produttive" (FOTO)

E’ stato ancora una volta l’affascinante cortile del palazzo ottocentesco di via Crescimbeni, il palcoscenico dell’evento organizzato dai vertici locali di Forza Italia, al quale hanno preso parte degli ospiti illustri del calibro di Antonio Tajani, vice-presidente di Forza Italia e il commissario regionale del partito Senatore Francesco Battistoni.

Davanti ad una platea gremita in ogni ordine di posto nella quale erano presenti anche diversi candidati consiglieri regionali di Forza Italia come Tamara Tordini, Nicoletta Governatori, Sabrina Baiocco e Raffaele Delle Fave; ad introdurre l’incontro è stato il coordinatore provinciale Riccardo Sacchi, affiancato dal referente elettorale per il capoluogo Michele Bacchi. Unico assente alla kermesse “azzurra” l’onorevole Simone Baldelli, costretto a Roma per ottemperare a degli impegni televisivi.

“Il ruolo di Forza Italia, nella colazione del centrodestra nelle elezioni regionali che comunali, è quello di partito stabilizzatore – ha sottolineato il coordinatore provinciale - capace di analizzare a fondo i problemi e fornendo così delle soluzioni efficaci e realizzabili”.

“Abbiamo proposto delle liste composite sia orizzontalmente che verticalmente, capaci di toccare tutte le sensibilità della società – ha spiegato Riccardo Sacchi che ha poi elencato alcuni ‘tristi primati’ cittadini -  Macerata è un capoluogo che non è più tale; siamo passati dall’ottavo al trentunesimo posto come qualità della vita, nel 2019 è finita al terzo posto per reati connessi allo spaccio e al settimo per quelli inerenti ad associazione a delinquere; tutte situazioni che fino a qualche anno fa erano solo impossibili da pensare”.

 

“L’amministrazione negli ultimi 10 anni ha buttato al vento circa 8 milioni di euro, una cifra sicuramente non irrisoria se pensiamo che il bilancio comunale si aggira intorno ai 45-50 milioni –ha incalzato -  non mi dilungo sulle ricette che spetteranno al nostro candidato sindaco ma la cosa che voglio mettere in evidenza è che Sandro Parcaroli nel suo programma cita spesso la parola ‘futuro’ perché lui è un tipo di uomo proiettato proprio in quella direzione – e ha concluso - questa città deve con allegria guardare al domani".

La scena poi è stata tutta per l’ex commissario europeo Antonio Tajani che tornato nel capoluogo maceratese dopo la tappa di ieri sera a Civitanova Marche: “Vogliamo essere determinati nel cambiamento del modo di governare – ha esordito - non è una questione di persone ma di cultura in quanto il nostro è un modo alternativo a quello della sinistra”.

“Le Marche e Macerata sono state governate alla stessa maniera – ha proseguito -con un sistema di potere clientelare che deve essere cambiato. Noi non vogliamo mettere semplicemente un sindaco o governatore al posto di un altro ma vogliamo mettere i cittadini al centro perché i partiti devono essere al loro servizio e non l’inverso. Questo è il grande cambiamento che vogliamo portare avanti affinché in questa regione torni una speranza soprattutto per i giovani"

Il focus po si è spostato su alcuni temi ‘caldi” degli azzurri “ Questi territori non possono essere abbandonati a loro stessi ma dobbiamo iniziare a lavorare per farli riemergere a partire dall’abbattimento della pressione fiscale e dallo snellimento della burocrazia ad ogni livello perchè i cittadini hanno bisogno di respirare e le imprese di tornare a generare lavoro”.

“In questa regione c’è un problema legato alla sanità – ha sottolineato Tajani - noi di Forza Italia abbiamo richiesto che si utilizzino i soldi del MES a livello sanitario in funzione anti Covid e nelle Marche arriverebbero da quel fondo circa 950 milioni di euro  che vogliamo utilizzare anche in altri ambiti come la messa in sicurezza delle scuole – ed ha aggiunto se ci dovessero essere un'altra ondata dobbiamo impedire che si riutilizzano gli ospedali, se non per casi in stato avanzato, così come è stato fatto all’inizio della pandemia

Riflettori puntati poi su innovazione e infrastrutture : “La rete interna non va così come quella digitale ecco perché è fondamentale utilizzare i soldi dell’Europa per realizzare delle infrastrutture – ha messo in evidenza Tajani – considerate le nostre esperienze accumulate ci candidiamo ad essere un valore aggiunto nella prossima giunta regionale e vogliamo rappresentare un punto fermo per le attività commerciali marchigiane”.

Ci candidiamo ad essere i paladini di chi intraprende  e dobbiamo stargli vicino in modo che siano competitivi in tutti i mercati – ha precisato - c’è pure una questione che riguarda la costa dove i porti non sono all’altezza della situazione alla stregua dell’alta velocità – ha inoltre fatto presente- per un sistema industriale come quello marchigiano non basta quello che c’è perché senza infrastrutture la produzione non è in grado di competere e se la situazione è questa va sulla stessa linea della decrescita dell’occupazione”.

Abbiamo delle competenze importati ecco perché punteremo in regione ad ottenere l’assessorato alle attività produttive nel caso di vittoria – ed ha precisato - voglio insistere soprattutto sulle are interne che hanno bisogno di infrastrutture digitali in quanto al giorno d’oggi non essere connessi è come rimanere senza luce e acqua”.

“Il mio discorso vale anche per il comparto turistico visto che i bonus legati ad esso messi in atto dal governo non sembra che abbiamo sortito effetti positivi – ha osservato il vice presidente di Froza Italia - ci sono tante cose da fare in questo territorio e credo che Macerata nello specifico non debba rimanere isolata da resto del mondo ecco perché necessaria una filiera che faccia compiere un salto di qualità all’amministrazione”.

Il finale dell’intervento è stato tutto dedicato al candidato sindaco di Macerata: “Sandro Parcaroli è l’uomo che abbiamo scelto per le sue qualità e capacità imprenditoriali ma noi dobbiamo fare in modo che non perda i punti di riferimento che abbimo il dovere di fornirgli - ha chiosato Tajani -non abbiamo fatto una lista formata da ‘amici di amici’ ma abbiamo aperto ai movimenti civici per dare un messaggio di crescita e rinnovamento”.

La parola poi è passata al Senatore Francesco Battistoni: “ Siamo riusciti a comporre una squadra altamente competitiva e ci candidiamo come vera sorpresa di queste elezioni regionali – ha esordito  dopo 27 anni di malgoverno ci candidiamo a vincere per voltare pagina perché ci troviamo ad affrontare una colazione che ha di fatto bocciato il suo governatore uscente e questo dovrebbe far capire la realtà dei fatti”.

“Le Marche sono una regione ferma da molti anni, con le infrastrutture a pezzi e che non è riuscita a spendere tutti i fondi europei assegnati – ha sottolineato - tutti dati che hanno portato il territorio ad essere declassato a regione del sud dopo aver recitato il ruolo importante a livello produttivo tanto da competere con le economie del nord Italia”.

“I veri responsabili di questa situazione sono stati il PC prima e il PD poi quindi è inutile che ora si pongano come innovatori – ha affermato Battistoni - rappresentano la parte peggiore del vecchio e noi ora vogliamo dare un volto nuovo a questa regione, rendendola il biglietto da visita dell’Italia centrale “

“Forza Italia nella sua lista ha persone con alte capacità, con un programma condiviso con le altre forze del centrodestra, abbiamo dato buoni esempi di amministrazione come dimostrato in altre regioni ma ora vogliamo riportare le giuste competenze nel governo delle Marche. La nostra è stata una compagna elettorale basata sulla proposta e non sulle urla, ora dipenderà molto dai marchigiani ma sono sicuro che ce la faremo".

L’evento è stato chiuso dal candidato primo cittadino di Macerata nonché  “padrone di casa” Sandro Parcaroli: “Mi sono stufato di sentirmi dire che non sono un politico – ha tuonato – non parlo il politichese ma lo apprendo in fretta in quanto sono un imprenditore”

Nel mio programma ci sono due parole fondamentali nel mio programma che corrispondono a vivibilità e lavoro – ha annunciato – abbiamo la possibilità di sviluppare questi due temi sia in Comune che in Regione in quanto sono molto vicino ad Acquaroli e non mi pare di aver constatato questo rapporto negli anni tra Carancini e Ceriscioli anzi”.

“Sono proiettato verso il futuro – ha messo in evidenza Parcaroli - nel 2021 arriveranno 220 miliardi che sono dei fondi strutturali europei che finiranno anche nella nostre regione. L’attuale ufficio comunale adibito a questi temi ha volato sempre basso mentre io a differenza loro ad ottobre mi impegnerò su dei progetti in modo che quando arriveranno a marzo sarò pronto a captare queste risorse altrimenti Macerata farà fatica a ripartire”.

Parcaroli ha poi sviscerato alcuni dei punti fermi e futuribili del programma: “La mia idea di vivibilità è anche legata ad alcuni fattori importanti come ad esempio la digitalizzazione, un’industria in continua crescita che voglio realizzare a Valle Verde se riuscirò a ottenerla. Va di pari passo la creazione di una scuola di alta formazione professionale  proprio nel centro storico da realizzare in collaborazione con l’Università e gli altri istituti che potrà portare tanti giovani a studiare nella nostra città – ed ha aggiunto - il cuore di Macerata va valorizzato attraverso questi progetti che siano legati tra loro e che porteranno il centro storico a diventare un ‘centro commerciale all’aperto’ dove si potranno fare spettacoli e si potrà valorizzare ogni piccola piazza”.

“Se sarò Sindaco – ha concluso Parcaroli - mi impegnerò per portare avanti tutti questi progetti che faranno si che Macerata, oltre ad essere più vivibile e sicuro, potrà tornare a recitare il ruolo di capoluogo della nostra provincia”.

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni