Aggiornato alle: 18:17 Sabato, 9 Dicembre 2023 nubi sparse (MC)
Varie Civitanova Marche

Civitanova, il capitano Massimo Amicucci lascia la guida dei carabinieri dopo 4 anni

Civitanova, il capitano Massimo Amicucci lascia la guida dei carabinieri dopo 4 anni

Il capitano Massimo Amicucci dopo quattro anni lascia il comando della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche, articolata su ben nove stazioni, un nucleo operativo e radiomobile, la centrale operativa e il nucleo comando per un totale di oltre 110 uomini e donne.

Arrivato il 29 settembre 2019 dal Reggimento Allievi Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Velletri si è subito fatto promotore di legalità all’insegna del coordinamento delle forze di polizia sulla costa maceratese, ha iniziato con il contrasto ai reati predatori quando, nel gennaio 2020 ha tratto in arresto in flagranza di reato quattro cittadini albanesi responsabili di numerosi furti in abitazione sull’intero territorio nazionale, oltre a recuperare gran parte della refurtiva costituita da gioielli e pietre preziose.

Il lungo periodo di pandemia che dal marzo 2020 ha investito il paese ha messo a dura prova tutti i reparti dell'Arma, la complessa attività di contenimento del fenomeno epidemiologico a tutela dei militari e dell’intera collettività ha investito anche Civitanova, dove il capitano Massimo Amicucci  ha magistralmente coordinato i servizi di controllo, come raccontato in esclusiva anche a Picchio News. 

La sua costante presenza sul territorio, pure caratterizzato da dinamiche molto complesse legate agli interessi economici ed imprenditoriali, la vocazione turistica della fascia costiera e una fitta rete di comunicazione, ha permesso di garantire il conseguimento di significativi risultati operativi e, al contempo, assicurare sempre una risposta adeguata in termini di sicurezza e rassicurazione sociale, esercitata anche attraverso mirati incontri per la diffusione della legalità e la prevenzione di particolari reati quali le truffe online e i raggiri agli anziani presso le scuole, le parrocchie, i circoli e le associazioni di volontariato.

Nell’intero quadriennio la Compagnia Carabinieri di Civitanova diretta dal capitano Amicucci ha eseguito complessivamente 228 arresti e deferito in stato di libertà complessivamente 1480 persone, serrato è stato anche il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti dove sono stati numerosi i sequestri effettuati anche di significativi quantitativi. 

Tra le principali attività di polizia giudiziaria vale la pena di ricordare il positivo esito dell’operazione che ha permesso nel giugno 2022 l’arresto di un uomo che, in stato di grave alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti, dopo aver completamente distrutto l’appartamento, aveva tentato di uccidere il padre tenuto in ostaggio sotto la costante minaccia di un grosso coltello, l’intervento risolutivo dei militari ha permesso di bloccare l’esagitato e salvare la vita all’anziano padre.

Ancora, la tragica aggressione consumata nel luglio del 2022 a Recanati dove un residente, infastidito dalla presenza di un gruppo di giovani nei pressi di un bar adiacente alla sua abitazione, dopo una prima discussione che sembrava essere stata risolutiva, ha poi attinto con diversi fendenti al corpo giovane ventiduenne straniero.

Il tempestivo intervento dei sanitari e il coordinamento delle indagini immediatamente avviate, e alacremente condotte, ha consentito salvare la vita al ragazzo e trarre in arresto il responsabile con l’ipotesi di reato di tentato omicidio per la quale è stato anche condannato.

Ancora, la brillante e tempestiva operazione di agosto 2022 relativa all'omicidio del parco Palatucci a Civitanova Marche di un giovane tunisino colpito da una coltellata all’emitorace per mano di suo cugino. Le indagini immediatamente intraprese dai militari hanno permesso di identificare e rintracciare in poche ore l’omicida e assicurarlo alla giustizia mentre tentava di lasciare il territorio nazionale.  

Il capitano Amicucci dal mese di settembre 2022 al maggio 2023 ha anche partecipato alla missione internazionale Joint Enterprise nell'ambito del contingente Kfor per il mantenimento della pace in Kosovo, dove ha svolto l’incarico di ufficiale di collegamento con la Kosovo Police e ha garantito stretto e proficuo coordinamento con tutti i paesi della colazione, riscuotendo unanime plauso per la professionalità dimostrata. 

L'ufficiale già da oggi ha assunto un incarico di staff all'Ufficio Legale del comando operativo di vertice interforze presso lo Stato Maggiore della Difesa in Roma e sarà sostituito dal capitano Angelo Chiantese, originario di Napoli e proveniente dal Ros di Reggio Calabria. 

 

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Commenti

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni