Aggiornato alle: 12:57 Venerdì, 14 Agosto 2020 cielo sereno (MC)
Eventi Treia

Treia, annullata la Disfida del Bracciale: "Impossibile giocare rispettando le norme anti-contagio"

Treia, annullata la Disfida del Bracciale: "Impossibile giocare rispettando le norme anti-contagio"

Quest'anno, per la prima volta dopo 41 edizioni, Treia non avrà la sua Disfida del Bracciale. “Abbiamo preso questa decisione molto sofferta dopo una riunione in videoconferenza del direttivo a cui hanno partecipato tutti i rappresentanti dei quattro quartieri” – così il presidente dell’ente disfida Alessandro Verdicchio - “Anche l'asd Carlo Didimi, che si occupa della gestione della parte sportiva, pur non presente ha fatto pervenire il proprio punto di vista e parere sulla questione. La decisione è stata presa all'unanimità quindi, tanto i quartieri che l'ente stesso e l'asd, hanno scelto di annullare la 42° edizione di fronte all'emergenza Covid e, soprattutto, di fronte alle molte ristrettezze che avrebbero caratterizzato la manifestazione in ogni suo aspetto."

"I quartieri hanno sollevato perplessità e dubbi circa l'apertura delle rispettive taverne - prosegue Verdicchio -, rappresentando le oggettive difficoltà e i costi aggiuntivi che si sarebbero dovuti affrontare per rendere un servizio perfettamente in linea con le norme di sicurezza e quelle igienico sanitarie. Per ciascuna taverna si sarebbero dovute fare limitazioni sugli accessi, il distanziamento tra clienti, la costante sanificazione dei locali anche nel corso della stessa serata, una riduzione del personale che non avrebbe garantito un servizio ottimale che da sempre è motivo di vanto per la Disfida. La sfilata in costume poi si sarebbe dovuta svolgere facendo indossare ai figuranti le mascherine”.

Anche l'asd Carlo Didimi, che rappresenta i giocatori, ha fatto pervenire le proprie osservazioni, premettendo che a suo parere la Disfida 2020 andava annullata.

Al momento infatti non sono ancora iniziati gli allenamenti, né tanto meno le partite di qualificazione: questo perché le regole sulle attività sportive di gruppo, se da una parte consentono la ripresa degli allenamenti nel rispetto di certe distanze, dall'altra non permettono lo svolgimento di gare e manifestazioni.

Inoltre, con le regole attuali, le partite in arena sia sarebbero dovute svolgere a porte chiuse, quindi senza la presenza di pubblico, una condizione inaccettabile per la Disfida, che vede un intero paese stringersi attorno ai loro beniamini e tifare il proprio quartiere tra gli spalti dell'arena.

Anche per lo svolgimento di alcune fasi di gioco sono state imposte delle regole molto severe, basti pensare che la palla da gioco andrebbe sanificata prima di ogni lancio: pratica questa che, oltre a rallentare la partita, comporta un precoce deterioramento della palla stessa (interamente fatta a mano) che ne sancisce in pratica l'inutilizzabilità anzitempo. 

Da ultimo si è espresso il presidente dell'ente disfida, che si è detto assolutamente d'accordo con tutte le argomentazioni esposte, aggiungendo inoltre che le regole sul distanziamento sociale avrebbero limitato anche gli spettacoli in Piazza della Repubblica, che si sarebbero tenuti soltanto di fronte ad una presenza di pubblico molto limitata (il Comune ha infatti specificato che non potrebbero assistere agli spettacoli più di 80-100 persone).

Questo avrebbe creato non pochi problemi, considerata anche la circostanza che il centro storico di Treia è abitato da oltre un migliaio di persone e sarebbe stato utopistico, nonché illegittimo, proibirne o anche solo limitarne gli accessi e gli spostamenti.

Tutte queste circostanze hanno fatto sì che il direttivo abbia deciso all'unanimità dei presenti per l'annullamento della 42° edizione della Disfida del Bracciale. Tuttavia è in programma lo studio di una "mini Disfida" da tenersi nel mese di settembre (sperando che le regole siano più permissive), con spettacoli e partite di pallone col bracciale, che non vorrà essere un'alternativa a quella vera, ma un modo per dare continuità alla tradizione e al gioco”.

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni