Aggiornato alle: 00:28 Martedì, 10 Dicembre 2019 foschia (MC)
Economia Macerata

Camera di Commercio delle Marche: ultimato il progetto di riduzione delle Aziende Speciali

Camera di Commercio delle Marche: ultimato il progetto di riduzione delle Aziende Speciali

La Camera di Commercio delle Marche ha ultimato il progetto di razionalizzazione e riduzione delle sue Aziende Speciali,  passate da cinque a tre.   Le nuove realtà avranno sede presse a Pesaro, Macerata ed Ascoli Piceno, e saranno dedicate rispettivamente ai comparti di: Mobile/Meccanica, Tessile/Abbigliamento/Calzature, Agroalimentare; tutte e tre lavoreranno in una logica regionale e non territoriale.

A questi comparti produttivi nel loro complesso si deve circa il 15% dell’intero valore aggiunto dell’economia marchigiana; contano in totale 12.660 realtà imprenditoriali che impiegano oltre 130.000 addetti. Queste voci rappresentano per oltre il 60% del valore dell’export marchigiano: si tratta il cuore del manifatturiero regionale che, va detto, nella metà del 2019 non ha registrato performance incoraggianti; negative quelle di Mobile, Moda, Elettrodomestici; migliori l’andamento di Macchinari e Agroalimentare. L’azione della Camera delle Marche, attraverso il braccio operativo delle Aziende Speciali e del loro patrimonio di competenze e professionalità, sarà diretta a cambiare questa tendenza e supportare quelle PMI che, pur avendo il potenziale per competere, ma riescono a muoversi autonomamente nei mercati.

Alla guida delle tre Aziende Speciali sono stati nominati:  Pesaro per Mobile/Meccanica: Moreno Bordoni. Nel Cda con lui: Elena Capriotti, Lorena Fulgini, Sergio Bravetti, Silvana Della Fornace. A Macerata per TAC: Salina Alison Ferretti. Con lei nel Cda:  Giacomo Bramucci, Paolo Silenzi, Paolo Capponi, Giancarlo Fermani. Infine Ad Ascoli Piceno per Agroalimentare: Simone Mariani. Con lui nel Cda:  Gianfranco Santi, Alessandro Visotti, Alessandro Alessandrini, Natasha Troli .

“La razionalizzazione e riduzione delle Aziende Speciali, che si chiude con l’insediamento dei Consigli di Amministrazione oggi 11 novembre 2019,  è l’ultimo passaggio del progetto che ha portato alla nascita dell’ente camerale unico a perimetro regionale e ci permette di essere ancora più vicini al sistema imprenditoriale delle Marche” – fanno sapere i membri della Camera di Commercio Marche -. “Quella che ha interessato le Marche è stata un’esperienza aggregativa notevole e dunque complessa, in considerazione  delle specificità dei territori e dell’economia regionale, ma che può candidarsi a best practice per tutto il sistema camerale italiano" . Solo un anno fa, infatti, le strutture presenti a livello regionale erano  11 (Unioncamere Marche, i cinque enti camerali provinciali e le cinque Aziende Speciali): oggi sono 1+3 ed integrate tra loro.

"Sono molto contento di essere presente al passaggio conclusivo della riorganizzazione del sistema camerale marchigiano”, ha detto il segretario generale di Unioncamere, Giuseppe Tripoli. Quello che ha condotto alla nascita di  un’unica Camera di commercio delle Marche e alla razionalizzazione delle sue aziende speciali è stato un percorso complesso e molto articolato. Ora però il sistema produttivo della regione può contare su una Camera solida ed efficiente, in grado di essere realmente di supporto alle imprese e di interloquire con maggior autorevolezza ed efficacia anche con le istituzioni locali. La Camera delle Marche è un'eccellenza nel panorama nazionale ed europeo”.

 

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni