Attualità

Temperature sulle montagne russe: ondata di caldo nel weekend e valori in picchiata da lunedì

Temperature sulle montagne russe: ondata di caldo nel weekend e valori in picchiata da lunedì

Meteo ballerino questa settimana e lo sarà soprattutto nei prossimi giorni, quando in poche ore ci sarà un crollo repentino delle temperature che si riporteranno su valori più in linea con la la stagione se non addirittura sotto le medie sulla nostra regione. Secondo quanto riportato dai principali siti meteo, diremo addio a queste temperature insolitamente miti per piombare di colpo nell'autunno ma prima di ciò, dopo il cielo grigio e le piogge (a dire il vero scarse nella nostra provincia) dei giorni scorsi, vivremo l'ultima ondata di calore stagionale. La situazione già migliorata nella giornata odierna, vedrà il rinforzo dell'alta pressione sul nostro Paese, che riporterà da domani e per tutto il weekend tempo più asciutto, soleggiato, molto mite, anzi avremo addirittura un parentesi calda che assomiglierà molto più all'estate che all'autunno. Godiamoci quindi quello che si preannuncia essere un fine settimana quasi estivo ma iniziamo a tirare fuori l'abbigliamento pesante nel guardaroba, dato che tra domenica e lunedì, correnti fredde da nord faranno il loro ingresso dalla porta della Bora, provocando un crollo delle temperature, anche di 10 gradi, inizialmente sulle regioni adriatiche e poi su tutta l'Italia.

18/10/2018
Recanati, contributi alle famiglie i cui figli frequentano le scuole pubbliche di Castelfidardo e Loreto

Recanati, contributi alle famiglie i cui figli frequentano le scuole pubbliche di Castelfidardo e Loreto

Un aiuto economico alle famiglie residenti nel territorio di Recanati i cui figli frequentano le scuole pubbliche dei Comuni di Loreto e Castelfidardo. Con apposita delibera di giunta il Comune di Recanati ha approvato il documento che garantisce anche per lo scorso anno scolastico 2017/2018, alle famiglie residenti nel Comune di Recanati e frequentanti le scuole pubbliche di Loreto e Castelfidardo per parità di trattamento, le stesse modalità di fruizione dei servizi scolastici garantiti agli alunni residenti nel Comune di Recanati. Alle famiglie è concesso un contributo pari alla differenza tra il costo sostenuto e la tariffa applicata dal Comune di Recanati per l’anno scolastico 2017/2018. "Confermiamo ancora una volta un sostegno significativo in un servizio come quello delle mense che si contraddistingue da tempo per qualità ed efficienza" commenta l'assessore al sociale Tania Paoltroni. Si procederà al rimborso delle relative quote integrative alle famiglie che avranno prodotto opportuna richiesta e documentazione comprovata l’effettiva fruizione dei pasti rilasciata dal Comune di Loreto e dal Comune di Castelfidardo. La documentazione dovrà essere consegnata all’ufficio Servizi Sociali (aperto al pubblico il martedì-giovedì e sabato dalle 9,30 alle 13,00) o trasmessa via mail all’indirizzo servizisociali@comune.recanati.mc.it entro il 15 dicembre 2018. La spesa stimata per l'amministrazione comunale è di € 5.000,00,.    

18/10/2018
Comitati Terremoto Centro Italia, effettuato a Visso un sopralluogo SAE con gli ingegneri di Arcale

Comitati Terremoto Centro Italia, effettuato a Visso un sopralluogo SAE con gli ingegneri di Arcale

È stato effettuato stamattina un sopralluogo a Visso delle Sae, insieme agli ingegneri del consorzio Arcale, assessore Sisini comune Visso, Coordinamento Comitati rappresentati da Francesco Pastorella, Flavia Giombetti, Alessandro Marani. E come si legge in un post su Fb sono state analizzate le problematiche inerenti 49 SAE. Inoltre è stato verificato il cronoprogramma che prevede interventi di 3 giorni lavorativi a Sae. "Verificati - si legge ancora nel post del gruppo Terremoto Centro Italia - lavori di ripristino in corso e riparazioni effettuate.Apprezziamo la prontezza con la quale ci hanno risposto e si sono messi a disposizione per illustrarci gli interventi fatti. Vigileremo sul rispetto del cronoprogramma ed inizieremo un percorso di verifica che dovrà obbligatoriamente portare al perfetto funzionamento di ogni Sae. Ovviamente analizzeremo quali e chi ha commesso errori e spiegheremo bene ogni cosa. Adesso priorità a sistemare le Sae. I terremotati si rivolgano al comitato del proprio paese che sta redigendo la lista delle problematiche".   

18/10/2018
Valfornace: consegna targhe riconoscimento a cittadini

Valfornace: consegna targhe riconoscimento a cittadini

Si è svolta giovedì 18 ottobre 2018, presso i locali della sede comunale, la cerimonia di consegna di targhe riconoscimento a cittadini di Valfornace che hanno a vario titolo dato lustro alla cittadina colpita pesantemente dal sisma. Il Sindaco Massimo Citracca ha così consegnato a Michela Carassai, premiata dalla Camera di Commercio di Macerata nell’ambito del Premio “Donna Impresa 2018”, Stanislao Bollini, già Brigadiere Capo dell’Arma dei Carabinieri in pensione, Moreno Tesei, vincitore della competizione sportiva “Spartan Race” svoltasi a Misano Adriatico, un riconoscimento ufficiale da parte dell’Amministrazione Comunale, come segno di riconoscenza per il lavoro e l’impegno profuso da ognuno in un periodo certo non facile per tutta la comunità, ma che anche grazie a loro può vantare qualche soddisfazione. Alla cerimonia erano presenti vari amministratori e rappresentati dell’Arma dei Carabinieri.  

18/10/2018
Civitanova, presentato a palazzo Sforza il progetto “Voucher Family”

Civitanova, presentato a palazzo Sforza il progetto “Voucher Family”

Conferenza stampa oggi a palazzo Sforza per presentare il progetto “Voucher Family”: voucher cartacei erogati dal Comune in aiuto a famiglie con più figli.   Presenti alla conferenza per il Comune: il sindaco Fabrizio Ciarapica, l’assessore Barbara Capponi e l’assessore Maika Gabellieri. A rappresentare la Lube Volley, invece, Simona Sileoni e Albino Massaccesi rispettivamente Presidente e Vice Presidente della squadra.   L’amministrazione comunale – Assessorato al Walfareha messo in bilancio un progetto dedicato alle famiglie: “Voucher Family”, stanziando un importo di 40.000€ ai quali si aggiungono i 25.000€ donati dalla Lube che aveva messo a disposizione del Comune questa cifra per destinarla a progetti di valore. I soldi donati provengono dall’incasso della finale di Scudetto della Lube contro il Perugia.Attraverso i voucher, si sosterranno le famiglie con due o più figli, tramite l'assegnazione di voucher di acquisto, cartacei  per le seguenti categorie merceologiche: (prodotti alimentari e farmaci, testi scolastici e materiale didattico, articoli per la prima infanzia,prodotti per l'igiene della casa e della persona, con esclusione di alcolici, tabacchi, ricariche telefoniche, giochi e lotterie). Forte l’apprezzamento del Sindaco per questa azienda sempre più presente nel territorio Civitanovese che dopo i ringraziamenti afferma:“Un progetto di solidarietà e di grande valore sociale a sostegno di molte famiglie civitanovesi.Grazie al contributo della Lube possiamo garantire sostegno per un numero maggiore di famiglie. Ci tengo a sottolineare il valore di questo progetto anche perché rappresenta un intervento importante di cooperazione tra pubblico e privato.” Soddisfatta anche la Presidente Simona Sileoni: “Poter aiutare in un luogo in cui investiamo e stiamo crescendo è bellissimo, come è motivo di grande orgoglio restituire una parte di affetto e di amore che ci hanno riservato i civitanovesi in questi anni. Quello che ci auguriamo è di poter ripetere il prossimo anno questa esperienza!” Concordi poi l’assessore Gabellieri e l’assessore Capponi nel riconoscere il valore della società non solo in campo, ma anche nel sociale. L’assessore Capponi ha sottolineato come sia la prima volta che un progetto sia esteso a famiglie che finora venivano sempre escluse da tali benefici.   Il vice Presidente Massaccesi, invece, ha sottolineato come, grazie ai progetti nelle scuole e al lavoro che fanno con i ragazzi giovanissimi, sia importante il coinvolgimento delle famiglie in questa realtà sportiva. I criteri di ammissione per l’assegnazione sono i seguenti: due o più figli fiscalmente a carico di età compresa da 0 a 20 anni da compiersi entro il 31/12/2018; residenza nel Comune di Civitanova Marche da almeno 5 anni continuativi alla data di scadenza del bando; cittadinanza italiana o comunitaria, o extracomunitaria in possesso di permesso di soggiorno almeno annuale; ISEE ordinario in corso di validità non superiore ad €.20.000,00. Inoltre, non potranno accedere al bando: i nuclei familiari che hanno percepito l'assegno dei tre figli minori ex art. 66 L.448/98 per l'anno 2017; coloro che nell'anno 2018 alla data di scadenza del presente bando, hanno percepito contributi economici pari o superiore ad €. 300,00 per se stessi o per i componenti del proprio nucleo familiare, previa indagine sociale esperita dal S.S. Professionale.  

18/10/2018
La protesta dei presidenti di Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio: non incontreranno il neo commissario

La protesta dei presidenti di Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio: non incontreranno il neo commissario

I presidenti delle Regioni Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio non parteciperanno oggi all'incontro con il neo-commissario al terremoto in segno di protesta contro il "colpo di mano" del governo che "ha tolto ai presidenti delle Regioni, subcommissari al terremoto, il potere di condivisione sulle ordinanze commissariali, declassando la loro funzione a potere 'consultivo'". Lo si legge in una nota congiunta dei quattro governatori. Una scelta "grave e miope", aggiungono, che "produrrà sicuramente contenziosi e ricorsi". I governatori valutano anche "un ricorso alla Consulta". Il commissario al terremoto potrà emanare le proprie ordinanze senza la "previa intesa" con i presidenti delle Regioni, ma semplicemente avendoli "sentiti". Lo prevede un emendamento della maggioranza al decreto Genova approvato nella seduta notturna che ha provocato la reazione negativa di tutte le opposizioni, secondo le quali si tratta di una scelta politica dovuta al fatto che i governatori sono di partiti d'opposizione. (Fonte Ansa)

18/10/2018
Comune, Pro Loco e aziende settempedane presenti a TolentinoExpo

Comune, Pro Loco e aziende settempedane presenti a TolentinoExpo

Sono sei le aziende settempedane presenti alla nuova edizione di TolentinoExpo apertasi ieri. Negli spazi espositivi di piazza Martiri di Montalto sono presenti cinque produttori agricoli del territorio settempedano insieme alla Simeg Marmi, storica industria locale. Lo stand allestito dal Comune di San Severino Marche insieme alla Pro Loco, ha registrato nella giornata di apertura la visita del primo cittadino settempedano, Rosa Piermattei, e dell’assessore comunale alle Attività Produttive e al Turismo, Jacopo Orlandani, subito dopo la cerimonia del taglio del nastro svoltasi alla presenza di numerose autorità.  

18/10/2018
Terremoto, un incontro per presentare i bandi dedicati all'area cratere a San Severino

Terremoto, un incontro per presentare i bandi dedicati all'area cratere a San Severino

Il Comune di San Severino Marche ospiterà uno dei dieci incontri promossi dalla Regione Marche nell’ambito dell’iniziativa “L’Europa con noi per ripartire”. L’iniziativa si terrà lunedì 29 ottobre, a partire dalle 16,30, al teatro Italia. Dopo i saluti di benvenuto da parte del sindaco, Rosa Piermattei, e del vice presidente e assessore all’Agricoltura della Regione Marche, Anna Casini, verrà fatto un focus su: pacchetto giovani, filiere agroalimentari, corte e mercati locali, filiera legno ed energia e no food, sulla mitigazione dei conflitti allevatori-lupo, sul sostegno alla forestazione e all’imboschimento, sul miglioramento della viabilità rurale. Un accenno sarà comunque offerto su tutti i bandi in scadenza e di prossima uscita.   A conclusione tavola rotonda con la partecipazione dei rappresentanti territoriali delle organizzazioni agricole marchigiane e poi le domande del pubblico e un aperitivo con i prodotti del territorio. L’obiettivo, secondo la vice presidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura, è quello di “illustrare, direttamente sul territorio, le possibilità offerte con la rimodulazione dei fondi europei per favorire la rinascita post sisma. Grazie alla solidarietà delle altre Regioni italiane e dello Stato, sono stati assegnati alle Marche 159,25 milioni di euro. È importante conoscere le tante opportunità, pensate e confezionate, come un abito su misura, per le comunità terremotate, in modo da garantire che gli investimenti programmati trovino quella giusta e necessaria ricaduta sul territorio. La rinascita parte anche dalla conoscenza delle occasioni esistenti per il mondo agricolo, che non vanno sprecate, ma colte per rafforzare un settore economico caratteristico delle aree interne”. Ai 159,25 milioni di euro aggiuntivi del Psr, per sostenere la ripartenza delle zone colpite dal sisma, si sommano agli altri fondi stanziati attraverso Fesr (Sviluppo regionale) e Fse (Lavoro). Un totale di oltre 400 milioni di euro di fondi ulteriori che l’Europa ha assegnato allo sviluppo dell’area del sisma, puntando sulla crescita rurale, sulla salvaguardia del territorio, sul sostegno alle imprese, sulle infrastrutture pubbliche. La partecipazione è libera.    

18/10/2018
Macerata, vincono 38mila euro con una schedina da 10

Macerata, vincono 38mila euro con una schedina da 10

Vincono 38mila euro con una schedina da 10. È accaduto ieri sera con una giocata effettuata nell'agenzia di Via Morbiducci a Macerata. La schedina vincente, un sistema di 10 euro nella quale erano stati giocati i risultati delle partite di calcio, ha fruttato al fortunato o ai fortunati ben 38mila euro.  

17/10/2018
Camerino dimenticata: azienda con fatturato record esclusa dalle classifiche

Camerino dimenticata: azienda con fatturato record esclusa dalle classifiche

Un territorio dimenticato, quello colpito dal sisma, a tal punto che un'azienda di Camerino che fattura oltre 100 milioni di euro scompare da una classifica delle imprese marchigiane. Da giorni circola infatti la classifica e salta subito all'occhio la mancanza della 6Tour, un'azienda con un fatturato di circa 100 milione di euro e che conta 95 dipendenti. Un'azienda che continua a farcela nonostante il terremoto e la necessità di delocalizzare la produzione a Corridonia. Amareggiato raccogliamo la dichiatazione di Ivano Falzetti, titolare della 6Tour. "Con molto dispiacere non vediamo nella lista pubblicata (forse per dimenticanza o leggerezza) la ditta camerte 6 TOUR (che si è trasferita causa terremoto a Corridonia ma non ha voluto trasferire la sede legale da Camerino).La ditta 6 TOUR ha chiuso un fatturato di euro 96 Milioni nel 2017, di euro 60 milioni nel 2016 e chiuderà il bilancio 2018 con Euro140 Milioni. Con il risultato 2017 è tra le prime 35 aziende nelle Marche e tra le prime 10 della provincia di Macerata. Questa è una eccellenza marchigiana e “camerte”, 95 dipendenti, ma non se ne sente mai parlare".

17/10/2018
Ricostruzione privata post terremoto, il sindaco di Matelica: "A rischio 6 posti di lavoro nell’ufficio sisma del comune"

Ricostruzione privata post terremoto, il sindaco di Matelica: "A rischio 6 posti di lavoro nell’ufficio sisma del comune"

A due anni dal terremoto che ha colpito le Marche, sono 148 gli edifici privati di Matelica parzialmente danneggiati dal sisma per i quali i proprietari non hanno ancora fatto richiesta di accesso ai contributi per la ricostruzione. I cittadini hanno tempo fino al 31 dicembre per presentare la domanda, corredata dal progetto di ristrutturazione, in Comune che, a sua volta, dopo aver controllato la veridicità delle autocertificazioni, trasmetterà le pratiche all’Ufficio speciale per la ricostruzione della Regione a cui spetta l’approvazione. A ricordare la scadenza il sindaco di Matelica Alessandro Delpriori, che invita i cittadini a cogliere l’importante opportunità di risistemare e mettere in sicurezza i propri immobili e ne approfitta per fare il punto sulla situazione della ricostruzione privata nella cittadina del cratere. “I dati di cui siamo in possesso sulla base delle schede Aedes, che indicano lo stato degli edifici dopo il terremoto – spiega Delpriori - ci parlano di 148 immobili con danni lievi per i quali è ancora possibile presentare le istanze di finanziamento. I soldi ci sono, ma il tempo stringe e sarebbe davvero un peccato lasciarsi sfuggire questa chance di tornare nei propri alloggi, riaprire negozi o uffici attualmente inagibili. La macchina della ricostruzione privata è partita da tempo, anche se non posso nascondere che sta andando a rilento. Lo smaltimento delle pratiche è frenato da un quadro normativo farraginoso e da un eccesso di burocrazia. Mi auguro almeno che i sei impiegati assegnati a tempo determinato all’ufficio sisma del Comune, risorse indispensabili per seguire un argomento così complesso, vengano confermati fino al completamento dell’iter di gestione dei progetti, altrimenti si rischia lo stallo”. Subito dopo le scosse di agosto e ottobre di due anni fa, i tecnici comunali di Matelica e della Protezione civile hanno effettuato 1692 sopralluoghi, in seguito ai quali sono state emesse 709 ordinanze di inagibilità per lesioni di diversa entità. A novembre 2016 erano 719 i cittadini aventi diritto al contributo di autonoma sistemazione, il famoso Cas, mentre oggi il numero è sceso a 532: di questi la maggior parte ha optato per una sistemazione alternativa. Allo stato sono 65 i progetti di recupero trasmessi all’Ufficio per la ricostruzione della Regione, di cui 6 per attività produttive, 50 per danni lievi e 9 per danni gravi. Di questi 16 hanno ottenuto l’approvazione, mentre per tre di loro si è concluso l’iter con la dichiarazione di fine lavori. I restanti sono ancora in fase d’istruttoria. “E’ necessario che tutti gli attori della ricostruzione – conclude Delpriori – si impegnino per modificare una normativa complicata che sta mettendo un freno agli interventi di recupero. Bisogna accelerare, Matelica è ripartita, ma cittadini hanno bisogno di certezze per andare avanti”.     

17/10/2018
Terremoto, Federcontribuenti Marche: "Class action contro Arcale. Hanno risparmiato sulla pelle delle persone"

Terremoto, Federcontribuenti Marche: "Class action contro Arcale. Hanno risparmiato sulla pelle delle persone"

"Appena 6 giorni fa Antonio Veneziano rappresentante del consorzio Arcale ha chiesto un incontro al senatore e sindaco di Visso Giuliano Pazzaglini in Senato. Secondo un comunicato di Arcale, si è parlato di un colloquio 'lungo e cordiale' ma probabilmente il dott. Veneziano si è ben guardato di esporre a Pazzaglini la realtà della situazione: Sae messe su con il 'cerotto' in fretta e furia e senza badare alla sicurezza delle persone che vi entravano, persone che hanno subito un trauma che si porteranno dietro per anni e che ora si ritrovano ancora una volta sbattuti nei residence''. Così il segretario regionale di Federcontribuenti Marche Maria Teresa Nori, su quanto avvenuto a Visso dove ben 50 Sae sono quelle da rifare a causa dei rivestimenti interni marci. ''Il Consorzio Arcale che vinse l'appalto e che poi ha subappaltato - ha rilevato  Maria Teresa Nori - è stato pagato ed è pagato con soldi pubblici: a questo punto non c'è altro da fare che intraprendere una class action contro il consorzio di tutti coloro che sono stati fatti uscire dalle Sae. Il Consorzio deve ripagare danni morali e materiali perchè è inaccettabile che questi lavori non siano stati fatti a regola d'arte. Hanno risparmiato su tutto - ha concluso Maria Teresa Nori - anche sulla pelle delle persone''.  

17/10/2018
IGuzzini agli svedesi, il presidente: "È un'integrazione che dà forza a tutti"

IGuzzini agli svedesi, il presidente: "È un'integrazione che dà forza a tutti"

"E' un'integrazione che dà forza a tutti, noi diamo a loro tante conoscenze e insieme possiamo fare tante sinergie". Lo ha detto Adolfo Guzzini, presidente di iGuzzini Illuminazione a proposito della lettera di intenti che la società svedese Fagerhult ha sottoscritto con Fimag - Finanziaria Mariano Guzzini, e Tipo, società partecipata da Tamburi Investment per l'acquisizione del 100% delle azioni dell'azienda di Recanati. A margine della presentazione della classifica delle imprese marchigiane curata dalla Fondazione Aristide Marloni ad Ancona, Guzzini ha aggiunto: "esce fuori un gruppo mondiale di alto livello che ci dà grande soddisfazione: ci dà garanzia di continuità, mantenendo noi tutta la direzione dell'azienda italiana con tutto il management. Poi hanno voluto me nel board della controllante e Andrea Sasso, che è l'amministratore delegato, nel comitato dei sindaci. La famiglia Guzzini rimane pienamente nel board italiano ed entra nella controllata". (Fonte Ansa)

16/10/2018
La Provincia di Macerata: no all'impianto di recupero di fanghi biologici a Tolentino

La Provincia di Macerata: no all'impianto di recupero di fanghi biologici a Tolentino

Oggi la Provincia di Macerata ha rigettato, con specifico provvedimento, l'istanza presentata dalla ditta Biorecovery S.r.l. con sede legale a Falconara Marittima (AN), finalizzata all'ottenimento dell'autorizzazione per la realizzazione di un impianto destinato al recupero di fanghi biologici tramite essiccamento e successiva termo valorizzazione, da ubicare in C.da Cisterna del Comune di Tolentino. Effettuata la verifica della richiesta sia sotto l'aspetto formale che sostanziale, con particolare riferimento alla conformità al Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti, la domanda è risultata carente tanto da un punto di vista della adeguatezza della documentazione necessaria all'istruttoria, quanto dal punto di vista dei presupposti necessari alla sua approvazione e ne è stata, pertanto, disposta l'archiviazione.

16/10/2018
Il Gruppo Orafi di Confartigianato Imprese Macerata al Tolentino Expo con la mostra TeamaOro

Il Gruppo Orafi di Confartigianato Imprese Macerata al Tolentino Expo con la mostra TeamaOro

Sarà inaugurata domani, mercoledì 17 ottobre, la mostra orafa “TeamaOro”, organizzata dal Gruppo Orafi di Confartigianato Imprese Macerata, allestita presso il teatro Politeama di Tolentino in occasione del Tolentino Expo. “Saranno 6 gli artigiani orafi di Confartigianato - dichiara il Presidente Regionale Confartigianato Orafi, Giuseppe Verdenelli - che dal 17 al 21 ottobre presenteranno le proprie creazioni all’interno del rinnovato e bellissimo teatro polivalente di Tolentino. Ogni maestro orafo interpreterà ed esporrà il meglio delle proprie creazioni realizzate con le tecniche dell’alta oreficeria che rappresentano al meglio le caratteristiche professionali di ciascun di loro. Oltre ad esibire il bello- continua Verdenelli - il Maestro orafo racchiude in ogni sua opera il suo animo, la sua essenza così che ogni sua creazione esprime attimi di vita e di respiro, ben comprensibile all’osservatore”. Diamanti, smeraldi, rubini, zaffiri, pietre colorate saranno protagonisti assoluti dell’esposizione che il visitatore potrà ammirare nelle più importanti costruzioni orafe come anelli, collane, orecchini, bracciali, diademi e perfino opere d’arte come i quadri gioiello. “Nelle Marche sono 346 gli orafi artigiani - afferma Paolo Capponi, Responsabile Ufficio Export di Confartigianato Imprese Macerata – di cui 76 della provincia di Macerata e 7 del Comune di Tolentino. Il comparto orafo rappresenta inoltre una fetta importante dell’export della nostra Regione, con ben 20,5 milioni di euro di produzioni orafe esportate, di cui 4,6 milioni solo dalla provincia maceratese. In questa 6° edizione di Tolentino Expo, la nostra Associazione, oltre a presentare i propri Maestri artigiani del Gruppo Orafi, sarà presente alle importanti giornate di fiera con gli imprenditori della Moda e dell’accessorio che presenteranno collezioni per la stagione autunno-inverno 2018 di alta manifattura artigianale targata 100% Made in Italy. Questi occasioni di visibilità e vendita come il Tolentino Expo – conclude Capponi – sono determinanti per le piccole imprese, e ne abbiamo la conferma dal numero dei partecipanti che, rispetto all’edizione del 2016, è praticamente raddoppiato. E’ importante ricordare che acquistare il vero made in Italy, non significa solo garanzia di alta qualità, ma anche di rispetto delle normative europee vigenti in materia di sicurezza, salute e lavoro”. Questi i nomi dei partecipanti alla mostra TeamaOro: Giuseppe Verdenelli, Lorenzo Perucci, Stefano Verdini, Elena Baldassarri, Massimo Ripa, Adriano Cocenzi.

16/10/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433