Aggiornato alle: 21:05 Giovedì, 9 Aprile 2020 cielo sereno (MC)
Varie Altri comuni

Come consolidare un gruppo di lavoro: team building in barca a vela

Come consolidare un gruppo di lavoro: team building in barca a vela

Il consolidamento di un gruppo di lavoro passa attraverso l'affiatamento tra i membri di un equipaggio e la valorizzazione di specificità personali al servizio della squadra. La vita in azienda ha profonde analogie con l'esperienza in vela e non soltanto perché si è tutti sulla stessa barca. Per essere produttivo, un team aziendale deve essere in grado di valutare i rischi e le opportunità del mercato, proprio come l'equipaggio di una barca deve saper gestire gli imprevisti e le sfide che il mare lancia.

La barca come azienda in formato ridotto

Per fare in modo che un gruppo di lavoro veda le cose in maniera diversa, è sufficiente inserirlo in un ambiente che conosce poco. Per cui anche chi non è mai stato in barca può partecipare a un'esperienza di questo tipo e anzi potrebbe trarne benefici maggiori. La navigazione in barca come opportunità di team building è un'attività fruibile da tutti, senza limiti di età e sesso.

Del resto è proprio in un contesto nuovo e al cospetto di imprevisti che si sviluppano nuovi modi di affrontare il mercato. Senza contare che la vita a bordo agevola le condivisioni e garantisce un efficace brainstorming: sulla barca non c'è bisogno di sedersi a un tavolo per lanciare idee senza filtri, perché si è praticamente sempre seduti a un tavolo, almeno fino alla fine della navigazione.

L'ambiente nuovo stimola la creatività e questo è acclarato, ma quando si abbandona la zona di comfort in barca a vela si deve giocoforza contare su un gruppo coeso e pronto a far fronte a ogni avversità nel minor tempo possibile. La barca diventa una vera e propria micro-azienda e la navigazione una formidabile occasione di team building. Le affinità tra la formazione nautica e quella imprenditoriale sono così tante che si può parlare di allegoria.

Lavoro di squadra in vela e in azienda

La comunicazione d'impresa dev'essere efficace e diretta, così come in barca gli ordini di manovra devono essere diramati con chiarezza e tempismo. Oltretutto le problematiche in mare spingono a velocizzare i processi decisionali. A bordo cadono molte barriere e formalità e quindi aumenta la conoscenza reciproca, con tutto ciò che ne consegue in termini di crescita della collaborazione.

In questo senso si può dire anche che la vela contribuisce a consolidare nuove relazioni. I lavoratori di un'impresa impareranno a entrare più velocemente in sintonia con i clienti e i vari decisori aziendali. Peraltro le pause in dinette o in pozzetto possono essere riguardate come un'occasione per presentare i propri prodotti o servizi al cliente di turno.

L'equipaggio è un team aziendale che lavora gomito a gomito e che non è distratto per lunghi periodi dalla vita che si svolge sulla terraferma. Invero si possono presentare situazioni inaspettate in cui non si ha neanche il tempo per pensare a ciò che succede a miglia di distanza, occupati come si è ad affrontare i problemi che il mare pone.

La vita in barca si rivela un efficace strumento motivazionale in quanto incentiva il lavoro di squadra, valorizza le competenze personali e l'interazione fra i membri dell'equipaggio. In questo modo ne escono rafforzati il senso di responsabilità e la fiducia reciproca.

Gli stages formativi di team building in barca a vela sono organizzati da Vivere la Vela, da poco trasferitasi in Via Privata M.G. Donadoni 10 - 20158 Milano. Sono eventi aziendali volti a sviluppare capacità manageriali e a migliorare i legami all'interno della squadra, le performance di ciascuno e il morale del gruppo.

Lo skipper come team leader

Il team working in barca a vela rappresenta una risorsa preziosa soprattutto per:

- Un gruppo aziendale sotto stress in cerca di nuovi modi di affrontare i problem

- Un gruppo di lavoro appena formato

- Una squadra aziendale in crisi

Il senso di missione condivisa e il team building iniziano ancor prima di salpare, quando si deve organizzare l'equipaggio, assegnare i ruoli e attribuire precise responsabilità. La vita a bordo è un'occasione per sviluppare una leadership credibile, perché chi sta a prua di un'impresa ha il compito di guidare e motivare un team, ma ha anche il dovere di tracciare una rotta ed evitare gli scogli. Esattamente come il leader, lo skipper organizza la rotazione dei compiti, trasferisce sicurezza all'equipaggio e sa vedere oltre l'orizzonte.

Per non subire gli avvenimenti, lo skipper deve prendere decisioni rapide e dare disposizioni chiare all'equipaggio, dal quale ci si attende un'esecuzione altrettanto rapida. In fondo un team affiatato non nasce automaticamente da una convivenza forzata, ma è il risultato di un graduale processo di formazione in cui l'apprendimento e l'esperienza giocano un ruolo fondamentale. Ebbene, i momenti di vita vissuta a bordo hanno l'ulteriore pregio di lasciare una profonda traccia emozionale in ciascuno dei membri.

Se lo skipper è assimilabile a un team leader e la rotta a una strategia aziendale, è vero anche che la destinazione rappresenta l'obiettivo di un gruppo lavorativo. Cos'altro sarebbe poi il mare aperto, se non il mercato in cui l'impresa opera? In questo gioco metaforico non può mancare il ruolo del vento, che viene visto sia come rischio sia come opportunità di guadagno. Difatti le condizioni meteo influiscono sulla navigazione, così come il mercato orienta le tattiche da adottare e la programmazione delle attività lavorative.

La navigazione in barca è un formidabile apprendistato di team building, perché in mare s'impara ad agire in sincronia e rispettare i ruoli, a gestire gli imprevisti e operare con risorse limitate in spazi ristretti.

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2019 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni