Aggiornato alle: 21:21 Sabato, 18 Settembre 2021 nubi sparse (MC)
Cultura Macerata

Art Bonus: un progetto di mecenatismo culturale per lo Sferisterio

Art Bonus: un progetto di mecenatismo culturale per lo Sferisterio

La Camera di Commercio di Macerata ha promosso un appuntamento dal titolo Art Bonus. 100 Mecenati per lo Sferisterio tenutosi questo pomeriggio, 24 maggio 2016, presso la Civica Enoteca Maceratese in Corso della Repubblica.

Sono intervenuti il presidente della Camera di Commercio di Macerata Giuliano Bianchi, il sindaco di Macerata Romano Carancini, il sovrintendente di Macerata Opera Luciano Messi, la presidente del Comitato per l'imprenditoria femminile Patrizia Tiranti, il presidente dei revisori dei conti dell' Arena Sferisterio Giorgio Piergiacomi e l'imprenditore Maurizio Mosca; a coordinare la conferenza è stata la responsabile dell' Area promozione della Camera di Commercio Lorenza Natali. Si è discusso riguardo lo strumento ideato dal Governo per incentivare i finanziamenti alla cultura. Il progetto è definito dei “Cento Mecenati”: aziende, imprenditori e commercianti potranno contribuire all'ascesa di uno Sferisterio sempre più propositivo in ambito artistico-culturale.

"Art Bonus è una bellissima realtà - irrompe Giuliano Bianchi - lo Sferisterio è la dimostrazione di una capacità di sognare e lavorare insieme che ora non c'è più. I cento hanno pensato ad una Macerata grande poiché erano pieni di sogni, mentre oggi ci ripieghiamo su noi stessi. Dobbiamo tornare a stare insieme, a parlare e a vivere la bellezza che la gente ha pensato per noi".

Sferisterio, con l'aiuto dei club service, ha lanciato due mesi fa il progetto dei "Cento Mecenati", ovvero cento persone che amano l'arena maceratese e decidono di sostenerla tramite l'iniziativa "Art Bonus" con un contributo annuale che parte da una base di almeno mille euro, usufruendo dei benefici fiscali previsti, con il 65% di credito di imposta.

"La responsabilità e i ruoli camminano sulle gambe delle persone", afferma il primo cittadino Romano Carancini. Spiega inoltre come il sistema Sferisterio è stato oggetto di una rivoluzione culturale dal 5 gennaio 2012 che ha visto il ritorno del proprio spirito artistico. Oltre ad essere splendente per tutte le linee politiche, ogni anno esso occupa 500 persone su ogni settore, ristabilendo la gestione economica in equilibrio e riducendo considerevolmente il debito pubblico". Rifacendosi alle parole del presidente della Camera di Commercio di Macerata Giuliano Bianchi, il sindaco definisce lo Sferisterio "un esempio della non rassegnazione della città che onora la storia e rende più orgogliosi i maceratesi".f75c8c4f-6f9b-4907-a705-d88d6f4a7ad8

È ora il momento di Patrizia Tiranti, presidente del Comitato per l'imprenditoria femminile, la quale parte da un punto di vista imprenditoriale per puntualizzare il lato economico del progetto. " Gli imprenditori hanno questa coscienza, ossia che la bellezza, l'arte e la cultura aiutino il territorio. Essi contribuiscono ad incentivare il turismo, anche grazie allo sviluppo delle attività produttive." Continua dicendo "Sono convinta che una crescita del territorio si sposi con una crescita economica".

In ambito tecnico, Messi e Piergiacomi hanno illustrato la retribuzione tramite credito di imposta e, successivamente, la modalità di adesione.

"Promuovo lo Sferisterio, promuovo me stesso" ribadisce Luciano Messi. "Art Bonus è uno strumento in grado di adattarsi ad uno spettro ampissimno di situazioni, consentendo di orientare le varie politiche dello Stato nei vari territori. " Spostandosi sul piano economico e monetario, il sovrintendente di Macerata Opera si sofferma dicendo "Noi chiediamo un contributo minimo di almeno mille euro che consente un credito di imposta pari al 65% dell' importo donato". Infine, Messi sottolinea come "Rimanere nel percorso dei cento Mecenati non sia un obbligo, ma una possibilità".

A seguire, Giorgio Piergiacomi definisce Art Bonus come "un' iniziativa che nasce per favorire l'erogazione liberale a tutela dei patrimoni e finalizzata per il mecenatismo culturale". Il revisore continua il suo discorso separando due casi: da una parte i soggetti privati, il cui limite è stabilito al 15% del limite imponibile e le imprese, il cui limite rispecchia il numero di ricavi. Per quanto riguarda le modalità di adesione, Piergiacomi dichiara che "la modalità di adesione richiede la tracciabilità e il relativo bonifico deve essere effettuato in denaro entro il 31 maggio."

In chiusura, interviene Maurizio Mosca, testimone Mecenate, il quale riprende le parole di Bianchini. "Bisogna mettere un po' di cuore in tutta questa operazione. Bisogna cambiare mentalità ed è quello che stiamo facendo tutti insieme. Macerata è nostra e la difesa del territorio spetta a noi".

Il progetto ad oggi conta quarantasei adesioni, fra persone fisiche e altre associazioni, ma cercherà di raggiungere l'obiettivo inizialmente stabilito entro i termini di scadenza.

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.
Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni