Aggiornato alle: 22:01 Sabato, 25 Maggio 2024 cielo coperto (MC)
Attualità Visso

Visso, l'ex piscina diventa una struttura polivalente: anche il ministro Abodi per il via ai lavori

Visso, l'ex piscina diventa una struttura polivalente: anche il ministro Abodi per il via ai lavori

Mercoledì 7 febbraio, alle ore 17.30, alla presenza del ministro per lo sport e i giovani, Andrea Abodi, del presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli e del commissario straordinario per la ricostruzione Guido Castelli, verranno avviati i lavori di ricostruzione della ex-piscina comunale con realizzazione di una struttura polivalente per attività sociali o di protezione civile.

Invitati alla cerimonia anche i sindaci dei comuni del cratere sismico 2016 dell’alto maceratese, il presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini Andrea Spaterna, consiglieri e assessori della Regione Marche, il dirigente dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della Regione Marche, l’Arcivescovo della Diocesi di Camerino-San Severino Marche Francesco Massara, il presidente del Coni Marche Fabio Luna, i comandanti delle forze dell’ordine locali e i rappresentanti delle associazioni sportive del territorio.

Il programma della giornata prevede il ritrovo delle autorità in località Palombare nei pressi della locale Stazione dei carabinieri di Visso e lo spostamento nella vicina area del cantiere ove si svolgerà la cerimonia di avvio dei lavori di ricostruzione e conversione della ex-piscina comunale.

Successivamente, nella vicina sala conferenze del Parco nazionale dei Monti Sibillini si terrà in incontro tra il Ministro e le altre autorità e le associazioni sportive presenti avente per oggetto le problematiche degli impianti sportivi dei territori colpiti dal sisma del 2016.

La finalità dell’intervento è quella di ricostruire l’edificio ampliando le discipline sportive praticabili, attraverso la realizzazione di una struttura polivalente che consenta l’uso sportivo in conformità alle normative federali, l’utilizzo per lo svolgimento di attività sociali di grande aggregazione quali mercati al coperto, incontri conviviali, convegni, ecc..

La nuova struttura, oltre ad ampliare la qualità del patrimonio pubblico, permetterà di rendere l’opera più attinente alle attuali esigenze della popolazione stravolte dagli eventi sismici.

Per fronteggiare la grande situazione di emergenza generata dal sisma del 2016 il Comune di Visso negli scorsi anni ha dovuto infatti sacrificare il campo sportivo in località Palombare. Lo stesso è stato trasformato in area Sae  per fare fronte alle necessità abitative della popolazione residente avente l’abitazione gravemente danneggiata dal sisma, il campetto polivalente in località Palombare è stato trasformato, infatti, in area di posizionamento delle caserme temporanee delle locali Stazioni dei carabinieri e carabinieri Forestali.

Attualmente l’unico impianto sportivo rimasto a disposizione della popolazione risulta essere un campetto polivalente in erba sintetica all’aperto dove attualmente viene praticato il calcio a 5 dalla locale società sportiva.

L’opera progettata costituirà un intervento di riqualificazione dell’area di ubicazione ad alto contenuto paesaggistico ed ambientale. La struttura inutilizzata della ex piscina verrà sostituita da un complesso sportivo vivo e di ampio utilizzo progettato per adattarsi al meglio all’ambiente esterno e per fornire alla popolazione uno spazio al coperto polivalente, progettato per molteplici utilizzi, che andrà in parte a restituire alla popolazione gli impianti sportivi persi a causa del sisma.

Nel complesso il nuovo impianto sportivo ospiterà un campo di gara con tribune per circa 100 spettatori, palestra per riscaldamento, spogliatoi per gli atleti ed i giudici di gara, servizi per gli spettatori, infermeria e magazzini.

La potenzialità dell’intervento interessa il bacino di utenza dell’intero territorio comunale e, in virtù della posizione orografica baricentrica all’interno del territorio dell’Alto Nera, anche dei Comuni limitrofi.

Il nuovo impianto sportivo in caso di calamità avrà anche una funzione strategica per esigenze di Protezione Civile. Il progetto è stato redatto da Settanta7 studio associato (capogruppo in rtp), Cesaretti Engineering s.r.l., geologo Mirco Moreschi, architetto Laura Lova (G.P.), l’impresa esecutrice è la Nefer SRL con sede a Pieve Torina. Responsabile unico del procedimento per il Comune di Visso è l’ingegner Cristiano Farroni.

 

 

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Commenti

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni