Aggiornato alle: 22:24 Martedì, 18 Giugno 2024 cielo sereno (MC)
Varie

Stampanti industriali ad inchiostro: a cosa servono e perché usarle

Stampanti industriali ad inchiostro: a cosa servono e perché usarle

Le stampanti industriali a inchiostro sono dispositivi avanzati che sfruttano la tecnologia inkjet per stampare una vasta gamma di informazioni su diversi materiali.

Queste macchine offrono una velocità di stampa notevole, arrivando a quasi un metro al secondo.

Utilizzo delle stampanti industriali a inchiostro

Le stampanti inkjet industriali trovano ampio impiego in diversi settori. Ad esempio, vengono utilizzate nel settore alimentare, per imprimere date di scadenza, lotti, codici a barre e altre informazioni importanti imposte dalla legge sia sui cibi che sulle bevande.

Nel settore farmaceutico, invece, permettono di riportare tali informazioni sui diversi farmaci. Inoltre, non bisogna sottovalutare l’importanza di questa tecnologia in ambito cosmetico, perché anche i prodotti di bellezza necessitano di marcature precise, per garantire la sicurezza e la tracciabilità dei prodotti. In altre parole, le stampanti industriali ad inchiostro oggigiorno trovano un campo di applicazione molto ampio.

Differenza tra stampanti CIJ e TIJ

Diversamente da quello che si potrebbe pensare, non esiste un solo tipo di stampante industriale a getto d’inchiostro. Sul mercato, infatti, ne esistono di vari tipi con caratteristiche differenti.

Senza scendere troppo nel dettaglio, le stampanti industriali che utilizzano la tecnologia inkjet possono essere suddivise in due categorie: quelle a getto di inchiostro continuo (CIJ) e quelle a getto termico (TIJ).

Le prime utilizzano un flusso costante di inchiostro, che viene spruzzato dagli ugelli per imprimere sulle superfici simboli, codici, caratteri e tutto ciò che si vuol imprimere sulla superfice. Questa tecnologia è ideale per la marcatura di lotti, date di scadenza, codici a barre e altre informazioni variabili.

Le stampanti TIJ, invece, permettono di stampare immagini ad alta risoluzione sia sui prodotti che sugli imballaggi realizzati in carta, cartone, ecc. Sono impiegate principalmente per realizzare loghi, testi o codici a barre, garantendo una qualità di stampa ottimale.

In altre parole, a seconda del tipo di materiale sul quale si deve stampare e a seconda del tipo di lavoro che si vuol fare sul materiale stesso, è possibile optare per una tipologia di stampante ad inchiostro anziché un’altra.

I benefici di questo tipo di stampanti

I vantaggi che derivano dall’utilizzo delle stampanti industriali a getto d’inchiostro sono svariati. Innanzitutto, il getto d’inchiostro è una tecnologia rinomata per essere estremamente flessibile e che permette di identificare superfici porose e non porose in conformità degli standard GS1.

Ancora, le stampanti in questione permettono di controllare la risoluzione orizzontale dei messaggi, in modo da poter generare un contrasto minore oppure maggiore (a seconda delle necessità) del colore dell’imballaggio.

Altro aspetto importante da sottolineare quando si parla di questi apparecchi è la loro bassa manutenzione. Queste stampanti, infatti, non richiedono una manutenzione costante, sia che vengano utilizzati in ambienti ostili che favorevoli. Dopo l’installazione non è necessario effettuare una manutenzione quotidiana, ma solamente degli espurghi occasionali per assicurare la miglior qualità di stampa.

Inoltre, la flessibilità de questo tipo di stampante industriale deriva dal prezzo e dal suo “combustibile” ovvero l’inchiostro. A seconda del tipo di superfice da marcare sarà possibile scegliere un determinato inchiostro da utilizzare, ad esempio a base olio, base solvente, inchiostro UV ecc. 

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Commenti

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni