Aggiornato alle: 09:56 Giovedì, 13 Giugno 2024 cielo coperto (MC)
Cronaca Provincia Macerata

Rapina in una pasticceria: 43enne va in carcere. A Macerata sabato alcolico, in tre dicono addio alla patente

Rapina in una pasticceria: 43enne va in carcere. A Macerata sabato alcolico, in tre dicono addio alla patente

Controlli del fine settimana dei carabinieri della Compagnia di Macerata: una persona arrestata, cinque denunciate, una segnalata amministrativamente e quattro violazioni a leggi speciali accertate. Sequestrati, inoltre, 43 grammi di hashish.

Nel corso del servizio straordinario i militari hanno impiegato sei pattuglie, due unità cinofile antidroga dei carabinieri di Pesaro e una pattuglia del comparto di specialità del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Ancona. Nel solo weekend, sono state controllate 93 persone e 85 veicoli, contestate diverse violazioni del codice della strada e ispezionati tre esercizi pubblici.

Proprio nei tre negozi i carabinieri del Nas, in due casi, hanno riscontrato numerose violazioni per le quali sono state contestate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 9mila euro circa. Per entrambi i locali, a seguito di gravi carenze igienico sanitarie riscontrate, è stata inoltrata anche una segnalazione all'azienda sanitaria territoriale di zona.

MACERATA - Sono invece tre le persone che sono state pizzicate dai carabinieri, durante i controlli effettuati tra sabato e domenica, a guidare le proprie autovetture in condizioni psicofisiche alterate. Il primo è un peruviano di 55 anni, residente a Macerata, che mentre percorreva viale Puccinotti è stato fermato durante un posto di controllo dai militari della sezione radiomobile e sottoposto ad alcooltest che ha subito dato esito positivo per un tasso alcolemico di 1,24 g/l (quasi tre volte superiore al limite stabilito per legge).

Il secondo è un operaio di 21 anni residente nella provincia, che a scorsa notte transitava nei pressi dei Giardini Diaz eh ha attirato l'attenzione dei carabinieri per l'andatura irregolare e incerta con cui guidava il proprio veicolo. Al controllo effettuato con l’etilometro in dotazione alla pattuglia è risultato positivo con in tasso di 1,36 g/l (quasi tre volte superiore al limite di legge).

Stessa sorte, più tardi, è toccata ad un 28enne della provincia di Fermo che, sempre in via Giardini Diaz è stato fermato durante un posto di controllo ed è stato trovato con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti, pari a 1,01 g/l (oltre due volte superiore al limite di legge). Per tutti è stato disposto il ritiro della patente di guida e la segnalazione all'autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza.

CORRIDONIA - L'arresto eseguito dai carabinieri della stazione di Corridonia risale al 17 novembre scorso. A seguito dell’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Ancona, gli uomini dell'Arma hanno disposto le manette per un cittadino italiano di 43 anni, gravato da precedenti di polizia, ritenuto responsabile di diverse violazioni delle prescrizioni impostegli con gli arresti domiciliari cui era stato sottoposto lo scorso gennaio per il reato di rapina consumato presso una pasticceria di Castel Di Lama. Il 43enne è stato associato alla Casa Circondariale di Ancona Montacuto.

MONTEFANO - Le indagini che i carabinieri della stazione di Montefano hanno immediatamente avviato e condotto su un furto di rame sono state fatali per un uomo e una donna di origini romene, entrambi 45enni residenti nella provincia di Fermo.

L'episodio risale allo scorso 13 novembre quando la coppia, da un'abitazione in fase di costruzione, ha asportato un quantitativo di grondaie e canali in rame pari a due quintali del valore di circa 1.500 euro.

Le immediate indagini dei carabinieri di Montefano, che si sono avvalsi delle immagini registrate dalle numerose telecamere presenti nella zona, hanno consentito di risalire al mezzo sul quale "l'oro rosso" era stato caricato, un autocarro Iveco Daily, e di conseguenza all’identità dei due malviventi, che sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Macerata per furto aggravato. 

RECANATI - Ad incappare nella rete dei controlli messa in atto dai carabinieri della Compagnia di Macerata sabato pomeriggio è stato un 27enne del Pakistan, residente a Recanati. Il fiuto dell’unità antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Pesaro è stato determinante in questa occasione. 

Il giovane, infatti, controllato mentre era alla guida della sua auto dalla pattuglia dei carabinieri di Corridonia, è stato trovato in possesso di due involucri contenenti 5,30 grammi di hashish. Per lui è scattata la segnalazione alla Prefettura di Macerata per uso non terapeutico di sostanza stupefacente e il ritiro della patente. 

MONTE SAN GIUSTO - Un secondo quantitativo di stupefacente, del peso di 38 grammi, è stato invece rinvenuto all'interno di un parco pubblico di Monte San Giusto dai carabinieri della locale stazione.

L'attività risale al pomeriggio del 17 novembre quando la pattuglia dei carabinieri, nel corso di un servizio teso al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha proceduto al controllo di un gruppo di giovani presente nel parco pubblico. Durante le varie fasi del controllo, tra i cespugli, è stato trovato un involucro contenente 38 grammi di hashish, nascosta e pronta per essere spacciata, che veniva sottoposta a sequestro a carico di ignoti.

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Commenti

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni