Aggiornato alle: 18:03 Lunedì, 6 Dicembre 2021 cielo coperto (MC)
Cronaca Monte San Giusto

Giallo Monte San Giusto, il testimone:"Aggressione avvenuta a Firenze". Mistero sul ruolo di un Fermano

Giallo Monte San Giusto, il testimone:"Aggressione avvenuta a Firenze". Mistero sul ruolo di un Fermano

Proseguono le indagini sul sequestro avvenuto a Monte San Giusto ai danni del 25enne turista inglese Sam Kourosh Demilecamps. Mentre i carabinieri del reparto operativo di Macerata e i Ros di Ancona proseguono con la raccolta degli elementi probatori, questa volta ad essere sentito dal gip del Tribunale di Macerata Giovanni Manzoni è stato l'amico tedesco della vittima, figura emersa durante l'ultimo interrogatorio a carico di Demilecamps, che aveva raccontato agli inquirenti di essere stato rapito a Firenze proprio in compagnia di un giovane residente in Germania.

Il turista tedesco ha confermato che Sam avrebbe ricevuto una telefonata da un amico conosciuto durante il viaggio estivo nelle Marche. Si tratterebbe dell'ultimo uomo ricercato, un giovane di origini fermane che, stando al racconto del tedesco, avrebbe contattato Demilecamps per incontrarlo, approfittando della sua permanenza a Firenze. Proprio nella città toscana sarebbe avvenuta l'aggressione da parte dei tre uomini oggi agli arresti domiciliari, due montegranaresi Ahmed Rajraji e Dona Conte e un sangiustese Rubens Gnaga, che avrebbero poi costretto l'inglese al viaggio in macchina fino a Monte San Giusto, luogo in cui si è compiuto il sequestro fino all'arrivo dei Carabinieri otto giorni dopo. 

Molti i punti ancora oscuri, in primis non è chiaro il coinvolgimento del giovane fermano. Stando sempre al racconto del turista tedesco, in seguito al sequestro il giovane avrebbe portato via con sè il borsone di Demilecamps facendosi accompagnare nell'ostello dove alloggiava. Secondariamente non è chiaro il rappporto che vi fosse tra i tre arrestati e lo stesso e soprattuto se abbiano fatto o meno il viaggio per Firenze insieme. Questioni su cui i militari di Ancona e Macerata vogliono continuare a far luce, prima che il fascicolo del procedimento passi alla Procura di Firenze, luogo in cui sembra essere avvenuto il sequestro. 

Demilecamps invece ha lasciato Macerata, dove era rimasto a disposizione degli inquirenti, per recarsi da amici a Senigallia. Dopodichè farà probabilmente ritorno a Londra, città che aveva lasciato all'inizio dell'estate. 

 

(Foto tratta dalla pagins Facebook di Sam Kourosh Demilecamps)

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni