Aggiornato alle: 09:24 Domenica, 5 Febbraio 2023 cielo coperto (MC)
Politica Civitanova Marche

Civitanova - Giuseppe Conte in piazza per sostenere Squadroni, ma è flop di presenze (FOTO)

Civitanova - Giuseppe Conte in piazza per sostenere Squadroni, ma è flop di presenze (FOTO)

Flop di presenze per l'arrivo a Civitanova Marche del leader del Movimento Cinque Stelle Giuseppe Conte, giunto in città per sostenere la candidatura a sindaco di Silvia Squadroni. Sono soltanto un centinaio i presenti al comizio tenutosi in piazza XX Settembre, perlopiù curiosi a cui si accompagnano sostenitori personali della Squadroni e del Movimento.

Di certo, ad aver influito, è stato anche l'orario scelto per la manifestazione. Quello di oggi è stato il primo incontro ufficiale tra la candidata sindaco e l'ex premier. Nel corso dell'incontro, oltre agli interventi dello stesso Conte e della Squadroni, anche quello dell'onorevole Mirella Emiliozzi. 

Il primo pensiero del leader pentastellato, intercettato poco prima di salire sul palco, riguarda la riforma delle concessioni balneari: "Il Movimento - dice - ha sempre lavorato per trovare una soluzione ragionevole, che tenesse conto della situazione in cui siamo arrivati. Sin dall'inizio abbiamo dato un contributo fondamentale. Ritengo l'intesa sul tema trovata dal Governo equilibrata ed equa". 

Poi Conte punge: "per quanto riguarda la guerra, noi siamo contro il riarmo. Vogliamo che tutti gli sforzi diplomatici si concentrino verso una soluzione pacifica. La nostra posizione è chiara e coerente". 

"Se sento anche mia la prospettiva di una via d'uscita dalla pandemia? Certo, possiamo tentare di oscurare tutti gli sforzi fatti insieme, ma non c'è dubbio che nel periodo più duro c'eravamo noi al Governo", sottolinea l'ex premier. 

"Io come leader della coalizione di centro-sinistra? Non mi pongo affatto il problema" precisa Conte, che preferisce parlare - più che di centro-sinistra - di "campo progressista coeso, espressione di un progetto politico ben definito".

E sul caro bollette: "La crisi energetica va contrastata subito sia sul piano europeo che sul piano interno. In Europa con un Energy recovery fund e a livello interno con sussidi a famiglie e imprese. Non possiamo lasciare che le aziende chiudano e non si arrivi a fine mese". 

Commenti

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni