Aggiornato alle: 00:27 Domenica, 24 Ottobre 2021 cielo coperto (MC)
Curiosità Civitanova Marche

8 marzo, la storia di Nicoletta: "A 29 anni ho scoperto di avere un tumore, la pittura mi ha salvata"

8 marzo, la storia di Nicoletta: "A 29 anni ho scoperto di avere un tumore, la pittura mi ha salvata"

“Io, a 31 anni, posso dire che mai avrei immaginato di dover ringraziare un tumore per avermi dato questa nuova visione della vita”. 

Queste le parole di Nicoletta Saracco, classe 1990, milanese di adozione ma nata e cresciuta a Civitanova Marche. Racconta a Picchio News la sua nuova vita dopo la diagnosi nel 2019: tumore al seno metastatico.

"Il 10 giugno del 2019, all'età di 29 anni, è iniziato questo mio nuovo percorso di vita. Ho sempre avuto le idee ben chiare fin da piccola - ci dice -, sapevo cosa volevo e cosa mi piaceva ma mai avrei immaginato di ritrovarmi alla mia giovane età con una diagnosi di tumore al seno metastatico! Quello che mi ripeto sempre è "nulla accade per caso". Sono certa che tutto quello ci capita sia motivato da un perchè, tutte le persone che entrano nella nostra vita hanno un perchè, arrivano per caso ma non a caso – citando Alda Merini - ed io voglio credere che l'arrivo di questo tumore sia stato un modo per farmi soffermare sulla mia vita, sui veri valori, sugli affetti più cari e per farmi portavoce di un messaggio di positività".

"Non posso nascondere di aver pianto, chi potrebbe gioire per una notizia del genere?" ammette Nicoletta. 

Da qui inizia il suo lungo percorso allo IEO – Istituto Europeo di Oncologia e l’incontro con la Dottoressa Oncologa Manuelita Mazza che nella prima fase di consapevolezza ma anche di disperazione le è stata di supporto, spronandola ad affrontare il percorso con tenacia e positività.

"Ho impiegato circa un anno per trovare l'equilibrio giusto tra tumore, ospedale e vita personale. Nel mese di marzo 2020 durante il primo lockdown, ho iniziato a dipingere - spiega Nicoletta -. Era un modo per rilassarmi e non pensare. Quella era una fase particolare, perchè la cura che stavo facendo non aveva più efficacia sul mio corpo e sarei quindi dovuta ricorrere alla chemioterapia. La pittura è stata la mia salvezza, è diventata la mia terapia. Ho deciso che quello che stavo dipingendo, doveva simboleggiare e raccontare la mia storia: una madonna senza volto, in modo che ognuno possa associarla al significato che preferisce". 

Nasce da qui il progetto NI.ART.GALLERY. Da un quadro fonte di speranza e gioia per la vita, Nicoletta è arrivata a produrre T-shirt e felpe ricamate in materiali bio e riciclati che si possono acquistare sul sito www.niartgallery.com o tramite il profilo instagram che vi invitiamo a seguire: niartgallery.

Parte del ricavato delle tele e dei capi viene devoluto alla fondazione IEO – CCM ( Istituto Europeo di Oncologia e Centro Cardiologico Monzino) per la ricerca sul tumore al seno.

Un grande esempio, il suo, di forza, tenacia e amore per la vita in tutte le sue forme, anche quando vorremmo che fosse solo un brutto sogno, Nicoletta ci incoraggia a trovare un perché, ad affrontare quelle vicissitudini che mai vorremmo affrontare ma ci ritroviamo costretti a farlo. Non sono ostacoli ma esperienze che danno valore aggiunto alla vita. Questa storia attribuisce un significato ancora più elevato ad un giorno importante come quello della festa della Donna.

 

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni