Aggiornato alle: 21:29 Domenica, 14 Luglio 2024 cielo sereno (MC)
Cultura Civitanova Marche

Elogio dell'imperfezione: al taglio del nastro la mostra curata da Vittorio Sgarbi su Massimo Listri (FOTO e VIDEO)

Elogio dell'imperfezione: al taglio del nastro la mostra curata da Vittorio Sgarbi su Massimo Listri (FOTO e VIDEO)

Inaugurata allo spazio multimediale San Francesco di Civitanova Alta la mostra fotografica delle opere di Massimo Listri e curata da Vittorio Sgabri, “La solitudine delle cose”.

Mentre ad Ascoli Piceno il celebre critico d'arte mette in scena la ricerca della bellezza attraverso opere provenienti dalla collezione Cavallini Sgarbi, a Civitanova Alta mette in scena l'imperfezione, il disordine anzichè l'ordine, la polvere anzichè il lustro.

Opere scattate apparentemente con la mano sinistra: “Masssimo Listri è un fotografo molto rigoroso, più di 30 anni fa cominciò a fare una grande campagna della bellezza non solo d'Italia per la rivista FMR, poi nella ricerca di luoghi meravigliosi si è trovato spesso a vedere come delle stanze laterali in cui c'erano delle cose abbandonate, quindi ha fatto una serie di fotografie che non avevano un committente e son venute fuori queste foto che sono molto poetiche in sè perchè raccontano di uno stato d'animo di chi vorrebbe un luogo e lo trova invece in abbandono” ha spiegato Vittorio Sgarbi.

"Fotografie che mostrano una certa inquietudine, ma anche un senso di pienezza di chi trova anche nell'irregolarità una certa forza vitale, quella forza che deve ispirare la ripartenza dopo il “periodo buio del Covid” ci ha detto il sindaco di Civitanova Marche Fabrizio Ciarapica, che ha aggiunto: “Abbiamo voluto una mostra fotografica di grandissimo livello curata dal più grande narratore e scrittore d'arte come Sgarbi si definisce. Proprio con lui lanciamo la nostra stagione estiva".

“Civitanova Alta è un posto bellissimo, questo spazio della chiesa sconsacrata è il luogo ideale per le mie fotografie - ci ha detto Massimo Listri - nella mia carriera ho scattato principalmente foto a palazzi ultrabarocchi, poi ho una serie di fotografie che rappresentano spazi tutto al contrario del fasto e sono più poetiche, quasi delle fiabe”.

“E' la prima volta che presento un vecchio amico come artista, da molto tempo già dagli impressionisti i pittori si trovano a confrontarsi con i fotografi e molte opere di grandi artisti come Degas non sarebbero quello che sono senza la fotografia, contemporaneamente molti artisti hanno deciso di andare per conto loro e diventare tali semplicemente facendo il loro mestiere, questo è il caso di Massimo Listri” ha concluso Sgarbi.

(Foto di Lucia Montecchiari) 

Commenti

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni