Aggiornato alle: 18:17 Venerdì, 20 Aprile 2018 cielo sereno (MC)
Cronaca Camerino

Camerino, la storia di Kira ferita dagli spari di Capodanno. Cola (LNDC): "Quella contro i botti è una battaglia di civiltà"

Camerino, la storia di Kira ferita dagli spari di Capodanno. Cola (LNDC): "Quella contro i botti è una battaglia di civiltà"

Se in provincia di Macerata, fortunatamente, non si registrano feriti per gli oramai famigerati botti di Capodanno, certamente non si può dire che sia andata altrettanto bene agli animali che, come noto, soffrono particolarmente il rumore causato dai botti.

Ad esempio, Kira a Camerino è stata salvata e riconsegnata al proprietario, grazie alla vigilanza costante dei volontari del Rifugio Colle Altino. A raccontare quanto successo è Roberto Cola, presidente della sezione di Camerino della Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

"Lei è Kira, prima "vittima" dei botti a Camerino. Ho messo le virgolette" racconta Cola "perché a Kira è andata bene: zoppica un pò, forse un colpo di striscio, comunque il microchip ci ha permesso di riconsegnarla al proprietario. A quanti altri animali, in tutto il Paese, sarà andata così bene?

E allora, non aspettiamo dicembre prossimo, cominciamo da domani a continuare questa lotta di civiltà. Basta scaricare da Internet un modulo contro i botti, riempirlo (da soli o con più firme) e farlo protocollare in Comune. Tempestiamo i nostri sindaci di richieste, così che ci debbano rispondere per sfinimento; facciamo mettere l'argomento all'ordine del giorno in un prossimo consiglio comunale. Debbo aggiungere che alcuni Prefetti hanno definito illegali le ordinanze di certi sindaci, ma ciò non ha impedito di riemetterle. Illegali perché? Perché limitano la nostra libertà di far casino il più possibile? O si tolgono posti di lavori (infatti ogni anno saltano in aria intere famiglie di costruttori di botti)? E continuiamo, fino a qualsiasi forma di risposta. 

Una battaglia di civiltà, contro coloro che si sentono felici e appagati solo in mezzo al frastuono, barbari primitivi che aspettano Cristoforo Colombo con specchietti e perline, insensibili che se ne fregano dei bisogni e dei timpani degli altri, per non parlare del grande pericolo, a volte di morte! Viene addirittura da pensare se sia giusto che il loro voto abbia lo stesso peso del nostro: di noi che cerchiamo in ogni modo di rispettare gli altri, che ci spendiamo ogni giorno anche per gli altri, che facciamo la fila, che ci alziamo per dare il posto a chi ne ha maggior bisogno, che paghiamo le tasse, che facciamo la raccolta differenziata, che teniamo pulite le nostre montagne e i nostri fiumi... certo, la mia è una madornale provocazione, ma quando sento quei rumori orribili, cacofonici ed insensati mi viene di accomunare gli autori a quelli che tutte queste cose non le fanno... Domani andrò a far protocollare la mia richiesta, fatelo anche voi!".

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni