Aggiornato alle: 23:50 Domenica, 5 Febbraio 2023 nubi sparse (MC)
Attualità Pesaro

Diritto di voto per studenti fuori sede, la petizione di un giovane marchigiano firmata da migliaia di persone

Diritto di voto per studenti fuori sede, la petizione di un giovane marchigiano firmata da migliaia di persone

Si chiama Matteo Martellini, ha 23 anni, proviene dalla provincia di Pesaro Urbino ed è uno studente universitario nella facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano.

In pochi giorni la petizione web lanciata da Matteo sulla piattaforma Change.org ha riscosso numerosissimi consensi e raggiunto migliaia di persone che hanno scelto di appoggiare la causa del giovane studente marchigiano. Al centro della petizione il diritto di voto concesso anche agli studenti fuori sede.

“Sono un ragazzo di 23 anni, studio a Milano alla facoltà di comunicazione e provengo da un piccolo paesino marchigiano, nella provincia di Pesaro e Urbino. Torno a casa poco, ogni 4/5 mesi perché il viaggio è molto costoso e anche lungo. Essendo uno studente fuori sede non posso votare quasi mai e ieri è accaduto con il referendum per la riforma della giustizia”, scrive Matteo nel post inserito sulla piattaforma.

“Questo è inaccettabile, mi sento negato un diritto inalienabile. Se siamo in democrazia è ora di dire basta. Tutte le motivazioni che vanno contro questo diritto sono infondate e imbarazzanti. Una volta per tutte. Facciamoci sentire, scendiamo in piazza. Facciamo qualcosa. È il nostro futuro!!!”, ha scritto il giovane in un misto di rabbia e delusione nei confronti delle istituzioni.

Il tema affrontato da Matteo, in cinque giorni, è stato sottoscritto pubblicamente da circa 3000 persone. L’obiettivo è quello di far arrivare la propria voce al mondo della politica, da decenni sordo ai richiami delle nuove generazioni.

In Italia, in base a una ricerca effettuata tra il 2016 e il 2018 da eurostudent.eu, sono circa 1 milione e 700 mila gli studenti universitari; di questi, oltre 600 mila sono i fuori sede censiti. Tutti con le stesse problematiche cui ha dovuto far fronte Matteo nella tornata elettorale e referendaria dello scorso 12 giugno. “Un diritto inalienabile” lo ha definito il giovane studente marchigiano. Un diritto sottratto a decine di migliaia di giovani italiani: gli italiani del futuro.

Commenti

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni