Aggiornato alle: 20:47 Giovedì, 25 Febbraio 2021 cielo sereno (MC)
Cronaca Montecassiano

Giallo Montecassiano, "Rosina è stata strangolata a mani nude tra le 17 e le 19": lo rivela l'autopsia

Giallo Montecassiano, "Rosina è stata strangolata a mani nude tra le 17 e le 19": lo rivela l'autopsia

Venne strangolata, con ogni probabilità con una pressione esercitata sul collo a mani nude, Rosina Carsetti, 78enne trovata senza vita nel cucinino di casa la sera della vigilia di Natale nella villetta di via Pertini a Montecassiano. Lo rivela, confermando le precedenti anticipazioni, la relazione preliminare del medico legale depositata da Roberto Scendoni alla Procura di Macerata che rende note inoltre che sul corpo dell'aziana erano presenti fratture multiple degli elementi costali cusati dallo schiacciamento dovuto alla compressione della gabbia toracia.

Il referto autoptico della Procura aggiunge che sono state riscontrate delle modeste lesioni in altre parti del corpo mentre sull'ora della morte, il lasso di tempo indicato dagli esami tanatocronologici, riferisce il procuratore Giovanni Giorgio, è quello compreso tra le 16:30 e le 18.30: compatibile con l'ipotesi di omicidio (se tra le 17 e le 18) o con la rapina (verso le 19-19.30).

Sono tutt'ora in corso degli accertamenti di natura informatica e scientifica.

Indagati per concorso in omicidio volontario, favoreggiamento, simulazione di reato, tre familiari della vittima che, il 19 dicembre, si era recata in un centro antiviolenza prospettando presunti soprusi in casa. Gli indagati - il marito della 78enne, Enrico Orazi, la figlia Arianna Orazi e il figlio 20enne di quest'ultima, Enea - hanno parlato di una rapina commessa quella sera da un malvivente solitario, con volto coperto e calzari, che avrebbe chiuso in un bagno Enrico Orazi, schiaffeggiato e legato per i polsi Arianna e poi avrebbe soffocato Rosina, scappando con circa 2 mila euro. I due sarebbero stati poi liberati da Enea tornato dal supermercato.

Tale ricostruzione non convince gli investigatori: i carabinieri proseguono le indagini anche scientifiche sui luoghi; in corso anche verifiche sui dispositivi informatici, con l'ausilio di un consulente, in uso alla famiglia. La difesa - gli avv. Andrea Netti e Valentina Romagnoli - ribadisce la tesi della rapina, rileva la presenza di segni di effrazione su una portafinestra del cucinino, che dà sul retro della villetta, da cui sarebbe entrato il rapinatore. Anche su tale elemento, però, gli inquirenti sono molto cauti. Sul corpo di Rosina trovate altre lesioni ed ecchimosi, secondo la difesa non riconducibili a percosse o altri segni di violenza ma alle manovre rianimatorie praticate dai sanitari. 

 

Picchio News
Il giornale tra la gente per la gente.

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2020 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433
Registrazione al Tribunale di Macerata n. 4235/2019 R.G.N.C. - n. 642/2020 Reg. Pubbl. - n. 91 Cron.
Registration Login
Sign in with social account
or
Lost your Password?
Registration Login
Registration
Comuni