Cultura ed eventi

Porto Recanati, l'Anfiteatro Diaz cambia nome: sarà intitolato a Natale Mondo

Porto Recanati, l'Anfiteatro Diaz cambia nome: sarà intitolato a Natale Mondo

L’Anfiteatro Diaz cambia nome, lunedì 14 gennaio alle ore 11, alla presenza delle Autorità civili e militari tra cui il Prefetto di Macerata, Iolanda Rolli, il questore Antonio Pignataro la cerimonia ufficiale dell’intitolazione. Lo spazio verrà dedicato a Natale Mondo, l’agente di polizia ucciso dalla Mafia nel 1988. Alla cerimonia, che avverrà a 31 anni esatti dall’omicidio, parteciperà anche la famiglia del poliziotto assassinato. Mondo si distinse per aver partecipato a molte operazioni insieme al vice questore Antonio Cassarà, di cui divenne tenace collaboratore, occupandosi prevalentemente di indagini sulle cosche mafiose e operando nella sua Palermo, diede un contributo prezioso alle indagini su Cosa Nostra. “Con questa intestazione – spiega il sindaco Roberto Mozzicafreddo – l’Amministrazione Comunale vuole confermare il suo impegno a favore della legalità e percorrere un cammino di memoria che rappresenta una scelta etica per la città. E’ proprio l’esempio di uomini e donne come Natale Mondo che riproducono un modello per le giovani generazioni, perché non dimentichino tutti coloro, che come lui, hanno fatto della lotta alla Mafia e della difesa della Democrazia, lo scopo della propria esistenza fino ad arrivare all’estremo sacrificio. Il nostro impegno – prosegue il sindaco – è quello di continuare a lavorare concretamente per non dimenticare e per rinnovare l’impegno collettivo ed individuale, istituzionale e sociale, a combattere la criminalità mafiosa in tutte le sue forme, anche attraverso l’individuazione di spazi pubblici da dedicare ad altre vittime della mafia, scegliendo principalmente luoghi frequentati anche da giovani, proprio perché la memoria e l’impegno si radichino in loro e si imprimano profondamente anche sugli adulti, facendo di questi luoghi, spazi per una memoria condivisa.”

12/01/2019
Terzo sold out consecutivo al Teatro Annibal Caro di Civitanova con "Schiaccianoci Swing"

Terzo sold out consecutivo al Teatro Annibal Caro di Civitanova con "Schiaccianoci Swing"

Dopo la pausa natalizia, riprende domenica 13 gennaio la stagione di Teatro per Ragazzi e Famiglie del Comune di Civitanova Marche “A teatro con mamma e papà”. L'appuntamento è al Teatro “Annibal Caro”, con inizio alle ore 17:00: in scena la compagnia pugliese La Bottega degli Apocrifi con lo spettacolo Schiaccianoci Swing.   Si tratta di una rivisitazione della famosissima opera di Hoffmann: Schiaccianoci e il re dei topi, che, su musiche di Tchaikovsky, divenne un celeberrimo balletto conosciuto in tutto il mondo e ancora oggi rappresentatissimo.   Nella versione della compagnia “La Bottega degli Apocrifi” il materiale originario viene letto attraverso diverse lenti, come quella della danza e della musica jazz, per una performance in grado di affascinare il pubblico dei più piccoli e trasportarlo nel mondo magico della favola. Lo spettacolo è già sold out.   Per il prossimo appuntamento, domenica 3 febbraio, “I tre porcellini”, i biglietti verranno messi in vendita al Teatro “Annibal Caro” già all'uscita dello spettacolo di questa settimana, oppure possono essere prenotati telefonicamente presso “Proscenio Teatro” a partire da lunedì 28 gennaio.

12/01/2019
Civitanova, dall'esperienza del MIND festival nasce il Mind studios

Civitanova, dall'esperienza del MIND festival nasce il Mind studios

L'invito postato online nel pomeriggio di ieri dava appuntamento a tutti i fan per le dodici di oggi, venerdì 11 gennaio, per la comunicazione di un grande annuncio e allo scoccare del mezzodì così è stato. È comparsa infatti sui social del Mind Festival una grande e bella novità, dedicata a tutti gli amanti della musica ma non solo. "Dall'esperienza organizzativa del MIND Festival - riporta il post - nasce, nei locali di un'ex officina del porto, un nuovo spazio pensato per il divertimento, la cultura e la condivisione: musica, teatro, danza, fotografia, e molto altro ancora". Nasce quindi una nuova stella nella già effervescente movida civitanovese, il Mind Studios. Per maggiori dettagli non resta che rimanere sintonizzati sui canali social e sul sito dedicato (www.mindstudios.it), dove presto verrà indicata anche la data dell'inaugurazione.

11/01/2019
Un tour social nella Provincia di Macerata con lo scrittore Maurice Beraudy

Un tour social nella Provincia di Macerata con lo scrittore Maurice Beraudy

Ci sono molti modi per raccontare un libro. Quello scelto da Maurice Beraudy per sabato 12 gennaio è certamente singolare: ripercorrere e visitare alcuni luoghi che lo hanno ispirato per il suo secondo romanzo storico IL GATTO CON LA CODA ROTTA. Da Sefro a Pioraco, da Matelica a San Severino, da Helvia Recina a Potentia sarà una giornata vissuta e narrata sui social seguendo l'hastag #iluoghidelromanzo con due incontri nelle librerie Mondadori di Matelica alle 11.30 e Gulliver di San Severino alle 12.30 per tutti gli amanti del romanzo storico ed i lettori che vogliono immergersi nella bellezza dei luoghi narrati. Il romanzo è un tuffo nella storia, infatti più di millecinquecento anni dividono i tre personaggi principali (217 a.C. -1369): Annibale Barca, il console Caio Giulio Flacco Piceno e messer Bartolo, medico di Racanati. I loro destini sono legati da un mistero che si cela nel territorio dell’antica colonia romana di Potentia. Per svelarlo, Bartolo e i suoi amici dovranno affrontare un viaggio che li porterà a scoprire le bellezze e le peculiarità di alcuni dei luoghi più suggestivi delle Marche.

11/01/2019
San Severino, rinviato per maltempo il concerto di questa sera al museo

San Severino, rinviato per maltempo il concerto di questa sera al museo

A causa del maltempo il concerto di questa sera (venerdì 11 gennaio) previsto per le ore 21 al museo archeologico “Giuseppe Moretti” di Castello al Monte, è stato rinviato a data da destinarsi. Lo spettacolo dei Verba et Soni, dal titolo: “Dolci melodie et note antique” , a cura del Comune di San Severino Marche, intendeva essere un omaggio per quanti hanno contribuito alla riapertura della raccolta d’arte dopo il terremoto del 2016.  

11/01/2019
Civitanova, domenica 13 gennaio torna l'appuntamento con "A teatro con mamma e papà"

Civitanova, domenica 13 gennaio torna l'appuntamento con "A teatro con mamma e papà"

Dopo la pausa natalizia, riprende domenica 13 gennaio 2019 la stagione di Teatro per ragazzi e famiglie organizzata dal Comune di Civitanova Marche, denominata “A teatro con mamma e papà”. L'appuntamento è sempre all’“Annibal Caro” di Civitanova Alta, con inizio alle ore 17,00. In scena la compagnia pugliese “La bottega degli apocrifi” che proporrà lo spettacolo “Schiaccianoci Swing”, una rivisitazione della famosissima opera di Hoffmann: “Schiaccianoci e il re dei topi” che, su musiche di Tchaikovsky, divenne un celeberrimo balletto conosciuto in tutto il mondo e ancora oggi rappresentatissimo. Nella versione della compagnia “La Bottega degli Apocrifi” il materiale originario viene letto attraverso diverse lenti, come quella della danza e della musica jazz, per una performance in grado di affascinare il pubblico dei più piccoli e trasportarlo nel mondo magico della favola. Dopo i sold out dei primi due appuntamenti di novembre e dicembre, il direttore artistico Marco Renzi sollecita i genitori ad effettuare la prenotazione onde evitare di non poter accedere alla sala.

11/01/2019
Civitanova, venerdì 11 gennaio al teatro Rossini va in scena "il lago dei cigni"

Civitanova, venerdì 11 gennaio al teatro Rossini va in scena "il lago dei cigni"

L’appuntamento per l’inizio del nuovo anno con Civitanova Danza tutto, tutto l’anno - rassegna promossa dal Comune di Civitanova Marche, dall’Azienda Teatri di Civitanova e dall’AMAT - è al Teatro Rossini venerdì 11 gennaio con una magica interpretazione de "Il lago dei cigni", il più acclamato tra i capolavori di Čajkovskij su coreografia di Lev Ivanov e Marius Petipa che ha sempre riscosso enorme successo popolare. A presentarlo è il Classical Russian Ballet fondato a Mosca nel 2004 da Hassan Usmanov, direttore artistico della compagnia e principale ballerino, e riconosciuto in tutto il mondo come una delle compagnie di balletto russo di maggior prestigio. Il corpo di ballo è composto da ballerini diplomati all'Accademia di danza del Bolshoi, all'Accademia di Vaganova e in altre rinomate scuole di danza della Russia. La compagnia si è esibita con successo in Russia e all'estero e il suo repertorio comprende capolavori classici come Swan Lake, The Sleeping Beauty, The Nutcracker, Giselle, Cenerentola, Don Chisciotte e altri balletti. Il lago dei cigni è l’opera più celebre nella storia del balletto, il balletto classico per eccellenza. Il libretto di Vladimir Petrovic Begicev è ispirato all’antica fiaba tedesca Il velo rubato basata sull’amore tra un principe e una creatura fatata, una vergine-cigno. Fu la prima composizione di Čajkovskij per il Balletto dei Teatri Imperiali di San Pietroburgo, ma la sua realizzazione coreografica definitiva è successiva sia a La bella addormentata (1890) sia a Lo schiaccianoci (1892), le altre due grandi opere del trittico composto per i Balletti. Nonostante la prima rappresentazione de Il lago dei cigni del 1877 al Teatro Bolshoi fu un insuccesso, la versione definitiva è del 1895 con la coreografia congiunta di Marius Petipa (I e III atto) e del suo allievo Lev Ivanov (II e IV atto, detti ‘atti bianchi’). Il direttore di orchestra di questo secondo debutto al Mariinsky fu Riccardo Drigo che vi aggiunse una propria composizione, il gran pas de deux ed effettuò delle trasposizioni significative. L'étoile di quello spettacolo fu la ballerina milanese Pierina Legnani che introdusse nel ruolo del Cigno Nero i 32 fouettées.   Il lago dei cigni è un prodotto tipico della scuola ballettistica francese, in cui si intrecciano pantomima, i divertissement delle danze folkloristiche del terzo atto, le sfumature malinconiche di Ivanov e l’atmosfera lunare che accompagna l’arrivo di Odette, il doppio ruolo Odette/Odile, cigno bianco e cigno nero, antitesi tra bene e male, tra amor sacro e amor profano, tra luce e tenebra. Questa unione unica di elementi ha permesso che il fascino e la fama del balletto resistano ancora oggi, rendendo questo titolo uno dei più interessanti per gli appassionati del balletto in quanto appaga l’innato bisogno di romanticismo del pubblico.  

11/01/2019
Camerino, al via la stagione teatrale: si parte venerdì 18 gennaio con Cesare Bocci in "Pesce d'Aprile"

Camerino, al via la stagione teatrale: si parte venerdì 18 gennaio con Cesare Bocci in "Pesce d'Aprile"

Al via il 18 gennaio la nuova stagione teatrale di Camerino, organizzata dal Comune e dall’Amat. Gli spettacoli in cartellone per il 2019 saranno ospitati anche quest’anno nell’auditorium Benedetto XIII in località Colle Paradiso. “Ci accingiamo a vivere una nuova stagione teatrale, non ancora purtroppo nel nostro teatro Marchetti – ha commentato il sindaco di Camerino, Gianluca Pasqui – ma nella sempre dignitosa e accogliente location del Benedetto XIII che anche quest’anno ci ospita in attesa che chi di dovere ci faccia sapere se esiste la volontà reale di ricostruire e quali sono i tempi per i nostri centri storici. Quello che è sicuro è che i centri terremotati hanno il dovere di mantenere ancora in piedi tutte le attività che fanno viva la comunità, così come Camerino sta facendo senza essersi fermata mai. Questa stagione teatrale, seppur contenuta per chiare ragioni, ne è la prova, e speriamo che esattamente come lo scorso anno, possa incontrare il favore del pubblico e registrare il tutto esaurito”.   La stagione inizia venerdì 18 gennaio alle ore 21,15 con il primo spettacolo in abbonamento, CESARE BOCCI e TIZIANA FOSCHI in “PESCE D’APRILE” tratto dall’omonimo romanzo scritto da Daniela Spada e Cesare Bocci, regia di Cesare Bocci e Peppino Mazzotta. Prima dello spettacolo, interverranno il sindaco Gianluca Pasqui e del direttore artistico di Amat Gilberto Santini, per la presentazione al pubblico dell’intero calendario.   Gli altri spettacoli in abbonamento sono: mercoledì 20 febbraio - ore 21,15 ALE & FRANZ in “NEL NOSTRO PICCOLO” scritto da Francesco Villa, Alessandro Besentini, Alberto Ferrari, Antonio De Santis, regia di Alberto Ferrari; domenica 10 marzo - ore 21,15 ANNA GALIENA, DEBORA CAPRIOGLIO e CATERINA MURINO in “OTTO DONNE E UN MISTERO” di Robert Thomas con la partecipazione di PAOLA GASSMAN, regia e scene di Guglielmo Ferro;  venerdì 22 marzo - ore 21,15 “THE BLACK BLUES BROTHERS” circo contemporaneo comico musicale scritto e diretto da Alexander Sunny e Philip Barrel;   sabato 11 maggio - ore 21,15 il testo vincitore del Premio Ugo Betti per la drammaturgia 2015 “PIOGGIA” scritto e diretto da Marco Pezza con Alberto Astorri, Giovanni Gioia, Alberto Onofrietti, Marco Pezza, Diego Runko, scene Giuliano Almerighi e Marco Pezza, disegno luci Giuliano Almerighi, musiche originali Giovanni Gioia.   FUORI ABBONAMENTO va “LA CITTÀ IN SCENA”: sabato 2 febbraio - ore 21,15, GRUPPO TEATRO IN BILICO “1940” regia e testo teatrale di Giulia Giontella, coreografie di Emy Morelli, Giulia Giontella; sabato 23 febbraio - ore 21,15 DIECI DONNE MAMME MATTE “WWW SCAMPAMORTE.COM” di Italo Conti, regia di Alberto Pepe e venerdì 12 aprile – ore 21,15 AURELIO SCALABRONI “TRE ANNI E TRE GIORNI DE CRISTO” musiche eseguite da Emanuele Gatta e Marco Santini.  

10/01/2019
Macerata: Erica Piccotti e Filippo Gamba aprono la seconda stagione di Appassionata

Macerata: Erica Piccotti e Filippo Gamba aprono la seconda stagione di Appassionata

Lunedì 14 gennaio alle 21 Erica Piccotti e Filippo Gamba mettono le ali alla musica da camera e danno il via alla seconda parte della stagione di Appassionata. Protagonista al Teatro Lauro Rossi è la diciannovenne romana, violoncellista nata per la musica che suona ad occhi chiusi lasciandosi portare e trasportando il pubblico col proprio istinto e una maturità tecnica più che sorprendente.   Allieva di Meneses e Helmerson, Erica Piccotti è vincitrice di prestigiosi concorsi internazionali e, talento precoce quanto luminoso, si è già esibita alla Carnegie Hall. Nel 2013 dalla Presidenza della Repubblica ha ricevuto l'Attestato d'Onore “Alfiere della Repubblica" per gli eccezionali risultati in campo musicale ottenuti in giovanissima età. Si è esibita con artisti quali Salvatore Accardo, Mario Brunello, Gidon Kremer, Itamar Golan e Sir András Schiff, fra gli altri. Suona un violoncello Ruggeri del 1692. Insieme a lei, arriva a Macerata Filippo Gamba, pianista veronese, interprete elegante dal suono intenso e scevro di retorica. Definito 'filosofo del pianoforte' è musicista cosmopolita. Come solista ha suonato con i Berliner Sinfoniker, la Wiener Kammerorchester, la Camerata Academica Salzburg e l’Orchestra della Tonhalle di Zurigo fra le altre, sotto la bacchetta di Simon Rattle e Vladimir Ashkenazy per citarne alcuni. ll programma del concerto di lunedì prossimo prevede l’esecuzione di trascinanti pagine musicali: Pezzi fantastici di Robert A. Schumann, Pohádka di Leóš Janáček, Variazioni su tema Mosè di Niccolò Paganini e la Sonata op. 69 n. 3 in la maggiore di Ludwig van Beethoven. Brani che sanno valorizzare la cantabilità del violoncello, specie quelle composte dal maestro del classicismo viennese che proprio con le Sonate per violoncello e pianoforte diede vita, nelle parole della musicologa Luisa Curinga, a un nuovo modo di concepire lo strumento nella musica da camera facendolo diventare protagonista, insieme al pianoforte, di un dialogo intenso ed equilibrato. Biglietti da 5 a 20 euro presso la Biglietteria dei Teatri, piazza Mazzini a Macerata (mart.-sab. 10-13, 17-20, lunedì 14 gennaio dalle 17). Il botteghino del Lauro Rossi è attivo dalle 20 il giorno del concerto. Biglietti online su Vivaticket.  Agevolazioni per soci Appassionata, possessori Marcheconcerti Card, studenti e accompagnatori. Appassionata è accreditata per App18.  

10/01/2019
Treia, venerdì 11 in scena lo spettacolo "Dedicato a...musiche e brani disconnessi di un certo peso"

Treia, venerdì 11 in scena lo spettacolo "Dedicato a...musiche e brani disconnessi di un certo peso"

Dedicato a… Musiche e brani disconnessi di un certo peso” è lo spettacolo che andrà in scena venerdì 11 gennaio, a partire dalle 21.15, ideato al fine di promuovere la seconda edizione della rassegna di teatro per disabili “Fuori misura, premio Giovanni Soldini”. In sé già una dedica, questa, all’insegnante e amministratore pubblico che fin dall’inizio ha sostenuto la crescita della compagnia. L’associazione culturale teatrale “Gli Smisurati” nasce ufficialmente il 27 novembre 2009, con una media della produzione di uno spettacolo inedito all’anno tra commedie dialettali, Musical ed eventi culturali come la “Notte di San Giovanni”, spettacolo mirato a ricordare l’eccidio di Montalto. Obiettivi principali dell’Associazione sono la formazione teatrale attraverso stage. Comune denominatore della Compagnia ora impegnata in “Dedicato a…” sarà l’emozione, come conferma il regista e attore Stefano Crucianelli: «In questo spettacolo manderemo in scena la semplicità, la bellezza, l'amore e la diversità - ha spiegato -, sessanta minuti per emozionarsi e contribuire al prosieguo di una rassegna che ci sta molto a cuore». L’ingresso (prezzo unico 5 euro) servirà infatti a sostenere le spese organizzative del concorso vinto lo scorso anno dalla Fondazione Opera Beato Bartolo Longo di Brindisi. Antoine de Saint-Exupéry, Roberto Benigni, Ludovico Einaudi, Charles Baudelaire, Pablo Neruda, Herman Hesse, Jorge LuisBorges, Luciano Ligabue, San Paolo e De André, solo per citare alcuni degli autori che faranno parte dello spettacolo. «L’invito è a lasciarsi trasportare dalle parole e dalle melodie per nuove emozioni da donare e dedicare», ha concluso Crucianelli.  

10/01/2019
San Severino, concerto di musica medievale per la riapertura del museo di Castello al Monte

San Severino, concerto di musica medievale per la riapertura del museo di Castello al Monte

Un viaggio nella musica e letteratura medievale, con i brani e le canzoni più celebri, interpretati dal musico Roberto Gatta e dal cantore Stefano Savi. Domani sera (venerdì 11 gennaio), a partire dalle ore 21, il museo archeologico “Giuseppe Moretti” di Castello al Monte ospiterà lo spettacolo dal titolo: “Dolci melodie et note antique” a cura di Verba et Soni. La serata, promossa dal Comune di San Severino Marche e inserita negli appuntamenti della nuova stagione dei Teatri di Sanseverino, sarà dedicata ai donatori che hanno contribuito alla riapertura del museo, permettendo anche  di arricchirlo con materiali tecnologici finalizzati ad una sua fruizione più interattiva. Tra questi la direzione artistica del San Severino Blues, che ha destinato alla giusta causa quanto raccolto nella serata iniziale del festival, e la Compagnia Grifone della Scala che, all’interno del museo archeologico, gestisce il laboratorio didattico de “La storia toccata con mano”.

10/01/2019
Domenica 13 gennaio al Teatro delle Logge di Montecosaro in scena "La rivolta dei fantasmi"

Domenica 13 gennaio al Teatro delle Logge di Montecosaro in scena "La rivolta dei fantasmi"

La compagnia Bottega Teatrale di Torino domenica 13 gennaio porterà in scena “La rivolta dei fantasmi”, nell’ambito della stagione di teatro per bambini e famiglie "Tutti a teatro" organizzata dall’Amministrazione Comunale di Montecosaro e a cura di Lagrù Ragazzi: appuntamento alle ore 17 al Teatro delle Logge.  Davvero da non perdere il divertentissimo spettacolo, adatto a tutte le età: un guardiano accompagna i ragazzi a visitare il castello del Re e della Regina, due sovrani diventati “citrulli” e per questo un’attrattiva per i turisti. Ancora di più attirano i Fantasmi del castello che, stufi di lavorare senza retribuzione, decidono di scioperare contro sovrani e guardiano., facendosi difendere da una strega sindacalista.  Attori, pupazzi, burattini e ombre animeranno la scena con gag esilaranti per un divertimento assicurato Costo del biglietto unico: 5 euro INFO E PRENOTAZIONI: 3287756579 o info@lagruragazzi.it (prenotazione consigliata - posti limitati)  

10/01/2019
Tolentino, Visione Sibillina: domenica 13 gennaio terzo appuntamento

Tolentino, Visione Sibillina: domenica 13 gennaio terzo appuntamento

Dopo la prima iniziativa pubblica dello scorso 30 settembre “Passeggiando Tolentino”, che ha portato oltre 170 cittadini a riscoprire la propria città e dopo l'evento  “Gente di Tolentino”, ospitato alle  Grotte di Palazzo Sangallo e dedicato alla memoria di Tolentino e alle persone che l'hanno vissuta, il gruppo spontaneo di cittadini "Visione Sibillina" propone una nuova iniziativa volta alla partecipazione attiva delle persone.  Domenica 13 gennaio alle ore 17,00 al CiSEI Centro Sperimentale di Educazione Interculturale in via Gramsci 1 a Tolentino, si terrà un incontro in cui, dopo la presentazione del gruppo e dei progetti portati avanti, l'architetto Isabella Tonnarelli parlerà del suo libro "Il cuore antico di Tolentino" per poi lasciare spazio al dibattito tra i cittadini intervenuti. Visione Sibillina è uno spazio di confronto e di voglia di fare rete a partire dalla bellezza del conoscersi e dell’incontrarsi, per creare percorsi comuni che guardano alla crescita del singolo e della comunità nell'ottica della gentilezza e della rigenerazione della collettività.

10/01/2019
Recanati: incontro con l'astrofisica Francesca Faedi al Liceo Leopardi

Recanati: incontro con l'astrofisica Francesca Faedi al Liceo Leopardi

L’Unione Astronomica Internazionale (IAU) compie cento anni e li festeggia con cento ore di divulgazione dell’astronomia in 72 paesi del mondo. La maratona stellare si svolgerà dal 10 al 13 gennaio. Sono molte le iniziative organizzate a livello nazionale, nelle Marche a Recanati sabato 12 al Liceo leopardi è in programma una conferenza di Francesca Faedi con riferimenti a Guidobaldo del Monte, personalità importante nelle vicende di Galileo Galilei, e di Giacomo Leopardi, che proprio 200 anni fa componeva “L’infinito”. Francesca Faedi astrofisica pesarese è nota per aver partecipato alla scoperta di un esopianeta molto simile alla Terra, lavoro pubblicato su “Nature Astronomy”. Grande soddisfazione viene espressa dell'Assessore alle Culture Rita Soccio  che dichiara "Questo è il primo incontro per le scuole che stiamo organizzando come Comune insieme al Comitato Nazionale per il Bicentenario de L'Infinito. L'attenzione che abbiamo sempre dimostrato per la formazione culturale e personale delle alunne e degli alunni delle nostre scuole, in questa occasione così importante per Recanati, sarà incrementata con progetti mirati sulla poesia e il concetto d'infinito". Lo slogan scelto dal IAU è “Cento anni sotto lo stesso cielo”, le “100 ore di astronomia” e vogliono essere un messaggio prima di tutto scientifico educativo. Ma diventeranno anche un segnale inviato alla politica e alla diplomazia mondiali, perché nella scienza, e specialmente nell’astronomia, sono impliciti valori di universalità, cooperazione tra i popoli, razionalità, civiltà. Più in generale, le “100 ore di astronomia” rilanceranno, si spera, la conoscenza contro l’ignoranza e il provincialismo culturale che vediamo riaffiorare in tante parti del pianeta. Il programma delle celebrazioni fa esplicito riferimento alla parità di genere in Mozambico, alla qualità della vita da difendere in Argentina, Brasile, Mongolia, alle tensioni in Palestina, alle comunità dei rifugiati a Tindouf in Algeria.

10/01/2019
Recanati, in diretta radiofonica con New York si ricorda Beniamino Gigli

Recanati, in diretta radiofonica con New York si ricorda Beniamino Gigli

Oggi, mercoledì 09 gennaio alle ore 15:30 ora italiana (09:30 ora di New York) presso il Museo Beniamino Gigli all’interno del Teatro Persiani, si terrà una diretta su Icn Radio New York.  La  trasmissione sarà intitolata “Recanati e Beniamino Gigli ieri e oggi”. L’importante evento è patrocinato dal Comune di Recanati. Si parlerà del “BEL CANTO”, la grande tradizione lirica dalle Marche nel collegamento con Anthony Pasquale di Radio ICN negli studi di America Oggi a New York, con Silvia Tamburriello ed  Eros Giardini dalle Marche . Sarà ospite in collegamento con diretta telefonica, Beniamino Gigli Junior, nipote dell'illustre usignolo di Recanati, che racconterà la città, l'immensa figura del nonno, e il suo stesso impegno nel campo della lirica e presenterà le sue innumerevoli attività, nonché l'imminente concorso lirico del 20 gennaio p.v. a Roma. Verranno trasmesse le registrazioni tra le più famose del grande tenore. Dall'Italia Radio ICN è ascoltabile su TUNEINhttps://tunein.com/radio/ICN-Radio-s74081/DIRETTA FACEBOOK su https://www.facebook.com/ciaotony e su https://www.facebook.com/SilviaTamburrielloOnICNRadio/  La trasmissione che andrà in onda nel pomeriggio vuol consolidare il rapporto tra gli italiani all'estero e la propria identità nazionale, attraverso un tributo al grande tenore di Recanati il cui busto è presente al Metropolitan di New York dove debuttò nel 1920 nella parte di Faust nel Mefistofele. Particolarmente intenso il suo rapporto con la grande mela dove era considerato una star, tanto che l'8 ottobre del 1997 l'allora Sindaco Rudolfh Giuliani proclamò il Gigli Day. In tredici stagioni Gigli apparve 510 volte in 30 ruoli al Metropolitan di New York, e la  sua ultima esibizione fu emozionante quanto la prima. Nei suoi 41 anni di carriera diede 800 concerti di beneficenza a New York, per finanziare molti istituti di cura e di istruzione. diede inoltre un concerto annuale di beneficenza in favore degli orfani degli agenti di polizia uccisi nel compimento del loro dovere, per il quale il dipartimento di Polizia della città di New York lo nominò capitano onorario.    

09/01/2019
Unimc, invitati esperti dal Brasile per studiare le aziende del cratere

Unimc, invitati esperti dal Brasile per studiare le aziende del cratere

Dal Brasile riflettori puntati sulle aziende marchigiane del cratere grazie all’Università di Macerata. In questi giorni è in città un gruppo di docenti e dottorandi, esperti in comunicazione e strategie di mercato, della Espm, Scuola superiore di pubblicità e marketing, prestigiosa università privata di San Paolo. La delegazione sta frequentando un corso intensivo sul Made in Italy con un focus sulle Marche organizzato da Unimc e dal Centro Italiano di Analisi Sensoriale diretto da Lucia Bailetti nell’ambito dei progetti europei Wine Lab e FoodBiz coordinati da Alessio Cavicchi. Ad accompagnare la delegazione - accolta dal rettore Francesco Adornato e dalla delegata all’imprenditorialità Francesca Spigarelli - sono la prorettore Cristina Helena Pinto de Mello, il vice presidente Alexandre Gracioso e la docente Luciana Florêncio de Almeida, già membro del comitato di esportatori del caffè brasiliano e visiting professor presso l’Ateneo maceratese. DALLE AZIENDE DEL CRATERE AI GRANDI BRAND Per loro è stato predisposto un percorso partito dal alcuni produttori agricoli Copagri del cratere, modelli di resilienza che proseguono con produzioni di eccellenza contro qualsiasi avversità: Frantoio Giovenali di Tolentino, Cantine Serboni, Maggi e Vecchioni di Serrapetrona, La Pasta di Camerino. Nel programma rientrano anche la Casa Marche Mymarca, l’Istituto Marchigiano Tutela Vini e il Cias Innovation nonché aziende di fascia alta come Simonetta Luxury e Prada Outlet. Dal locale si passerà, poi, ai grandi brand nazionali con visite ad aziende toscane, alla Barilla di Parma e al parco agroalimentare Fico di Bologna. NUOVE PROPOSTE DI SVILUPPO Al termine la classe regalerà un video a ogni azienda del cratere visitata che potrà essere usato come materiale promozionale e fornirà a ognuna consigli utili per migliorare le strategie di vendita. Wine Lab e FoodBiz sono due progetti europei coordinati da UniMC che hanno vinto un finanziamento di un milione di euro il primo e di 270 mila euro il secondo. Entrambi mirano a realizzare una collaborazione tra atenei europei, imprese e istituzioni per offrire nuove opportunità di innovazione alle aziende dei settori vitivinicolo e agroalimentare.  

09/01/2019
Loro piceno, sabato alle 21 lectio magistralis di Philippe Daverio nella chiesa di Santa Maria

Loro piceno, sabato alle 21 lectio magistralis di Philippe Daverio nella chiesa di Santa Maria

Cultura e opere d’arte che tornano visibili al pubblico dopo il sisma che ha colpito le Marche e il centro Italia. Capolavori esposti a Osimo e poi a Milano che finalmente tornano alla luce nella chiesa di Santa Maria di Loro Piceno.È arrivata proprio ieri, 8 gennaio, la conferma da parte del funzionario della Soprintendenza Pierluigi Moriconi. Le opere entro sabato torneranno visibili nel borgo in provincia di Macerata e saranno, ancora una volta, fruibili dal pubblico. E, proprio sabato 12 gennaio, a partire dalle 21, nella chiesa di Santa Maria di Loro Piceno, è in programma la serata conclusiva dell’anno europeo del patrimonio culturale presieduta da ospiti illustri. La serata che permetterà a tutti di rivedere le opere sarà “benedetta” dalla presenza di Philippe Daverio, storico dell’arte, docente e saggista che parteciperà all’incontro con una Lectio Magistralis dedicata all’arte nel territorio. Alla serata saranno presenti anche Giampiero Feliciotti, presidente dell’Unione Montana dei Monti Azzurri e Daniela Tisi, presidente della commissione speciale dei musei italiani che accanto al sindaco di Loro Piceno, Ilenia Catalini, introdurranno la serata. “Sarà un momento importante per il paese e per chi verrà da fuori per assistere all’intervento di Philippe Daverio" – ha commentato il primo cittadino Ilenia Catalini -. Proprio ieri abbiamo ricevuto conferma dalla soprintendenza che finalmente le tre opere che erano state tratte in salvo dopo il terremoto nella chiesa di San Francesco, torneranno visibili nella chiesa di Santa Maria. È un momento da celebrare e festeggiare. Dopo Sgarbi nel 2017 e le prestigiose mostre a cui le nostre tele hanno partecipato, l’obiettivo è trasmettere ai cittadini la consapevolezza del patrimonio culturale che abbiamo. Ora possiamo anche costruirci una valorizzazione turistica. Questa iniziativa avvia un nuovo percorso di cui siamo solo all’inizio. Sono tre capolavori che si potranno vedere: una Madonna del Rosario, olio su tela di artista ignoto, una seconda Assunzione della Vergine di Ercole Ramazzani e l’educazione della Vergine, olio su tela di un ignoto di scuola marchigiana che come gli altri tre quadri si trovava nella chiesa di San Francesco.   

09/01/2019
Macerata, domenica 13 gennaio torna la rassegna "Cabaret in Filarmonica": si ride con "Fatto di Coppia" di Macchini e Gallucci

Macerata, domenica 13 gennaio torna la rassegna "Cabaret in Filarmonica": si ride con "Fatto di Coppia" di Macchini e Gallucci

Domenica 13 gennaio alle 17.30 torna la rassegna di grande successo Cabaret in Filarmonica: il teatro sociale di Palazzo Bourbon del Monte in via Gramsci a Macerata ospita Piero Massimo Macchini e Michele Gallucci in "Fatto di coppia". Primo dei quattro appuntamenti con il cabaret di qualità, quello di Macchini e Gallucci non è uno spettacolo ma una vera e propria lite. Si litiga e ci si arrabbia per tutto e su tutto, entrambi sono indisposti, insopportabili e terribili. Lo spettacolo è la rappresentazione di due gatti in un garage alle prese con un solo gomitolo di lana. Chi vincerà? Chi riuscirà a conquistare il gioco tanto agognato per poi essere dimenticato? Un'escalation di violenza e contraddizioni al limite del sopportabile. Astio fatto di rimorsi, ricordi e scuse finte. Il passaggio da Nemici per la Pelle a Fatto di Coppia è una scusa per continuare a divertirsi litigando. Coppia comica consolidata, Piero Massimo Macchini e Michele Gallucci riescono a coinvolgere il pubblico per oltre un'ora e mezza in uno scambio scoppiettante e divertentissimo. Macchini è artista internazionale, che ha portato nei cinque continenti i suoi lavori di visual comedy con il personaggio Dolly Bomba negli spettacoli "Brainstorming" e "Fuori Porta". In Italia lavora su diversi fronti: teatro, tv, cinema, radio, editoria e web. Fin dagli esordi si rivela talento comico di razza, con proposte di qualità come "Complesso di Edipo in Tour", "ScherziAMO", "Radical Grezzo". Innovativi e molto apprezzati dal pubblico anche il live show di 12 ore, un progetto multimediale dal titolo "Marche Comedy Record", e il demotivational show "Marche-ting" per la regia di Priscilla Alessandrini. Michele Gallucci è attore, comico, dj e venditore d'aria, così si legge nella sua biografia, inizia la carriera artistica nel 2001 proprio al fianco di Piero Massimo Macchini. Formatosi in improvvisazione teatrale con Improvvivo e nella comicità con Domenico Lannutti, col trio “I Digeribili” ha preso parte per anni ai laboratori Zelig di Cesena, Rimini, Bellaria, Bologna. Dal 2010 partecipa come attore e autore alla realizzazione del progetto MarcheTube. Per altre tre domeniche, 20 e 27 gennaio e 3 febbraio, sempre alle 17.30 "Cabaret in Filarmonica" propone Sergio Viglianesi in "Dio perdona... Il Meccanico no!!", David dal Fiume in "Incredibilmente... Vero!?", Cesare Catà in "Fate caprine e cavalieri erranti – Lezione spettacolo su Miti e Leggende dei Monti Sibillini". La rassegna è realizzata con il patrocinio del Comune di Macerata e il sostegno di Tecnostampa e Banca Mediolanum di Macerata.

09/01/2019
Civitanova, grande successo per le serate evento di pil.love: a breve altre date sul territorio (Foto)

Civitanova, grande successo per le serate evento di pil.love: a breve altre date sul territorio (Foto)

Si è conclusa con un successo oltre ogni aspettativa l’esperienza pil.love andata in scena tra il 16, il 26 dicembre e il 6 gennaio alla Pescheria di Civitanova Marche. Altissima l’affluenza che già dalle prime battute di questo esperimento ha consacrato l’evento come assoluta novità. Nato da un concept di Pil associati e grazie alla stretta e preziosa collaborazione con Dj Mag (rivista punto di riferimento per il mondo della musica elettronica) pil.love ha unito eccellenze gastronomiche alla selezione musicale curata dal noto dj Simone Barbaresi: Civitanova Marche ha aperto così le porte ad un nuovo modo di pensare l’intrattenimento. Sono migliaia le persone che nelle tre date hanno affollato lo spazio, normalmente adibito a mercato coperto, per le occasioni riallestito e trasformato in una mostra grazie al contributo e alla cura di Anime di Strada e in un dance floor. Un luogo dove musica ricercata e intrattenimento si sono fuse in una esperienza dal sapore nord europeo che ha attirato persone anche dalle regioni limitrofe. Gli organizzatori sono già al lavoro per una nuova serie di appuntamenti. E mentre sono al vaglio altre suggestive location "unconventional" sul territorio, è garantita una seconda serie di date che verranno presto svelate all'insegna del "we come in peace": il motto di pil.love.  

09/01/2019
Recanati, nei musei civici boom di visite nel periodo natalizio, incremento del 24% rispetto allo scorso anno

Recanati, nei musei civici boom di visite nel periodo natalizio, incremento del 24% rispetto allo scorso anno

Un Natale, quello a Recanati, nel nome di Giacomo Leopardi. Per le festività appena concluse i musei della città hanno fatto il pieno di visitatori, confermando il trend degli ultimi mesi. Dal giorno dell’inaugurazione, lo scorso 20 dicembre, fino al 6 gennaio sono stati 1.200 i visitatori che hanno percorso le sale di Villa Colloredo Mels e visitato la  prima tranche degli eventi di “Infinito Leopardi”, i festeggiamenti in occasione dei 200 anni dal componimento della celebre poesia. Nel periodo natalizio è stato stimato, inoltre, un movimento turistico nei musei civici e nel centro di informazioni turistiche di Recanati di oltre 3.300 visitatori.   Nel 2018 si registra un incremento del 24 % di visitatori compresi nel periodo giugno – dicembre rispetto all’anno precedente, con quasi 69mila presenze tra transiti nel circuito culturale, nell’ufficio di informazioni turistiche e biglietti staccati. Numeri che mostrano come il 2018 si sia chiuso con un incremento di visite alle strutture museali cittadine, ravvivando Recanati e confermandola come meta culturale e luogo dove trascorrere le festività di Natale. In totale, sono state vendute 2.100 Recanati Card, le agevolazioni nei musei e gli sconti riservati ai recanatesi al costo di 3 euro all’anno.   Moltissimi i turisti provenienti da tutta Italia, in particolar modo dal nord, che hanno scelto la bella città marchigiana come meta dove trascorrere le vacanze di Natale per ammirare il manoscritto de L’Infinito di Leopardi che fa parte della sezione di mostra “Infinità/Immensità” a cura di Laura Melosi e Lorenzo Abbate e la sezione “Mario Giacomelli. Giacomo Leopardi, L’Infinito, A Silvia”. Grazie al biglietto unico in molti non si sono lasciati sfuggire la possibilità di visitare il circuito dei musei cittadini composta dal museo Beniamino Gigli, la Torre Civica, il museo dell’emigrazione Marchigiana. Arte, poesia e musica in un unico museo diffuso da percorrere e scoprire.   Soddisfazione dall’Amministrazione comunale e dalla Società Sistema Museo, che gestisce il circuito dei musei civici, per la buona affluenza alla mostra a Villa Colloredo Mels e che conferma Recanati come destinazione di turismo culturale anche nel periodo delle festività natalizie. “Per affermare definitivamente Recanati come capitale della cultura – ha riferito il primo cittadino Francesco Fiordomo - abbiamo puntato sulla qualità, sull'accoglienza e sulla professionalità. Stiamo mettendo in atto un percorso culturale di grande qualità. I numeri confermano come i visitatori apprezzino questa strategia. L'avvio del Bicentenario non poteva essere più positivo e incoraggiante. E siamo solo all'inizio!”. “Sono molto soddisfatta della crescita turistica della nostra città - ha commentato i dati positivi l’assessore a Cultura e Turismo Rita Soccio - . Un incremento  ottenuto grazie al costante e quotidiano lavoro di questi ultimi anni, anche in team con partner esterni. I numeri dei visitatori in costante aumento, ci danno ragione sulle scelte strategiche fatte che hanno puntato su Recanati come città della cultura, e con le Celebrazioni dei 200 anni de L'Infinito insieme al Comitato Nazionale, ci apprestiamo a vivere un 2019 con Recanati protagonista della Cultura regionale e nazionale”.   Le celebrazioni continuano dal 30 giugno al 3 novembre con due mostre che ruotano intorno all’espressione dell’infinito nell’arte, “Infiniti” a cura di Emanuela Angiuli e “Finito, Non Finito, Infinito” a cura di Marcello Smarrelli, per un percorso sensazionale dall’epoca romantica a oggi. “Infinito Leopardi” è un progetto promosso dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario de L’Infinito di Giacomo Leopardi, istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC), con la partecipazione di Regione Marche, Comune di Recanati, Centro Nazionale Studi Leopardiani, Casa Leopardi, Centro Mondiale della Poesia e della Cultura e Università degli Studi di Macerata. I prossimi appuntamenti da non perdere? Ogni sabato, alle 17, visite guidate alla mostra “Infinito Leopardi”

08/01/2019

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Guido Picchio

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433