Cultura ed eventi

A Porto Potenza Picena arriva l'Irish Fest

A Porto Potenza Picena arriva l'Irish Fest

Birra, piatti tipici e musica: tutto rigorosamente irlandese. Sono questi gli ingredienti della prima edizione dell’Irish Fest organizzato dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con la Municipalità di Templemore, la cittadina della Contea di Tipperary con la quale Potenza Picena è gemellata dal 2004. Per tre giorni, dal 24 al 26 agosto, Piazza Douhet, in pieno centro di Porto Potenza Picena, si trasformerà in un villaggio irlandese dove sarà possibile assaporare il gustoso Irish stew o il tipico fish&chips piuttosto che un ottimo hamburger di Angus ed onion rings, sorseggiando una pinta di Guinness. Per l’occasione sarà presente la birreria artigianale White Gipsy che da Templemore ha attraversato mezza Europa per partecipare all’Irish Fest con il suo camioncino-stand. Dalle ore 18 saranno attivi laboratori per bambini e mini corsi di irish dance e cornamusa. Le cucine, gestite con la collaborazione dell’Istituto Alberghiero “Nebbia” di Loreto, saranno aperte dalle ore 19,30. Il Festival con la musica dal vivo inizierà ogni sera dalle ore 21,15. Ben 81 musicisti e ballerine si alterneranno in performance che toccheranno tutto il range della musica popolare irlandese: dal Ceili al folk, dal celtico alle cornamuse. Insieme, durante le tre serate si esibiranno i giovani talenti dell’Orchestra Irlandese di Musica Gaelica “In Tune for Life” diretta da Ned Kelly, la storica e blasonata banda di bagpipe and drums della Contea di Tipperary “Thomas Mac Donagh” di cui Joe Barry ne è custode e prima cornamusa, e il gruppo di irish folk music del Maestro Cillian Roche, una delle band emergenti nel panorama della musica popolare irlandese. Il Comune, attraverso l’Associazione dei Commercianti di Porto Potenza e Potenza Picena, ha coinvolto anche le attività commerciali le quali, per l’occasione, addobberanno le loro vetrine in stile irlandese proponendo prodotti in irish style come, ad esempio il gelato artigianale al wiskey. In un’ottica di coinvolgimento della cittadinanza sabato 25 si terrà la “Notte Verde” dove, oltre al Festival di piazza Douhet, la musica irlandese inonderà il centro del Porto con concerti in piazza Stazione, piazza Marotta (sotto la Torre) e piazza Verde. Un vero assaggio d’Irlanda per vivere la cultura dell’isola di Smeraldo attraverso la sua musica e le sue tradizioni in uno spirito di amicizia ed interscambio. Infatti, all’interno del progetto del gemellaggio, per la prossima primavera si sta pianificando un Festival Italiano proprio a Templemore coinvolgendo le attività turistiche e commerciali del territorio potentino.

18/08/2018
A San Ginesio doppio appuntamento con la musica di Selìfa

A San Ginesio doppio appuntamento con la musica di Selìfa

Doppio appuntamento, a San Ginesio, con le particolari proposte musicali dell’associazione Selìfa. Il primo stasera (sabato 18 agosto) alle 22 nel giardino dell’Ostello Comunale, immediatamente dopo la Sagra degli Gnocchi organizzata da Porta Picena al parco del Pincio. “EVERGREEN - quinta edizione. Tra colonne sonore, musicals e canzoni d’autore” rappresenta il tradizionale appuntamento estivo con il pianista sanginesino/romano Gianluca Trovato Bracci.  Il concerto vedrà anche uno speciale omaggio ai Beatles, cui saranno eseguiti alcuni dei più celebri brani da un gruppo speciale: Gianluca Trovato al pianoforte, il giovane sanginesino Giacomo Pinciaroli alla tastiera, Fulvio Cerlesi  alla voce e chitarra,  Federico Pinciaroli al basso, Walter Quarantini alla batteria. Il secondo appuntamento, martedì 21 agosto alle 21.30, vedrà protagonista il Quintetto Gigli: Luca Mengoni e Jacopo Cacciamani al violino, Vincenzo Pierluca alla viola, Federico Perpich al violoncello, David Padella al contrabbasso, cinque straordinari musicisti di un gruppo che da tempo sta avendo grandissimo successo in tanti palcoscenici marchigiani. Estremamente accattivante e suggestivo il programma che verrà presentato a San Ginesio, intitolato “La musica classica incontra il pop e il jazz tra contemporaneità e storia”.  Altrettanto accattivante e suggestivo il luogo scelto: il Complesso Monumentale dei Santi Tommaso e Barnaba. Nato nel 2011 per volontà di giovani musicisti che da anni collaboravano nel panorama concertistico regionale, fin dal suo esordio il Quintetto ha iniziato a volgere lo sguardo verso un repertorio ricercato e inusuale che, senza dimenticare autori classici (Bach, Mozart, Beethoven), ha strizzato l'occhio a musiche di autori quali Piazzolla, Morricone, Rota e Gershwin passando poi per melodie famosissime dei Beatles, dei Police e dei Coldplay, proponendo arrangiamenti di un sottile gusto jazz.  Dal 2013 il Quintetto Gigli collabora stabilmente con la stagione lirica Villa InCanto ed il Gigli Opera Festival, proponendo versioni di opere celebri ridotte per quintetto e pianoforte. Cinque musicisti per una repertorio senza confini, cinque amici che, provenendo dai più disparati ambiti musicali sono accomunati dal piacere di condividere esperienze e professionalità nonché sperimentare linguaggi e collaborazioni sempre nuovi.  

18/08/2018
Civitanova, ultimi appuntamenti con "Un'estate in jazz": mercoledì arriva Massimo Valentini

Civitanova, ultimi appuntamenti con "Un'estate in jazz": mercoledì arriva Massimo Valentini

Dopo la pausa del Ferragosto torna per le ultime due date la rassegna che rinnova il connubio tra lo shopping serale estivo e la cultura di “Un’estate in Jazz”, organizzata da Centriamo, Associazione dei Commercianti di Civitanova Marche, con il supporto del Comune di Civitanova e, da quest’anno, con la collaborazione di Civitanova Jazz Festival in partnership con l’associazione culturale Musicamdo e Marche Jazz Network.  Mercoledì 22 agosto in Piazza Capitano S.Abba arriva il progetto Massimo Valentini Jumble Music, un viaggio dal Sudamerica ai Balcani, andata e ritorno su chitarre manouche, jazz ed elettronica. Il progetto incarna il senso stesso del viaggio, una sorta di Trans Europe Express che parte dal cuore della vecchia Europa e raggiunge gli Oceani. Un guazzabuglio di stili e di passioni, una Jumble Music dove suoni eleganti e grezzi si mescolano con follia e passione. E sono i suoni del sax di Massimo Valentini a raccontare le diversità degli incontri sposandosi di volta in volta con le chitarre di Paolo Sorci, il charango, la quena, il bombo oltre agli altri strumenti più tradizionali come il piano di Andres Langer, il basso di Filippo Macchiarelli e la batteria di Gianluca Nanni. E se le composizioni originali di Massimo sono una ricca carta geografica nella quale perdersi, è l'infantile melodia di My Favourite Things a fungere da approdo in un mare d'idee che si sviluppano, nell'assaporare la lentezza della scoperta, attraverso l'ascolto di un disco/opera coraggioso nella sua diversità. A chiudere poi in bellezza la rassegna sabato 25 sarà una special guest, Fabrizio Bosso che a Piazza della Conchiglia assieme al trombonista Massimo Morganti e al One Less Quartet guidato da Edoardo Petracci metterà un punto alla prima edizione del sodalizio tra Civitanova Jazz Festival e i mercoledì dello shopping di Un’Estate in Jazz.  Tutti i concerti, ad ingresso gratuito, sono garantiti anche in caso di pioggia.  

18/08/2018
San Severino, rinviata a lunedì la chiusura della rassegna “Una Piazza da Cinema”

San Severino, rinviata a lunedì la chiusura della rassegna “Una Piazza da Cinema”

Rinviata, causa maltempo, a lunedì prossimo (20 agosto) la rassegna “Una Piazza da Cinema”, promossa dalla direzione del cinema San Paolo e dal Comune di San Severino Marche. Alle 21,30, ingresso gratuito, verrà presentato il film commedia “Il Premio”, con Gigi Proietti, Alessandro Gassmann, Rocco Papaleo e Anna Foglietta. Il terrore dell'aereo e la prospettiva di un volo cadenzato da scossoni e turbolenze, convincono Giovanni Passamonte (Gigi Proietti) incensato scrittore di fama internazionale, a intraprendere un lungo viaggio in auto fino in Svezia. Destinazione: Stoccolma, Sala dei concerti, per la cerimonia di consegna dei premi Nobel. Insignito dell'ambito Premio per la letteratura, Passamonte convince il fidato assistente Rinaldo (Rocco Papaleo) a raggiungere la penisola scandinava prendendo l'autostrada. I due si ritrovano inaspettatamente a condividere l'abitacolo con i figli del vecchio scrittore, entrambi in cerca di una svolta: Oreste (Alessandro Gassmann) ex olimpionico e proprietario di una palestra in fallimento, e Lucrezia (Anna Foglietta) blogger nevrotica e inconcludente. Ogni tappa del viaggio diventa pretesto per guardare ad antiche dinamiche familiari, mettere in discussione le proprie certezze e conoscersi veramente.  

18/08/2018
Sabato 18 agosto torna al Mia "Wonderland", la festa anni '90 più grande d'Italia

Sabato 18 agosto torna al Mia "Wonderland", la festa anni '90 più grande d'Italia

Al Mia di Porto Recanati torna a grande richiesta, Wonderland: la festa anni '90 più grande d'Italia. In quello che è unanimente considerato uno dei locali più belli e spettacolari d’Italia, arriva il party di riferimento per gli amanti degli anni '90. Una vera e propria ondata di musica e spettacolo, una festa ricca di animazione, djs, ballerini, personaggi fantastici degli anni 90, gadgets, effetti speciali e un super video show. Tutte le hit pop, rock e dance mixate a raffica, preparatevi a ballare la musica che ha fatto la storia, i brani indimenticabili da cantare e i singoli che hanno scalato le classifiche di un decennio glorioso. Non resta che chiudere gli occhi, aprire il cuore e rivivere solo i vostri ricordi migliori! Prezzi: Ingresso in riduzione entro le 00.30 Uomo 13 euro con drink incluso Donna 10 euro con drink incluso   Intero: 15 euro uomo con drink incluso 13 euro donna con drink incluso   Tavoli a partire da 20 euro __________ Per info & prenotazione tavoli:Mia Clubbing 071-7592754 ✆ 347 6545359 BUS NAVETTA da: Rimini, Riccione, Cattolica, Pesaro, Fano, Senigallia, Marotta, Ancona, Civitanova, Porto San Giorgio, Porto Sant' Elpidio, Fermo, Macerata ecc.. (Ad ogni casello dell' autostrada) Da prenotare Al 338.600.20.41 (Posti limitati)

17/08/2018
Macerata, Musicultura va su Rai 3

Macerata, Musicultura va su Rai 3

Domenica sera 19 agosto Rai 3 presenta la XXIX edizione di “Musicultura, Festival della Canzone Popolare e d’autore italiana”, all’Arena Sferisterio di Macerata. Un atteso appuntamento televisivo  promosso dalla Rai con una intensa campagna di spot  promozionali che da  oltre due settimane, stanno facendo  rivivere ogni giorno i momenti più emozionanti del Festival nello splendido scenario  dell’Arena Sferisterio di Macerata, accompagnati dalle note musicale di “Coinquilini”, la canzone  del vincitore assoluto  di Musicultura 2018 Davide Zilli. La grande musica del prestigioso Festival sarà in primo piano con oltre due ore di spettacolo televisivo, presentato da Metis Di Meo, Gianmaurizio Foderaro e John Vignola, con le esibizioni dei Procol Harum, Lo Stato Sociale, Brunori sas, Malika Ayane, Sergio Cammariere,  Cinzia Leone e La Compagnia, Willie Peyote e Mirkoeilcane già vincitore di Musicultura 2017 e degli otto vincitori finalisti del concorso: Marco Greco (Abbiamo vinto noi), Alberto Nemo (Ancora), Daniela Pes (Ca milla dia dì), Pollio (Generico), Francesco Rainero (Generazione), Rakele (La forma del tuo abbraccio), Davide Zilli (Coinquilini), ZoniDuo (Sam 4 President)  Dalle indimenticabili serate di Musicultura del giugno scorso, oltre tre milioni di italiani hanno già potuto seguire le canzoni, i personaggi e le storie della XXIX edizione del festival marchigiano e conoscere la bellezza unica dell’Arena Sferisterio di Macerata,  attraverso un mix trasversale di canali, che ha coniugato le dirette Facebook di Rai 3 e Radio 1, le dirette e gli special di Radio 1, i collegamenti con i programmi televisivi di Rai 1  “La vita in diretta”  ed “Uno mattina estate” nonché le dirette quotidiane durante la settimana del Festival della trasmissione di Radio 1 “Fuorigioco” e i tre speciali su  Rai Radio1 che hanno proposto una riedizione radiofonica del festival  nelle sue tre serate finali, andate in onda domenica 15, domenica 22 e domenica 29 luglio.   Musicultura, grazie alla sua potente crossmedialità che conta innumerevoli performance comunicative e interattive, per circa otto mesi dell’anno, nei principali mezzi di comunicazione del Festival e dello storico partner Rai,  televisivi, radiofonici e web, raggiungendo il più ampio target, si riconferma  come fondamentale e straordinario veicolo di promozione per la città di Macerata e per le Marche, conclamando da 29 anni  la Regione come “Capitale” del Cantautorato Italiano.   

17/08/2018
Recanati si gode il successo del Gof, intervista al maestro Serenelli e all'assessore Soccio

Recanati si gode il successo del Gof, intervista al maestro Serenelli e all'assessore Soccio

Fine di rassegna, tempo di bilanci. Il maestro Riccardo Serenelli, deus ex machina del Gigli Opera Festival, e Rita Soccio, assessore alle Culture del Comune di Recanati, forte sostenitrice del Gof, raccontano a due voci l'esperienza estiva appena conclusa. Una stagione estiva dai grandi numeri… Maestro Serenelli, si aspettava un apprezzamento così forte per il Gof 2018? E’ stata un’enorme soddisfazione riscontrare la presenza di un pubblico così numeroso in tutte le serate. Tre appuntamenti sold out significa aver ottenuto la fiducia del pubblico, ma quello che più mi fa gioire, è avere conferma di essere stati una delle realtà artefici della risvegliata voglia di lirica, della riscoperta curiosità verso questa arte poco conosciuta al grande pubblico. Quali sono stati gli elementi che hanno decretato il successo della rassegna? Sicuramente la qualità degli artisti, sia dei cantanti sia dei musicisti, l’ha fatta da padrona… Ma penso che la chiave di volta per far apprezzare il Gof a così tante persone, stia nel format che ci siamo inventati: la rivisitazione dell’intera opera ha permesso di avvicinare, oltre i curiosi, anche quelle persone che guardavano alla lirica con sospetto, quasi con paura di non essere all’altezza di approcciarla. Le nostre interpretazioni, le spiegazioni che do nel corso dello spettacolo, le trascrizioni curate da Luca Mengoni, le scenografie innovative di Diana Eugeni e Riccardo Trubbiani che aumentano la capacità evocativa delle commedie, hanno il pregio di essere propedeutiche all’approccio al lavoro che altre realtà del nostro territorio offrono in  modo completo e professionale come Macerata o Pesaro. Non ci sentiamo concorrenti, il Gof e Villa InCanto fanno un lavoro parallelo, complementare, di preparazione. Noi offriamo una prima lettura, non osiamo fare troppo e farlo male quando invece sono già presenti realtà che fanno molto e fanno bene. Ovviamente non va dimenticato il forte legame con il territorio consolidato attraverso partnership importanti che permettono la diffusione della cultura marchigiana attraverso canali imprenditoriali di rilevanza nazionale e internazionale. Un lavoro propedeutico che si rivolge non solo agli adulti… Il percorso che abbiamo fatto con Operattivamente e l’Unimc con la prof.ssa Paola Nicolini e il giornalista Carlo Scheggia ne è la prova concreta. La magia del teatro va insegnata fin da piccoli e i laboratori proposti per i ragazzi sono stati educativi e sperimentali, capaci di insinuare anche nei più giovani la curiosità per i canovacci, le maschere, la caratterizzazione dei personaggi, i costumi… E’ fondamentale far immergere direttamente i piccoli nelle scene tanto che Villa InCanto lavora con progetti didattici anche durante tutto l’anno scolastico.  Maestro, qualche anticipazione sul calendario invernale? Stiamo ancora studiando le date e le opere da mettere in scena. Per ora, sappiamo per certo che il prossimo 6 ottobre avremo ospite il baritono Leo Nucci in occasione delle celebrazioni gigliane e soprattutto in occasione del restauro della tomba di Beniamino Gigli. Per quanto riguarda il nostro format, assicuriamo che rimarrà inalterato per quanto riguarda qualità e professionalità degli artisti e dell’ensamble orchestrale. Assessore Soccio, un progetto quello del Gof che ha risuonato da Recanati alla costa ed ha attirato a sé un gran numero di spettatori: come definisce il Gigli Opera Festival che in questa stagione estiva ha registrato un sold out in tutte le serate? Il Gigli Opera Festival è stata una scommessa vinta sia per la valorizzazione della figura di Beniamino Gigli sia per la città di Recanati. Il Gof è ormai una realtà stabile nella programmazione recanatese che per qualità e format travalica i confini cittadini portando molti turisti che scelgono la nostra città come meta culturale. Uno degli omaggi a Gigli che ha ottenuto migliori risultati, ma Recanati non resta a guardare…. Ho sempre sostenuto come fosse importante costruire una visione culturale di Recanati fatta da progetti strutturali basata sulle sue unicità, come la poesia per Leopardi, la musica per Gigli, le arti visive per il Lotto e la spiritualità per i cammini Lauretani. Il Gof e l'Accademia Lirica Gigli rappresentano un esempio concreto di progetto che va in questa direzione dove la musica e l'opera si ascolta e si insegna per tutto l'arco dell'anno. Importante anche l’apertura verso i giovani: il Gof ha lavorato molto bene anche in questa direzione… Il Gof e l'Accademia Lirica rappresentano un'occasione di crescita per molti giovani talenti. Ma il Gof rappresenta anche un'occasione di formazione e scoperta dell'opera da parte dei più piccoli con il coinvolgimento delle scuole. Portare l'opera a scuola è stata una sfida che tutti hanno accolto con molto entusiasmo e credo sia stata il modo migliore per omaggiare il grande Beniamino Gigli.    

17/08/2018
Cantine aperte nel borgo: a  Civitanova Marche Alta degustazioni e cultura

Cantine aperte nel borgo: a Civitanova Marche Alta degustazioni e cultura

Prenderà vita domenica 19 agosto a Civitanova Alta la prima edizione di Cantine aperte nel borgo.Un festival che coniuga gusto e cultura, presentando le eccellenze del territorio marchigiano a Civitanova Alta, luogo perfetto per raccontare i prodotti enogastronomici marchigiani.Le degustazioni inizieranno dalle 19 per l’aperitivo e proseguiranno fino a notte, con la possibilità di visitare tutti i musei e il teatro, che per l’occasione saranno aperti.“La nostra associazione si occupa da più di 10 anni di creare eventi di livello nazionale - sostiene Sergio Cintioli, presidente dell'associazione culturale Enogastronomia.it -  Il primo evento presentato qui è stato Civitanovata Wine Festival e la nostra partecipazione costante a Vita Vita con “Degustando sotto le stelle”. Con questo evento vogliamo fornire una panoramica generale della regione Marche. Abbiamo diversi tipi di vini presenti e un esperto sommelier e assaggiatore di olio che farà una panoramica sulle cultivar regionali.Per quanto riguarda il cibo collaboriamo con il ristorante Mangia di Civitanova Alta e con Paolo Mazzieri, innovatore della cucina marchigiana. Quest’anno presenterà vinci sgrassi e porchetta nella piadina”.Per le norme di sicurezza, si useranno bicchieri in plastica che non rovinavano l’aroma del vino e che hanno la proprietà di mantenerlo più fresco rispetto ai normali calici in vetro.Gli espositori sono stati selezionati dai Consorzi di tutela, presentando una gamma rappresentativa di tutte le Marche.Le piazze saranno animate da spettacoli teatrali e musicali.Ingresso è aperto a tutti. Per le degustazioni è necessario acquistare il calice che comprende i gettoni per 4 degustazioni (a 8 euro).

17/08/2018
La Carovana del Cuore sulla spiaggia di Porto Recanati

La Carovana del Cuore sulla spiaggia di Porto Recanati

L’educazione è il principale strumento che consente all’uomo di progredire come individuo e come insieme. Ecco perché da 14 anni Fondazione Patrizio Paoletti realizza la Carovana del Cuore, una delle campagne di sensibilizzazione più longeve d’Italia, il cui principale obiettivo è promuovere il diritto all’educazione, soprattutto nell’infanzia.L’iniziativa torna anche quest’anno sui litorali di tutta Italia, da Nord a Sud, grazie all’impegno di 120 volontari contraddistinti dall’ormai tradizionale maglietta arancione, che percorreranno a bordo di camper un lunghissimo itinerario costiero, attraversando numerose città e località marittime. La Carovana del Cuore si svolge da luglio a settembre. In questi giorni il camper si trova nelle Marche: in particolare domenica 19 agosto i volontari saranno a Porto Recanati. Il calendario completo con tutte le tappe è disponibile sul sito www.carovanadelcuore.org.Durante il loro percorso i volontari incontrano sulle spiagge e nelle piazze migliaia di persone per sostenere il valore dell’educazione, intesa come processo continuo che dall’infanzia accompagna la persona per tutta la vita, quale leva fondamentale garantire alle future generazioni un mondo sostenibile e di pace. Chi sceglierà di sostenere la campagna riceverà in dono il braccialetto arancione Vivi Appassionatamente, segno distintivo dell’incontro con la Fondazione e i suoi progetti.Fondazione Paoletti, istituto di ricerca riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, da 17 anni opera in campo neuroscientifico e psicopedagogico per rendere l’educazione e la didattica più innovative ed efficaci. Ad oggi è attiva con oltre 20 progetti educativi in quattro continenti, dall’Italia alla Repubblica Democratica del Congo, da Haiti all’India, realizzando interventi scolastici e sociali dedicati a migliaia di bambini, insegnanti, genitori, educatori e operatori sociali.

17/08/2018
Festival Terra d’Organi antichi, concerto a Belforte del Chienti

Festival Terra d’Organi antichi, concerto a Belforte del Chienti

Puntuale anche quest’anno torna il tradizionale Festival Terra d’Organi antichi, giunto alla sua tredicesima edizione, organizzato dall’Associazione Organi Arti & Borghi di Camerino sotto la direzione artistica del presidente Maurizio Maffezzoli. Il Festival itinerante, presentato lo scorso 17 luglio in conferenza stampa presso la sede provvisoria del Comune di Camerino alla presenza del sindaco Gianluca Pasqui, è stato inaugurato lo scorso 28 luglio a Montegiorgio, presso la splendida cornice della Sagrestia di Sant’Agostino, con un applauditissimo Concerto Barocco per due violini, violoncello e clavicembalo a cura dell’Ensemble 900. Dopo i concerti a Comunanza, Serrapetrona, Tolentino e Civitanova Alta, è la volta dell’appuntamento a Belforte del Chienti, dove domenica 19 agosto alle 18,30 nella chiesa di Sant’Eustachio, che custodisce al suo interno il prezioso polittico di Giovanni Boccati, si esibiranno Alberto Cappiello e Walter D’Arcangelo in un particolare concerto per corno e organo. In programma musiche di Strauss, Valente, Fenaroli, Galuppi, Forster, Sarti e il Concerto per corno e orchestra in Mi bemolle maggiore n. 4 K 495 di Mozart. Il nutrito cartellone del Festival prevede appuntamenti fino al mese di dicembre: Villa Potenza (MC)  Chiesa del SS. Crocifisso sabato 1 settembre, ore 21,15 (Marco Gasparrini al flicorno soprano ed Helmute Schulte all’organo); Montegiorgio (FM)  Sagrestia di Sant'Agostino sabato 22 settembre ore 21,15 (Letizia Innocenti al pianoforte e Giuseppe Maria Ficara alla chitarra); Camerino (MC) Chiesa del Seminario domenica 30 settembre ore 18 (Concerto Barocco per due violini, violoncello e clavicembalo “Hortensia Virtuosa"; Macerata Chiesa di S. Stefano (Cappuccini vecchi) domenica 14 ottobre ore 18 (Enrico Zanovello all’organo); Mergo (AN) Chiesa di San Lorenzo Martire domenica 9 dicembre ore 18 (Pietro Tagliaferri al sax soprano e Stefano Pellini all’organo); Potenza Picena (MC) Auditorium Scarfiotti venerdì 14 dicembre ore 21,15 (Alberto Napolioni al pianoforte e Maurizio Maffezzoli all’organo). Pur in un contesto di difficoltà dovuta alla chiusura di molte chiese dell’entroterra marchigiano, che possiede uno dei patrimoni organistici più importanti d’Europa, la tredicesima edizione del Festival è in controtendenza, in quanto prevede un aumento degli eventi musicali rispetto alle passate edizioni ed un ampliamento del territorio coinvolto. Il Festival, pregevole per le proposte di eventi musicali di altissima qualità, costituisce anche l’occasione per visitare borghi, chiese, sagrestie, auditorium artisticamente rilevanti del territorio e per mantenere alto l’interesse verso un patrimonio che mai come in questo momento ha bisogno di essere tutelato e tramandato. I concerti sono a ingresso libero. Info: Associazione Organi Arti & Borghi, tel. 339-6190544.

17/08/2018
Jesus Christ superstar allo Sferisterio di Macerata

Jesus Christ superstar allo Sferisterio di Macerata

Dopo il grande successo in Europa, la stella luminosa di Jesus Christ Superstar brillerà ancora sul grande palcoscenico dello Sferisterio di Macerata: il 18 agosto il nuovissimo tour italiano del musical di Massimo Romeo Piparo farà finalmente ritorno nelle Marche con il Patrocinio del Comune di Macerata e dell’Associazione Arena Sferisterio, tra gli appuntamenti di punta di Sferisterio Live.E ancora una volta sarà Ted Neeley, il Gesù originale del celebre film di Norman Jewison del 1973, a caratterizzare il musical con la forza trascinante del suo talento in un'interpretazione ormai divenuta un cult.Con Radio Italia media partner ufficiale, l’atteso appuntamento maceratese andrà in scena con il grande allestimento firmato da Piparo e dalla PeepArrow Entertainment, vincitore del prestigioso premio internazionale MusicalWorld Award e pluripremiato in Europa per gli standard altissimi in termini di qualità artistica e professionalità nel musical.Lo spettacolo, in inglese, nella versione originale di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, e con la travolgente orchestra dal vivo diretta dal Maestro Emanuele Friello, vedrà in scena un cast di incredibile talento: accanto al mitico Ted Neeley nei panni di Gesù, anche il brasiliano Nick Maia (Giuda), Paride Acacia (Hannas), Simona Distefano (Maria Maddalena), Andrea Di Persio (Pilato), Giorgio Adamo (Simone), Francesco Mastroianni (Caifa), Mattia Braghero (Pietro), Salvador Axel Torrisi (Erode), il grande ensemble di acrobati, trampolieri, mangiafuoco e ballerini coreografati da Roberto Croce, con le scenografie di Teresa Caruso e i costumi di Cecilia Betona. Proprio per le sue caratteristiche uniche, la tappa allo Sferisterio sarà una serata imperdibile e un’ulteriore occasione per esaltare tutte le qualità della professionalità tutta italiana di Piparo e della sua squadra, un lavoro pluripremiato, che ha riscosso grandissimi successi in Italia e in Europa, con sold out e standing ovation in tutte le rappresentazioni. Uno spettacolo che unisce l’arte alla popolarità, esaltando con l’impianto scenico e la musica rock la forza rivoluzionaria di una bellissima storia di spiritualità e coraggio.Jesus Christ Superstar, il capolavoro di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, è ormai passato alla storia come uno dei Musical più famosi e celebrati di sempre. L'Opera Rock più amata di tutti i tempi non invecchia, anzi rinnova il proprio messaggio di speranza e fiducia grazie a una storia dal valore universale, che unisce in un unico entusiasmo spettatori di ogni età e nazionalità. La versione italiana in lingua originale firmata da Massimo Romeo Piparo, autore e regista celebrato all’estero per il suo straordinario stile innovativo, compie 20 anni e vanta ormai numerosi record e grandi numeri: 23 anni di successi, con più di 1.600 rappresentazioni, 190 artisti che si sono alternati nel cast, oltre 1milione e 700mila spettatori, quattro diverse edizioni e ancora, 12 anni consecutivi in cartellone nei Teatri italiani dal 1994 al 2006.www.jesuschristsuperstar.itwww.peeparrow.comGli ultimi biglietti sono in vendita presso la Biglietteria dei Teatri di Macerata, in Piazza Mazzini e sui circuiti Ticketone.it e Vivaticket.itI prezzi dei biglietti sono:Settore Platino e Oro 66,00 euro compresa prevenditaSettore Verde e Blu 53,00 euro compresa prevenditaSettore Rosso 38,00 euro compresa prevenditaLoggione 15,00 euro (acquistabile solo il giorno dell’evento)

17/08/2018
Il DeeJay Time colpisce ancora: in ventimila a Civitanova per Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso

Il DeeJay Time colpisce ancora: in ventimila a Civitanova per Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso

Tre volte in tre anni. Sempre a cavallo di Ferragosto. E un successo di pubblico sempre crescente. Sembra quasi incredibile, ma giovedì sera i quattro "cavalieri" del DeeJay Time sono riusciti nell'impresa di riempire piazza XX Settembre a Civitanova ancora più delle loro precedenti esibizioni. Avevano fatto il botto nel 2016, sempre in piazza. Avevano riempito lo Shada nel 2017. Hanno letteralmente fatto straripare la piazza principale di Civitanova giovedì sera. Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso hanno richiamato un pubblico stimato in almeno ventimila persone che hanno ballato e si sono divertite al ritmo del sound evergreen degli anni Ottanta e Novanta, senza il minimo problema di ordine pubblico malgrado la tantissima gente presente. Tutti e quattro gli storici deejay hanno ringraziato Civitanova: "Civitanova top di gamma" si legge nel profilo ufficiale del DeeJay Time, mentre tutti e quattro hanno singolarmente omaggiato la città rivierasca. "Civitanova Marche sempre emozionante" per Giorgio Prezioso, "Civitanova Marche nel cuore. Grazie a tutti" dice Mario Fargetta, "Civitanova Marche nel nostro cuore" ancora Albertino e "Civitanova Marche top" per Maurizio Molella.  Un occasione che ha creato un ovvio indotto per tutte le attività commerciali e c'è stato anche chi ha inventato nuovi panini chiamandoli con i nomi dei quattro deejay. Insomma, un successo assoluto, senza se e senza ma, che sposta sempre più verso Civitanova il baricentro della provincia di Macerata.  (Foto dalla rete)

17/08/2018
Il Gigli Opera Festival 2018 chiude una rassegna da sold out

Il Gigli Opera Festival 2018 chiude una rassegna da sold out

"Bravi Bravissimi!", potremmo applaudire facendo eco alla potente voce di Figaro, Jorge Tello Rodriguez, a conclusione di una rassegna da "tutto esaurito". Niente lasciato al caso: allestimento, fragranze per l'olfatto e per lo sguardo grazie a Danhera, eleganza, innovazione con le scenografie digitali di Diana Eugeni e Riccardo Trubbiani che hanno fatto addirittura danzare dolcemente flebili candele sulla parete a fondo del palco. Un'armonia di elementi e di una professionalità che ha offerto al pubblico l'accompagnamento musicale di un ensemble preparata e puntuale e le performance canore degli artisti che hanno saputo catturare gli spettatori. I potenti vocalizzi di Rodriguez, con la simpatia di Carlo Giacchetta, l'umorismo di Alessandro Battiato, l'eleganza di Lilly Jorstad e la compostezza di Ferruccio Finetti, su un palco diretto magistralmente da Riccardo Serenelli. Con i suoi saluti di ringraziamento ai partner, e soprattutto al Comune di Recanati e all'assessorato alle Culture, il Maestro ha espresso una soddisfazione e un entusiasmo ripagati da un pubblico attento e partecipativo che è accorso a quest'ultimo appuntamento sbancando il botteghino, tanto che il Sindaco ha firmato una delibera specifica per aumentare la capienza del Cortile Venieri permettendo la permanenza anche di spettatori in piedi. "È stato un piacere e una grande soddisfazione vedere nascere, crescere ed infine esplodere un progetto di qualità che da Recanati viene ora esportato in Italia e nel mondo con successo - sottolinea il Sindaco Francesco Fiordomo -. Serietà, preparazione, qualità, inventiva e caparbietà sono le caratteristiche di un progetto che alla vigilia del decennale rappresenta una ricchezza irrinunciabile per la città e l'intera Regione. Il maestro Serenelli - continua il primo cittadino - nel ruolo di responsabile dell'Accademia di Canto Lirico della Civica Scuola di Musica Beniamino Gigli, è punto di riferimento della nostra scuola che con 400 allievi è lo strumento più bello ed utile per ricordare Beniamino Gigli".Una macchina "da guerra" organizzativa, come ha definito lo stesso Serenelli, coordinata dalla dottoressa Chiarenza Gentili Mattioli,  che ha contribuito a diffondere questo format piacevole, originale, adatto ad un ampio pubblico, esperto o semplicemente curioso di avvicinarsi al mondo dell'opera. E dai numeri di questa rassegna estiva si potrebbe dire che si tratta di un pubblico con tanta voglia di lirica e di sperimentazione. E dopo una chiusura così apprezzata, non resta che attendere il cartellone invernale, certi che Gof, Scuola Civica "B. Gigli" e Operattivamente dell'Unimc saranno in grado ancora una volta di stupire come solo loro sanno fare.

17/08/2018
La batteria di Carl Palmer allo Sferisterio di Macerata

La batteria di Carl Palmer allo Sferisterio di Macerata

Manca poco, ancora qualche giorno e la sera del 23 agosto uno dei più grandi batteristi al mondo si esibirà allo Sferisterio di Macerata. HAB eventi porta all’arena maceratese Carl Palmer, quel Palmer, il drum man degli Emerson Lake and Palmer, il colosso della musica Rockprog che dagli anni ’70 ad oggi continua a far parlare di sé.  La serata inizierà con le note di Nazzareno Zacconi, il musicista maceratese presenterà il suo nuovo album “Inside my memories”, le sue note saranno animate dalle coreografie della Talent’s Dance Company di Lara Carelli e sarò subito magia. La leggenda e la maestria di Carl Palmer, all’anagrafe Carl Frederick Kendall Palmer, sono state costruite anche curando fin dall’inizio ogni piccolo dettaglio nella costruzione del set della sua batteria. Tra Palmer ed il suo strumento c’è una vera e propria simbiosi, una sintonia completa che porta a farsì che ogni piccolo movimento, ogni gesto durante l’esecuzione musicale sia esaltato, trovando in ogni elemento del suo kit la prosecuzione di sé stesso. Robert Moog completava questa eccezionale dotazione strumentale con una centralina elettronica che all’avvio a mezzo di un bottone, lanciava degli impulsi ritmici in risposta ad ogni colpo, arrivando ad un tamburo che produceva un modulo di quattordici note. La composizione strumentale del suo set custom in acciaio inox spiccava per maestosità ed eccellenza, distinguendosi rispetto a quelli di tutti i suoi colleghi. La batteria di Carl Palmer, presentata per la prima volta in uno show televisivo del 1973 era così composta : sette concert toms 6”, 8”, 10”, 12”, 13”,14”,15”,16”, il floor tom da 18” e una sola pelle, cassa 28”x20”, con blocchetti dalla base a forma di rosa, cerchi attribuiti alla Gretsch nonostante la finitura leggermente diversa, rullante Ludwing Super Sensitive Concert Model 14”x 5.5”, due rack semicircolari. Altro segno distintivo dello strumento di colui che è a tutti gli effetti un genio della musica, tale da abbracciare più stili e generazioni, è dato dalle incisioni che evocano azioni di caccia e momenti bucolici sulle armi da sparo Purdey. Il set era strutturato “su misura” e niente poteva essere posizionato ad un’altezza e con delle distanze diverse da quelle studiate per assecondare ogni movimento ed ogni proporzione di Palmer. Lo stesso Carl sottolineava la maggiore proiezione del suono e le frequenze alte, perfette per il rock,  rese possibili dai fusti stainless steel, realizzati da una ditta estranea alla produzione di batterie e posizionati ad arte su uno stand che terminava con tre bracci.  A tutto ciò si aggiunge una campana suonata con la bocca. Ed ancora, piatti Paiste da 7” a 24”, gong sinfonici di origine elvetica da 38” e 50”, timpani Ludwing 26” e 29” e tubolar bells. L’intera batteria era posizionata su una pedana girevole. Nella storia riguardante tour e concerti di questo Mito del Rock Prog si annoverano date annullate perché il palco non ha retto alla possenza di un tale strumento. Il genio musicale di Carl Palmer inizia a formarsi con lo studio del violino, si fonda ed alimenta partendo proprio dagli studi di musica classica ed anche da questi riceve la sua abilità nel curare l’esecuzione, l’interpretazione e la composizione di ogni pezzo, con la capacità di reinventarli e trasformarli, senza snaturarli. Come ci dimostra la scaletta che Carl Palmer porta in giro per il mondo nel suo ultimo tour, la stessa che il pubblico presente allo Sferisterio potrà ascoltare il 23 Agosto prossimo, la Musica è versatile, i pezzi che hanno fatto la storia del Rock-prog, sonorizzando gli anni 70, possono ricevere nuova vita, una diversa veste, reinterpretandoli con il basso e la batteria, senza dimenticare la voce di Lake e la tastiera di Emerson, ma anzi, onorandoli.

17/08/2018
Piazza Conchiglia Sounds, venerdì il Quintetto Gigli tra classico e contemporaneo

Piazza Conchiglia Sounds, venerdì il Quintetto Gigli tra classico e contemporaneo

Musica classica e incursioni nel pop e nella musica contemporanea si affacciano su Piazza Conchiglia Sounds, la rassegna che mette assieme buona ristorazione e buona musica in uno dei salotti a cielo aperto più interessanti di Civitanova Marche, il prossimo 17 agosto. A partire dalle ore 20.30 infatti, tra aperitivi e cene serviti da Mescola, Vintage Cafè e Vicolo Marte arriva il Quintetto Gigli. Composto da due violini, viola, violoncello e contrabbasso, il Quintetto Gigli nasce nel 2011 per volontà di giovani musicisti che da anni collaborano nel panorama concertistico regionale. Già dal suo esordio il Quintetto ha iniziato a volgere lo sguardo verso un repertorio ricercato e inusuale che, senza dimenticare autori classici (Bach, Mozart, Beth), ha strizzato l'occhio a musiche di autori quali Piazzolla, Morricone, Rota e Gershwin passando poi per melodie famosissime dei Beatles, dei Police e dei Coldplay, proponendo arrangiamenti di un sottile gusto jazz. A comporre l’ensemble Luca Mengoni e Jacopo Cacciamani al violino, Vincenzo Pierluca alla viola, Federico Perpich al violoncello, David Padella al contrabbasso.

17/08/2018

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2018 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433