Cultura e spettacoli

Si conclude a Civitanova la rassegna dedicata a Cecchi

Si conclude a Civitanova la rassegna dedicata a Cecchi

Sarà Civitanova Marche, e in particolare il teatro storico Annibal Caro, a ospitare domani, domenica 23 aprile, l’ultimo appuntamento della rassegna che la Fondazione Carima ha dedicato a Dante Cecchi per ricordarlo nel primo anno dalla sua scomparsa, organizzata in collaborazione con la Compagnia teatrale “F. Valenti” di Treia.L’iniziativa, patrocinata dall’amministrazione comunale, si articolerà in due momenti: alle ore 17.15 si comincerà con la presentazione del volume “Dante Cecchi, Teatro”, che celebra le doti di autore teatrale di questo poliedrico intellettuale maceratese e il grande contributo che egli ha dato alla valorizzazione della lingua dialettale nonché delle tradizioni locali.Interverranno la Presidente della Fondazione Carima Rosaria Del Balzo Ruiti, il Vicepresidente della Fondazione Carima Andrea Rebichini, il curatore del volume Pierfrancesco Giannangeli, il Presidente della Compagnia teatrale “F. Valenti” di Treia Fabio Macedoni e il figlio di Dante Cecchi, Giovanni.Si continuerà alle ore 18.00 con la rappresentazione della commedia “Lu postaréllu su la Comune”, messa in scena dalla Compagnia teatrale “In… Stabile” di Civitanova Marche con la regia di Giorgio Gobbi, opera di grande attualità che racconta le preoccupazioni, di ieri come di oggi, dei genitori per il futuro dei propri figli.Biglietti: € 10 intero – € 7 ridotto (under 25, over 65, diversamente abili).Info e prenotazioni: Tel. 335 7681738 (F. Macedoni) h 16/19

Il Coro Polifonico “Città di Tolentino” in Austria per due concerti di solidarietà post sisma

Il Coro Polifonico “Città di Tolentino” in Austria per due concerti di solidarietà post sisma

Il Coro Polifonico “Città di Tolentino” riprende la sua attività concertistica all’estero, accogliendo l’invito che gli è stato rivolto ad esibirsi in Austria. Il Coro, diretto da Aldo Cicconofri, terrà due concerti che si svolgeranno sabato 22 a Salisburgo e domenica 23 a Leogang. L’opportunità si è creata grazie all’interessamento del Coro femminile di Leogang che si è voluto sincerare dei danni, derivati dal terremoto, anche sulle attività musicali e culturali in genere e dalla loro volontà di dare un supporto un messaggio di vicinanza e, al tempo stesso, di ripartenza.   Da qui è nata l’idea di invitare il Coro Tolentinate ad esibirsi in Austria, in due concerti di solidarietà, per dimostrare che, anche in situazioni logistiche e morali così complesse, la musica e il piacere di esibirsi insieme, possono essere più forti delle avversità.   Attualmente infatti anche il Coro di Tolentino risente dei problemi derivati dal terremoto in quanto, alcuni suoi componenti, sono sfollati dalle loro abitazioni e il coro stesso non ha più una sede dove svolgere la sua intensa attività di prove tantoché, attualmente, beneficia dell’ospitalità del “Circolo Culturale Colsalvatico”, nella speranza che la sua storica sede di Palazzo Sangallo, possa tornare agibile quanto prima. Tutte queste problematiche hanno rallentato, in questi mesi, la normale attività concertistica ma la volontà di non disperdere un’esperienza nata ben trentasei anni fa ha tenuto sempre uniti i coristi con il loro maestro e il piacere di cantare insieme ha fatto si che, dopo le esibizioni del periodo natalizio, si potesse ripartire oggi per questa esperienza austriaca e, a breve, avere altri impegni per concerti in Italia.  

Teatri di Civitanova, al cinema una settimana di risate

Teatri di Civitanova, al cinema una settimana di risate

Al cinema Rossini si sorride con "Lasciati andare". La divertente commedia di Francesco Amato vede protagonisti Toni Servillo, Veronica Echegui, Luca Marinelli, Carla Signoris. La pellicola racconta la storia di uno psicanalista che è costretto a mettersi a dieta e a iscriversi in palestra. Questo fatto gli cambierà la vita perché conoscerà una personal trainer buffa ed eccentrica, con il culto del corpo e un’innata capacità di trascinare nei suoi casini chiunque le capiti a tiro. In programmazione da venerdì 21 a lunedì 24 aprile. Orario: feriale 20.30-22.30; prefestivo 18.30-20.30-22.30; festivo 16.30-18.30-20.30-22.30. Da martedì 25 aprile, invece, è la volta di Guardiani della Galassia Vol. 2, film di fantascienza scritto e diretto nuovamente da James Gunn. Orario: feriale 19.30-22.00; festivo 17.00-19.30-22.00. Al cinema Cecchetti viene proiettato da giovedì 20 a martedì 25 aprile Famiglia all’improvviso, film di Hugo Gélin che sta divertendo ed emozionando gli spettatori. È la storia di un uomo, Samuel, senza responsabilità e senza legami importanti. Un giorno però piomba nella sua vita una vecchia fiamma che gli lascia tra le braccia una bambina di pochi mesi, sua figlia Gloria! Samuel, incapace di prendersene cura, dovrà rivedere la propria vita e, giorno dopo giorno, tra mille peripezie e sorprese, diventerà un buon padre. Orario: feriale 20.30-22.30; prefestivo 18.30-20.30-22.30; festivo 16.30-18.30-20.30-22.30. Prezzo del biglietto: intero € 5,00 – ridotto € 4,00 (fino a 18 anni, oltre i 65 anni e studenti universitari fino a 24 anni).

Macerata: al via "Identità contadine", progetto culturale legato alla Raci

Macerata: al via "Identità contadine", progetto culturale legato alla Raci

Un progetto culturale legato alla Raci ma che duri tutto l’anno. È con questo obiettivo che nasce Identità contadine, una serie di appuntamenti organizzata da rappresentanti di alcune associazioni cittadine e patrocinata dal Comune di Macerata, che vuole contribuire a una riflessione critica sulle questioni che riguardano la produzione del cibo e del lavoro di chi a esso si dedica, sulla condizione di chi nel passato ha prodotto non solo cibo ma cultura da valorizzare per un presente e un futuro sostenibili sul piano economico, ecologico e sociale, sul mondo agricolo come identità culturale e risorsa da valorizzare.   “La Raci non è soltanto il grande evento di maggio - afferma il vice sindaco Stefania Monteverde - ma grazie a Identità contadine diventa un progetto culturale che ci accompagna durante tutto l’anno e diventa occasione di riflessione e di confronto sui temi delle radici, dell’agricoltura, del cibo e dell’innovazione”. Il primo appuntamento in programma è per domani, venerdì 21 aprile, alle ore 11.30, nell’atrio della Sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti, con l’inaugurazione della mostra fotografica dedicata alle Identità contadine. Saranno esposti 12 scatti, dono del fotografo Daniele La Monaca, da pochi anni cittadino maceratese, per raccontare il territorio circostante e il genius loci. Ambienti, volti ed attività lavorative misconosciute, messe a fuoco attraverso l’incarico che Confcommerico Marche Centrali gli ha dato un anno fa per promuovere le eccellenze del territorio attraverso un lavoro fotografico e redazionale, coadiuvato da Luca Tombesi, fruibile da tempo tramite dispositivi mobili con l’applicazione digitale Terre di Macerata. La mostra sarà fruibile fino al 2 maggio negli orari di apertura della biblioteca anche per ipovedenti e ciechi, quale progetto pilota a sostegno di un’attività crescente verso l’inclusione e attività non convenzionali, una più ampia offerta culturale da condividere con i propri familiari ed amici, aldilà di quelle specificamente pensate per “ciechi ed ipovedenti”. Un brindisi con olio pane e vino e l’anteprima degli eventi in programma suggellerà il taglio dello spago inaugurale.   Vasto a variegato il programma di Identità contadine che prevede anche un contest fotografico su Instagram #identitàcontadine. La Community di IgersMacerata invita a scattare e condividere fotografie sul tema dell’agricoltura durante il mese in cui si svolge Identità Contadine.   Domani nel pomeriggio, come già anticipato, alla Biblioteca Mozzi Borgetti ci sarà la presentazione del libro “I 10 comandamenti per l’impresa alimentare” edito dalla Chiriotti Editori, per una nuova visione del modo di fare impresa nel mondo del cibo, puntando sulla felicità dei clienti e di tutti i protagonisti dell’intera filiera, un’opera di Filippo Scarponi.   Il prossimo 28 aprile alle ore 20.30, a  Borgo Ficana, organizzato dall’Ecomuseo della rete Macerata Musei,  in programma Caccia ai tesori di Villa Ficana, gioco di squadra a premi per tutte le età per scoprire ed apprezzare in modo originale il Borgo di Ficana e festa nel quartiere (in caso di maltempo l’evento sarà posticipato a domenica 14 maggio ore 17.30). Necessaria l’iscizione. Info: info@ecomuseoficana.it 0733 470761.   Il giorno seguente, sabato 29 aprile, alle ore 17 alla Biblioteca Mozzi Borgetti I valori della vita contadina raccontati attraverso l’invenzione del dialetto. Il paese dei contadini raccontato nella lingua dell’origine con Giuseppina  Pieragostini, autrice de “Il vanto e la Gallanza” (edito da Pentagora e  vincitore del Premio letterario per la saggistica 2016 Parole di Terra) e Piero Feliciotti.   Il 6 maggio alle ore 17 al Centro Fiere di Villa Potenza, nell’ambito della Raci, L’agricoltura come identificazione di un territorio e di chi lo popola, presentazione delle più giovani aziende agricole - custodi  della biodiversità e delle produzioni  eroiche del territorio e confronto/dibattito sull’importanza dell’agricoltura come presidio ed opportunità di turismo e sviluppo.   Nella stessa location il 7 maggio ci sarà la presentazione del progetto “Solchi” - video documentazione sulla storia della Mezzadria, a cura dei registi Giordano Viozzi, Stefano Teodori ed Eros Scarafoni dell’Azienda Agricola Fontegranne. Alle 18, invece, ci sarà I valori della musica, i canti e le danze popolari nella vita contadina, confronto aperto e improvvisazioni musicali a cura di Federico  Cippitelli e Roberto Raponi.   Inoltre dal 10 al 30 maggio l’Ecomuseo di Borgo Ficana ospiterà la mostra fotografica “Riparti dai Sibillini” con gli scatti realizzati durante il Blog Tour solidale #ripartidaisibillini a ottobre dello scorso anno da bloggers e instagramers provenienti da tutt’Italia impegnati in un progetto di rilancio del turismo nella zona del cratere, a cura di Luca Tombesi, in collaborazione con l’associazione Igers Italia e l’Associazione Italiana Travel Blogger. Ingresso libero (info@ecomuseoficana.it 0733 470761). Infine, domenica 21 Maggio alle ore 11 a Palazzo Claudi a Serrapetrona incontro sull’utilizzo del social media marketing in agricoltura e la premiazione del contest fotografico su Instagram #identitàcontadine sul tema dell’agricoltura, omaggiando l’enogastronomia del territorio.      

Sferisterio tra i finalisti del premio Cultura Impresa 2016

Sferisterio tra i finalisti del premio Cultura Impresa 2016

C'è anche l'arena Sferisterio tra i finalisti del Premio Cultura + Impresa 2016, nella categoria Art Bonus. Il concorso, giunto alla quarta edizione, è dedicato ai migliori progetti di partnership in campo culturale sviluppati in Italia nel 2016 ed è diviso in quattro sezioni: Sponsorizzazione e Partnership nella Cultura, Produzione culturale d'Impresa, Fondazioni d’Impresa e Art Bonus in Italia. Il Premio, promosso dall’omonimo Comitato non profit fondato da Federculture e The Round Table, è oggi considerato il principale osservatorio in Italia intorno a queste dinamiche, ed è finalizzato a individuare e valorizzare le migliori collaborazioni tra il mondo pubblico e privato nella Cultura. L'arena maceratese concorre con il progetto dei Cento Mecenati, partito proprio un anno fa, riscuotendo un indubbio successo. L’iniziativa si è subito posizionata tra le migliori in Italia per la raccolta fondi a sostegno dell’opera lirica, una vera e propria azione di membership perfettamente riuscita. Si può affermare che il progetto dei Cento Mecenati attualizzi il concetto stesso di mecenatismo, proprio attraverso lo strumento dell’Art Bonus. A concorrere in finale, assieme allo Sferisterio, ci sono anche il Teatro dell’Opera di Roma e la Fondazione Pier Lombardo. Grazie ai Cento Mecenati, lo Sferisterio è riuscito a trovare una nuova fonte di sostegno che parte dai privati e che si affianca alla crescita degli sponsor, della biglietteria e dei proventi da attività collaterali. Tutto questo fa sì che oggi il bilancio dello Sferisterio sia composto per il 55% da entrate proprie e solo per il 45% da contributi pubblici. In attesa del responso del Premio, che ci sarà tra qualche giorno, il progetto dei Cento Mecenati viene rilanciato per il nuovo anno. È infatti aperta la campagna per il 2017. Art Bonus è lo strumento creato dal Governo per favorire il sostegno dei privati al finanziamento della cultura e prevede agevolazioni fiscali del 65% in tre anni. Chi decide di sostenere lo Sferisterio con 1000 euro attraverso questo strumento, ne recupera 650 sotto forma di credito d’imposta.

Camerino: il sisma non ferma il Premio Urbani, iscrizioni entro il 21 maggio

Camerino: il sisma non ferma il Premio Urbani, iscrizioni entro il 21 maggio

Il terribile sisma che ha colpito il centro Italia mettendo in ginocchio intere città, tra le quali Camerino, ha solo rallentato la macchina organizzativa del Premio Internazionale Massimo Urbani che continua il suo percorso lungo ormai 21 anni scegliendo nuovamente la città ducale il 10 e 11 di giugno, per due giorni di concorso per solisti jazz. Sarà l’Auditorium Benedetto XIII ad ospitare un’edizione che nonostante tutto si presenta strabiliante, con due personaggi di assoluto spessore a presiedere la giuria: il trombettista Fabrizio Bosso e, direttamente dagli States, il chitarrista Kurt Rosenwinkel. Accanto a loro Paolo Piangiarelli, talent scout e produttore discografico della Philology Records, il pianista Andrea Pozza, il contrabbassista Massimo Moriconi e il batterista Massimo Manzi.  Le domande per iscriversi alla selezione potranno pervenire entro il 21 maggio e tutte le informazioni sul bando si possono trovare online sul sito del Premio (www.premiomassimourbani.com) o chiamando il 338 4666069. Il Premio Internazionale Massimo Urbani ha lo scopo di onorare la memoria del leggendario sassofonista romano, con lo spirito di individuare giovani jazzisti emergenti e di contribuire allo sviluppo della loro carriera artistica nella diffusione della musica Jazz. Il concorso è aperto ai musicisti che non abbiano ancora compiuto i trent'anni di età. Tutti gli strumenti musicali, voce inclusa, possono concorrere al Premio. I musicisti che ad oggi hanno scelto di aderire alla XXI edizione entrando a far parte della giuria tecnica, l’hanno fatto con spirito di solidarietà e condivisione di ideali e d’intenti sostenendo uno dei più importanti concorsi musicali per giovani artisti. Ma chiunque, festival, organizzatori di eventi, musicisti e privati, può sostenere il Premio e connotarsi come partner dell’edizione, aiutando la macchina organizzativa a coprire i costi tecnici con una donazione (IBAN IT 68 T 0311168830000000010065) intestata a Musicamdo, associazione organizzatrice del Premio.   Un gesto piccolo che però può fare tanto per salvare una manifestazione che ha portato alla ribalta artisti del calibro di Francesco Cafiso, Rosario Giuliani, Gianluca Petrella, Max Ionata, Dino Rubino, Julian Mazzariello, Alessandro Lanzoni e numerosissimi altri.

Recanati: alla Torre Civica Xsianixnoi chiude con Sonia Antinori

Recanati: alla Torre Civica Xsianixnoi chiude con Sonia Antinori

La Torre Civica della città di Recanati ha scatenato le fantasie dei tanti bambini, ragazzi e adulti durante l’anno nell’officina di formazione teatrale Xsianixnoi, un prezioso progetto che da otto anni su iniziativa del Comune di Recanati e dell’AMAT affianca la stagione del Teatro Persiani offrendo ai curiosi di tutte le età occasioni per mettersi in gioco sperimentando alcune tecniche proprie dello spettacolo dal vivo. Venerdì 21 aprile alle ore 21 e alle ore 22 sarà proprio la Torre Civica a ospitare La torre, esito del laboratorio condotto da Sonia Antinori con partecipanti “over 60” liberamente tratto dall'omonimo dramma di Hugo Von Hofmannstah, adattato dalla stessa Sonia Antinori. “Anche quest'anno – afferma Rita Soccio Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Recanati - sono pienamente soddisfatta del progetto Xsianixnoi che ha visto protagonista la nostra Torre Civica. Dopo il grande successo riscosso con le scuole cittadine si continua con il teatro per adulti. Perché i laboratori teatrali su cui scommettiamo ogni anno, devono essere un'esperienza formativa per i più piccoli, ma anche un’occasione per gli adulti che hanno voglia di sperimentare nuovi linguaggi". “La torre è uno spazio verticale, rivolto verso il cielo, maestoso e superbo, assoluto. La torre – scrive Sonia Antinori - evoca separazione, isolamento, forse prigionia, e al tempo stesso, privilegio. Chi vi risiede non vive la comunità, ma la guarda a 360 gradi, dalla sua postazione di controllo. La torre allude alla solitudine del potere e al potere della solitudine. Prendendo a prestito la storia antica di Hugo von Hofmannstahl abbiamo creato una fantasia dentro gli spazi concreti della torre di Recanati, usandone la suggestione per raccontare un'epoca in cui la verità è costantemente messa in discussione e la stabilità minacciata. Un braccio di ferro tra generazioni, classi, etnie, le une contro le altre in una lotta per il più forte fatta di alleanze fugaci, intenzioni malcelate, dichiarazioni mendaci. La torre è, insomma, il simulacro di una divinità caduta in disgrazia e dell'attimo che precede la catastrofe”. La performance site specific è concepita per un numero massimo di 25 spettatori e avrà la durata approssimativa di 45 minuti. Prenotazione obbligatoria al n 346 0956050.

San Severino, al Feronia è di scena "Serial killer per signora" con Guidi e Ingrassia

San Severino, al Feronia è di scena "Serial killer per signora" con Guidi e Ingrassia

Torna la grande prosa al Feronia di San Severino Marche. Giovedì 20 aprile alle ore 21, in abbonamento, Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia, insieme ad Alice Mistroni, Teresa Federico e Aldo Ralli, saranno i protagonisti di: “Serial killer per signora”, musical di Douglas J. Cohen tratto da un racconto di William Goldman per la regia dello stesso Gianluca Guidi. Cristopher “Kit” Gill e Morris Bromo non si conoscono, nessuno dei due sa dell'esistenza dell'altro: Kit è un attore disoccupato, da poco orfano di una madre che ne ha segnato la vita, una grande attrice troppo impegnata per donare l'affetto e le attenzioni di cui un figlio avrebbe bisogno. Morris è un detective della polizia di New York non più giovanissimo; ha scelto di non cercare clamori carrieristici ma nemmeno la vita privata brilla: vive ancora a casa con la madre, una signora ebrea invadente e possessiva. Poi il primo omicidio: commesso da una mente malata, tanto malata da telefonare al distretto di polizia per lamentarsi della poca attenzione che la stampa le ha dedicato. Inizia un rapporto simbiotico tra Kit e Morris e le loro rispettive “carriere”: Kit, uccidendo, ottiene la prima pagina del New York Times e, secondo la sua mente malata, raggiunge il successo; Morris ne diventa l'inseguitore e il suo potenziale carnefice, dando lustro alla sua sbiadita carriera. Traendo forza l'uno dall'altro, Kit e Morris iniziano una gara senza esclusione di colpi che, inevitabilmente, avrà un solo vincitore. Le vite dei due protagonisti si intrecciano, in modo divertente e appassionate, con altre: due madri, tre vittime e una affascinante giovane donna dell'upper class newyorkese che contribuirà non poso a mettere confusione nella vita del povero detective. Il tutto fra sorrisi e canzoni. “Questa commedia musicale noir – spiega Francesco Rapaccioni, direttore artistico dei Teatri di Sanseverino – è la nuova sfida per la coppia di istrionici figli d’arte. Il protagonista, Gianluca Guidi, diverte insieme a un altrettanto straordinario Giampiero Ingrassia. Una coppia d’assi già sperimentata e che con il teatro ci sa veramente fare”. Al termine dello spettacolo verrà presentata anche la nuova stagione dei Teatri di Sanseverino “Aperti per Ferie” che da aprile a settembre vedrà portare in scena tantissimi eventi anche in alcune sedi particolari come il parco archeologico di Septempeda, palazzo dei Governatori, la basilica di San Lorenzo in Doliolo, a castello di Colleluce, alla piazzetta dei Granali e a palazzo Gentili.  

Domani ultimo appuntamento per Cecchetti d’essai

Domani ultimo appuntamento per Cecchetti d’essai

Termina domani 19 aprile il sesto ciclo di Cecchetti d’essai. Alle 21.30 al cinema Cecchetti viene proiettato il documentario I am not your negro, di Raoul Peck, film che ha ricevuto anche una nomination agli Oscar. La pellicola è basata su un'opera incompiuta, dal titolo Remember This House, di James Baldwin, scrittore e critico sociale nero capace di un pensiero tra i più trascinanti e incisivi della seconda metà del Novecento. In questo libro, lo scrittore, partendo dagli assassinii di Medgar Evers, Martin Luther King e Malcolm X, dalle loro storie e dalla loro vita, parla della violenza costante subita dai neri e della questione identitaria che li riguarda. Approfondisce il motivo di come la loro immagine sia costruita e rafforzata dal sistema dominante, in modo tale da influenzare non solo il pensiero bianco, ma anche la coscienza stessa della popolazione afroamericana.  Raoul Peck esplora la storia del razzismo negli Stati Uniti, costruita attraverso i ricordi dei leader che hanno lottato per il raggiungimento dei diritti civili. Guidato dalla voce narrante di Samuel L. Jackson, il regista evita la retorica svelando il volto inedito di un’America che deve cominciare a fare i conti con la giustizia e la democrazia davvero uguale per tutti. Cecchetti d’essai nasce da un’idea di Michele Fofi ed è stato realizzato grazie all’associazione Fango&Assami con Peppe Barbera, e con il sostegno di Comune e Azienda dei Teatri di Civitanova. Ingresso a 4 euro.

Recanati: arriva Mario Biondi il 6 agosto in piazza Leopardi

Recanati: arriva Mario Biondi il 6 agosto in piazza Leopardi

Mario Biondi a Recanati per il suo Best of soul tour 2017. Continuano le celebrazioni per i 10 anni di carriera delll'artista unico nel  panorama  musicale  italiano,  stimato  da  pubblico  e  critica  internazionali. Dopo la  prima  parte dell’imperdibile tour dell’artista nei teatri d’Italia che sta riscuotendo un grande successo, a grande richiesta i concerti proseguiranno con nuove  date  estive, tra cui piazza  Giacomo  Leopardi  di  Recanati,  dove Mario  Biondi sarà in concerto domenica 6 agosto alle 21,30. Evento organizzato dall’Elite Agency Group con il Patrocinio del Comune di Recanati e biglietti disponibili sui circuiti TicketOne www.ticketone.it, CiaoTickets www.ciaotickets.com e VivaTicket www.vivaticket.it. Primo settore numerato 51,75 euro, secondo settore numerato 46,00, terzo settore numerato (visibilità laterale) 40,25 ,quarto settore nonnumerato 34,50 (diritti di prevendita inclusi). Info: 0871.685020, 0733.865994 www.eliteagencygroup.it. Mario Biondi festeggia i dieci anni dal celebre disco d’esordio “Hand ful of Soul” accompagnato per tutto il "Best Of Soul Tour" da una band d’eccezione composta da: Serena Brancale e Serena Carman ai cori, Alessandro Lugli alla batteria, Federico Malaman al basso, Massimo Greco alle tastiere e programmazione, David Florio alle chitarre, percussioni e flauto, Marco Scipione al sax, Fabio Buonarota alla tromba e Moris Pradella alle chitarre, percussioni, piano e cori.

Montecosaro: VII edizione del premio Cerquetti dal sapore newyorkese

Montecosaro: VII edizione del premio Cerquetti dal sapore newyorkese

La settima edizione del Concorso Lirico Internazionale Anita Cerquetti sarà ricordata come la più newyorkese. La competizione per giovani promesse del canto, che si terrà al Teatro delle Logge di Montecosaro dal 21 al 23 aprile 2017, avrà quest'anno come premio speciale un debutto a New York, in un concerto che si terrà il 9 maggio al gran gala del Carrer Bridges: una prestigiosa istituzione che scopre talenti Oltreoceano e che a dicembre 2016 ha organizzato le preselezioni per il concorso montecosarese, alle quali si sono iscritti tantissimi cantanti. Il Carrer Bridges ha infatti così confermato la collaborazione con il premio Cerquetti. Tornando alla competizione di Montecosaro, anche quest'anno sarà di grande respiro internazionale, con giovani promesse provenienti da Spagna, Francia, Ucraina, Corea del Sud, Giappone, Cina, Stati Uniti, Taiwan, Guatemala, Georgia e Italia. La giuria, come sempre di alto livello artistico, sarà presieduta dal soprano Inés Salazar e sarà composta dagli agenti Jeffrey James, Maurizio Scardovi e Haejoon Park, dal soprano Paola Antonucci, dal baritono Gianpiero Ruggeri e dal direttore d’orchestra Alfredo Sorichetti. Oltre al debutto di New York sono in palio un concerto premio al Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo il 21 maggio 2017, concerti con l’Orchestra del ‘700 Italiano e premi in danaro. “Il Concorso Anita Cerquetti – ha detto il direttore artistico della manifestazione, il maestro Alfredo Sorichetti - consolida la sua vocazione di iniziativa a supporto delle giovani generazioni di cantanti, considerato che ogni anno offre delle concrete possibilità di debutto in ambito professionale, oltre a far conoscere anche alle giovani generazioni l’arte del grande soprano montecosarese. Negli Stati Uniti Anita Cerquetti, più volte invitata tra gli altri teatri anche dal Metropolitan di New York, ha cantato rimanendovi solo per brevi periodi, rinunciando ad una carriera “americana” poiché probabilmente amava così tanto la sua terra da non volersene separare per troppo tempo. Negli States però è ancora oggi molto ricordata e amata”. "Siamo arrivati alla settima edizione – le parole di sindaco di Montecosaro Reano Malaisi - , parliamo di quello che chiaramente è il principale evento culturale del paese. Un appuntamento che ha avuto in questi sette anni una crescita costante in termini di interesse e qualità, tanto è vero che oggi arriviamo ad intrattenere rapporti e collaborazioni con realtà come New York. E sono arrivati partecipanti da tutti i continenti. Con il concorso promuoviamo il nostro territorio e tutta la provincia di Macerata, che ha un forte rapporto con il canto. Nel nostro piccolo abbiamo cercato di restituire la centralità che merita ad una figura come Anita Cerquetti, che pur nella sua breve carriera ha raggiunto vertici difficilmente eguagliabili. Aver dato i natali a tale artista è chiaramente uno dei principali motivi d'orgoglio di tutta la comunità”. Il Concorso Lirico Internazionale Anita Cerquetti è organizzato dal Comune di Montecosaro insieme all’Accademia Anita Cerquetti, con la collaborazione dell’Associazione Musicale Gilfredo Cattolica. Si realizza anche grazie al supporto del Rotary Club di Civitanova Marche, del Distretto Rotary 2090, del Lions Host e Lions Cluana di Civitanova Marche.

WikipierA: intervista spettacolo al cinema Italia per #TerreResilienti

WikipierA: intervista spettacolo al cinema Italia per #TerreResilienti

Il 19 Aprile alle 21.15 al Cinema Italia #TerreResilienti continua con un’inedita formula di Intervista - Spettacolo “WikipierA”, che vede protagonista Piera Degli Esposti, due volte vincitrice del David di Donatello, e l’attore, regista, conduttore, Pino Strabioli.  Una delle voci più rappresentative e forti del teatro italiano: Piera Degli Esposti, torna sulle scene e porta a Macerata, nella sua prima data marchigiana, WikipierA: un’intervista intima e confidenziale in cui ripercorre i 50 anni della sua carriera, seguita e condotta magistralmente da Pino Strabioli.  Piera Degli Esposti racconta senza pudore degli amori impossibili e quelli possibili, della passione per Bologna, degli incontri fondamentali come quello con la scrittrice Dacia Maraini e il regista Marco Ferreri; di Lucio Dalla, De Chirico e poi ancora delle tappe della carriera, e senza mai dimenticare il futuro, anzi sottolineando sempre come si debba coltivare, in ogni momento, il coraggio di costruire il proprio domani.  “L’Arca senza Noè” dicono le fondatrici dell’Associazione “hanno un debito grande con Piera Degli Esposti e Pino Strabioli che regalano una versione speciale di questa intervista, e la loro presenza, non solo alla città ma all’Arca stessa, offrendo la possibilità di raccogliere fondi per sostenere i nostri progetti futuri: ospitare altri artisti e visitare altri luoghi lesionati dal sisma con la rassegna #TerreResilienti”. Inoltre “Vista la calorosa e numerosa partecipazione agli eventi precedenti” si augura l’Associazione L’arca senza Noè “che anche questa volta, in occasione di questa inedita intervista, Macerata risponda con lo stesso affetto”.  La serata, patrocinata dal Comune di Macerata, si terrà al Cinema Italia e il biglietto è di 15€. La cifra è comprensiva, per chi lo desidera, della tessera annuale come Socio Ordinario dell’Associazione L’Arca senza Noè. E’ consigliata la prenotazione, che è possibile effettuare negli orari di apertura del Cinema Italia (21.30 - 23.30) da venerdì 14 a martedì 18, o telefonicamente al numero: 348 1125365.  In questi orari saranno presenti le socie dell’Arca senza Noè per il tesseramento.  Il 19 aprile il Cinema Italia aprirà alle ore 20 per ritirare i biglietti prenotati.  Per ulteriori informazioni riguardo all’Associazione L’Arca senza Noè le fondatrici invitano a consultare la pagina Facebook o a scrivere all’indirizzo e-mail larcasenzanoe@gmail.com  

Montecassiano nella top ten del "Borgo dei borghi"

Montecassiano nella top ten del "Borgo dei borghi"

Tutti con il fiato sospeso nel paese di Montecassiano. Ieri sera nella trasmissione "Il borgo dei borghi" è stata proclamata la classifica dei venti borghi più belli d’Italia. Montecassiano entra nella top ten e si piazza all’ottavo posto, surclassando paesini molto più noti come Castel Gandolfo (nota per essere la residenza estiva dei papi) e La Maddalena con le sue spiagge dai colori caraibici.  Lo speciale della nota trasmissione Alle falde del Kilimangiaro è andato in onda ieri sera in prima sera su Rai 3 e ha dato la possibilità a Montecassiano di essere vista da milioni di persone. Una bella cartolina per questo paese già bandiera arancione d’Italia, come ha dichiarato sui social il sindaco Catena: “Un ottimo risultato, sicuramente superiore alle aspettative, che ci ha garantito una visibilità su scala nazionale che sta portando e porterà importanti flussi turistici con le conseguenti ricadute economiche sul territorio”.  Dopo il video di presentazione di Montecassiano, la presentatrice Camilla Raznovich ha voluto sottolineare che Montecassiano è stata colpita dal sisma ma solo con alcuni danni strutturali e ha lanciato l’iniziativa per il prossimo anno, una competizione, quella de “Il borgo dei borghi”, da dedicare tutta ai paesi colpiti dal sisma e si spera ricostruiti. Se ciò diventasse realtà sarebbe un’iniziativa importante per il territorio che in questo momento sente l’abbandono turistico. Nell’attesa di avere altre notizie, la provincia di Macerata e il comune di Montecassiano può godersi questo splendido risultato ottenuto dai voti del pubblico e dal giudizio di tre giudici d’eccezione: la chef stellata Cristina Bowermann, lo storico dell’arte Philippe Daverio e il geologo Mario Tozzi.  

A Macerata torna il Ratatà Festival con tantissime iniziative e belle sorprese

A Macerata torna il Ratatà Festival con tantissime iniziative e belle sorprese

 Prende il via la IV edizione del Ratatà, festival di illustrazione, fumetto e editoria indipendente, che tornerà per il quarto anno consecutivo ad animare i locali e le vie di Macerata. Tante le iniziative promosse, tra cui le mostre dedicate alle opere di Jesse Jacobs (Canada) in anteprima nazionale, Aureliè William Levaux (Belgio), il professor Bad Trip (Italia) e tanti altri ancora. Il tema della mostra di quest'anno la casa, il luogo di vicinanza, sicurezza, memoria, minacciato da eventi catastrofici e storici, come le guerre, le grandi migrazioni che ne conseguono, o come il terremoto dello scorso ottobre. Novità di quest'anno è la location della mostra - mostra mercato, nucleo centrale del festival e che vedrà la partecipazione di più di cento artisti e collettivi da tutta Europa. ad ospitare gli espositori sarà infatti lo scenario del Mercato delle Erbe in via Armaroli a Macerata. Grande rilevanza per questa quarta edizione anche agli aspetti più ludici, con concerti, spettacoli teatrali, feste che animeranno luoghi simbolo della città durante i 4 giorni del festival, fra i quali il concerto del super gruppo Peruviano Dengue Dengue Dengue in collaborazione con il terminal.  Il festival è reso possibile grazie a una fitta rete di connessioni e finanziamenti locali e nazionali, anche attraverso una campagna crowdfunding (https://it.ulule.com/ratata-festival-2017/), la partecipazione fattiva del Comune di Macerata, micro sponsorizzazioni e collaborazioni con circoli e associazioni locali. “Il festival Ratatà fa emergere un mondo creativo pieno di energie e di ricerca di qualità - ha detto l’assessore alla Cultura Monteverde - nel campo dell’illustrazione e della graphic novel, un altro pezzo di questa Città del libro e Città che legge, come riconosce il Mibact. Ratatà invade gli spazi culturali con tantissime iniziative, belle sorprese. La città si scopre ogni giorno città per tutte le culture”.  Grande rilevanza anche agli aspetti più ludici, in un tendone da circo montato al Foro Boario di Villa Potenza, e la grande serata del sabato sera al CSA Sisma, dove, oltre a Ratatatronic una mostra dedicata al videogioco d’autore, si alterneranno sul palco a partire dalle 22, Patrizio Dall’Argine, burattinaio di Parma, Sheriff Mouloud y El Zorro Loco (F), Patrick Catani (aka Candie Hank, D), Le Crabe  .

Recanati è una "città che legge"

Recanati è una "città che legge"

Recanati è una città che legge. Il riconoscimento arriva direttamente dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo d'intesa con l'ANCI, che a dicembre 2016 aveva pubblicato un avviso per la partecipazione dei Comuni di tutto il territorio Nazionale. Nel bando, si richiedeva la valorizzazione della lettura da cui dipende la crescita intellettuale, sociale ed economica di una comunità. Recanati è tra i Comuni che hanno ottenuto la prestigiosa qualifica “Città che legge". “Sono estremamente soddisfatta per il conseguimento di questo importante riconoscimento - ha sottolineato l’Assessore alle Culture Rita Soccio - Essere identificati come Città che legge, testimonia la qualità del lavoro svolto per la promozione e la valorizzazione della lettura con progetti mirati come "Nati per Leggere", "Libriamoci", servizi di audiolibri etc. ma anche per la vivacità culturale da parte delle associazioni e delle scuole cittadine che vedono i libri e la nostra Biblioteca Comunale al centro di un percorso formativo. Questa certificazione, da parte del MIBACT è uno stimolo per fare sempre meglio e favorire iniziative che rafforzino nei cittadini il piacere di leggere". I Comuni inseriti nell’elenco ufficiale delle "Città che leggono”­ avranno ­la possibilità di partecipare ai bandi che­ il Centro per il libro lancerà a partire ­dal 2017 per premiarne i progetti più meritevoli.   .

Quotidiano Online Picchio News

Indirizzo: Corso della Repubblica 10, 62100, Macerata, MC, ITALIA

Direttore Responsabile: Roberto Scorcella

Copyright © 2017 Picchio News s.r.l.s | P.IVA 01914260433